SD Gundam G Generation Cross Rays: nuove informazioni da Famitsu

SD Gundam G Generation Cross Rays

L’immancabile Weekly Famitsu ci aggiorna con nuove informazioni su SD Gundam G Generation Cross Rays, RPG strategico che commemora i vent’anni del franchise di G Generation.

Delle scene saranno preparate per tutti i personaggi che potremo assoldare, cambiare personaggio infatti cambierà anche il cockpit e saranno disponibili anche delle voci diverse per tutti i personaggi giocabili.

Alcune scene faranno faville tra i fan della serie, in quanto avremo il feedback di ogni personaggio quando andrà a pilotare un determinato Mobile Suit.

Per SD Gundam G Generation Genesis era difficoltoso creare delle animazioni viste le limitazioni dell’hardware ma con SD Gundam G Generation Cross Rays il problema è stato risolto e le animazioni saranno presenti anche in quantità maggiore rispetto al titolo precedente.

Cross Rays accomunerà 4 serie: New Mobile Report Gundam Wing, Mobile Suit Gundam SEED, Mobile Suit Gundam 00 e Mobile Suit Gundam IRON-BLOODED ORPHANS ma molti altri spin-off saranno implementati.

Ci saranno molti più Mobile Suit rispetto a Genesis ma non ci sarà nessun scenario che possa comprendere le 4 serie contemporaneamente, ma BANDAI NAMCO Entertainment ha anche affermato che il gioco sarà più “pesante” rispetto al precedente, sicuramente per la mole di contenuti promessa.

Ricordiamo che SD Gundam G Generation Cross Rays uscirà su PlayStation 4Nintendo Switch e PC tramite Steam in Giappone e nel Sud-Est Asiatico (Singapore, Malesia, Tailandia, Filippine e Indonesia) nel corso di questo 2019, anche nella consueta versione con testi in lingua inglese.

Fonte: BANDAI NAMCO Entertainment via Gematsu

Riccardo Piras
Ha reagito all'annuncio di Bloodstained: Ritual of the Night come Paolo Brosio con il Papa. Termina Golden Axe almeno una volta al mese. Da dieci anni.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*