SCARLET NEXUS – Analisi della demo prima della recensione

Abbiamo analizzato la versione demo di SCARLET NEXUS su Xbox Series X. Ecco cosa ne pensiamo dopo il nostro primo approccio col nuovo Action RPG di BANDAI NAMCO Studios!

SCARLET NEXUS – Analisi della demo prima della recensione

L’ultima, promettente fatica di BANDAI NAMCO Studios risponde al nome di SCARLET NEXUS. Un action RPG dall’ambientazione futuristica che ci metterà nei panni di due differenti protagonisti, le cui storie si dipaneranno contemporaneamente attraverso due route, destinate forse a intrecciarsi nelle fasi più avanzate. Presentato nel corso dell’evento Inside Xbox dello scorso anno, sarà disponibile il prossimo 25 giugno su Xbox Series X|S, Xbox One, PlayStation 4, PlayStation 5 e PC. In anteprima sulle piattaforme Microsoft è stata rilasciata una demo giocabile del titolo, che arriverà il prossimo 28 maggio anche sulle console Sony. Abbiamo messo alla prova il titolo sulla console Xbox più potente e vi raccontiamo il nostro primo approccio col gioco, in attesa di poter analizzare al più presto la versione completa.

La versione di prova di SCARLET NEXUS ci permette di giocare, a turno, nei panni di ciascuno dei due protagonisti, Yuito Sumeragi e Kasane Randall. Il primo, Yuito, è specializzato negli attacchi ravvicinati portati a segno con la spada, mente Kasane sfrutterà un set di coltelli (Miracle Blade?) mossi telecineticamente per attaccare a media distanza. Entrambi possono contare inoltre sul potere della psicocinesi, particolarmente utile e divertente da utilizzare, perché ci consente di scagliare praticamente qualsiasi oggetto che troveremo nell’ambiente addosso ai nemici, previa riempitura di un apposito indicatore che avverrà tramite l’utilizzo degli attacchi in mischia. Se con il pulsante ZR potremo servirci di oggetti come carrelli della spesa, container, barili, scale, transenne e persino automobili, col tasto ZL invece potremo attirare addosso agli Estranei — i nostri avversari principali all’interno del gioco — oggetti speciali come pali della luce e strutture che ci consentiranno di attivare dei semplicissimi quick time event che consentono di colpire il nemico ripetutamente e causargli una maggior quantità di danni.

SCARLET NEXUS – Analisi della demo prima della recensione

Nella demo di SCARLET NEXUS verremo subito gettati al centro dell’azione, nella prima missione di Yuito assieme ai membri della FSE (no, non le Ferrovie del Sud Est come credevo anche io, ma Forza di Soppressione Estranei) esploreremo il distretto di Kikuchiba, un’area urbana dalle forti influenze di opere animate come Ghost in the Shell. Utilizzando Kasane verremo invece trasportati nella città di Mizuhagawa, la “capitale fantasma” dall’aspetto decisamente più industriale che, a tratti, ci ha riportato alla mente NieR:Automata. Ma oltre al gioco di Yoko Taro sono tante le influenze che abbiamo percepito provando con mano il titolo di BANDAI NAMCO Studios: combattimenti che riportano alla mente quelli di Devil May Cry, ma anche il caro vecchio Metal Gear Rising e i due Bayonetta, ripresi anche nello stile dei QTE citati poco più sopra (che ricordano gli attacchi torturanti della Strega di Umbra) e nello stile delle sequenze non interattive, che ricorda parecchio quello della serie di PlatinumGames mescolato ai classici dialoghi in stile visual novel.

SCARLET NEXUS – Analisi della demo prima della recensione

Anche se controlloremo direttamente solo Yuito o Kasane, con noi ci sarà un party di due personaggi di supporto, assieme ad altri due membri della FSE “in panchina” collegati con noi e che potremo scambiare con i membri del party in qualsiasi momento tramite l’apposita funzionalità nel menu. Ciascuno dei personaggi che sceglieremo di portare in missione con noi (nella demo, ovviamente, saranno predefiniti), avrà una propria abilità caratteristica che potremo attivare con la pressione simultanea del tasto dorsale RB e uno dei tasti azione. Con Yuito avremo a disposizione Pirocinesi, Teletrasporto, Sclerocinesi e Chiaroveggenza, mentre con Kasane potremo attivare Elettrocinesi, Ipervelocità, Duplicazione e Invisibilità. Se per i due elementali l’impiego è piuttosto semplice, con gli altri potremo divertirci a rallentare i nemici, a renderci invisibili per farli uscire allo scoperto, oppure per passare da una parte all’altra di una recinzione o irrobustire la nostra difesa. I poteri agiscono in maniera simile alla fusione con i Serafini in Tales of Zestiria: il personaggio da noi controllato stabilirà un collegamento psichico con il compagno prescelto e ne potrà sfruttare i poteri per un tempo limitato, dopo il quale sarà necessario un periodo di cooldown. Per determinati nemici o per accedere ad alcune aree sarà praticamente obbligatorio utilizzare determinati poteri e viene lecito chiedersi se, nelle fasi più avanzate del gioco, non si rivelerà un problema aver scelto taluni personaggi di supporto invece di altri, ritrovandoci impossibilitati a proseguire.

Riempiendo l’apposito indicatore posto accanto alla barra della salute potremo entrare in modalità “Brain Drive” aumentando velocità, attacco e potenziando la psicocinesi per un periodo limitato, mentre quando a schermo ci verrà chiesto di premere la combinazione Y+B il nostro alter-ego verrà sostituito da un ologramma di uno dei nostri compagni, che eseguirà un potente attacco contro il nemico agganciato. Tra gli attacchi più spettacolari, infine, non possiamo non citare la “Fatality” che Yuito e Kasane potranno effettuare non appena gli Estranei avranno esposto il loro nucleo. In sostanza, il sistema di combattimento è il focus principale di SCARLET NEXUS e dobbiamo dire che sotto questo punto di vista il gioco risulta decisamente curato. L’esplorazione avverrà attraverso percorsi prestabiliti e aree che dovremo ripulire dai nemici, con piccole zone secondarie in cui potremo trovare degli oggetti, curativi, collezionabili o cosmetici — che potremo utilizzare per personalizzare l’aspetto di Kasane e Yuito.

SCARLET NEXUS – Analisi della demo prima della recensione

A convincerci un po’ meno è la colonna sonora, decisamente sotto tono e anonima rispetto ai titoli simili già citati, diversamente dall’opening dei The Oral Cigarettes con la quale verremo premiati alla fine di ciascuna route delle due demo (in una, col video musicale del gruppo, nell’altra con le sequenze della serie animata tratta dal gioco che comincerà a luglio in Giappone). Personalmente, avrei preferito che il brano cantato, o comunque una sua b-side, venisse utilizzato anche durante i combattimenti per enfatizzarli maggiormente, e posso solo sperare che ciò avvenga nella versione completa nel gioco. Un’incognita totale è anche la storia che il team di sceneggiatori ci metterà davanti, una componente decisamente importante per la parte “RPG” che intervallerà un frenetico scontro e l’altro. In questa demo, purtroppo, i due percorsi dei rispettivi personaggi presentano situazioni e linee di dialogo sospettosamente simili fra di loro, nonostante presentino comprimari e ambientazioni diverse, ma non sappiamo se si tratta di situazioni create ad hoc per questa versione di prova o se invece sarà così anche nella versione completa. Siamo estremamente curiosi di sapere in che modo si evolverà la trama e come il cammino dei due protagonisti finirà per intrecciarsi.


Per il nostro giudizio definitivo su SCARLET NEXUS ci toccherà attendere ancora qualche settimana, e come già ribadito la data di uscita del titolo è fissata per il prossimo 25 giugno. L’ultima fatica dei creatori di God Eater, Code Vein e Tales of sarà disponibile su Xbox Series X|S, Xbox One, PlayStation 4 e 5 nonché PC tramite Steam. E voi, cosa ne pensate del titolo dopo averne provato la demo? Fatecelo sapere nei commenti sotto a questo articolo.

SCARLET NEXUS sarà disponibile dal 25 giugno 2021 per Xbox Series X|S, Xbox One, PlayStation 5, PlayStation 4 e PC Digital. Scopri la storia da due punti di vista diversi! Inizia la tua avventura nei panni di Yuito Sumeragi, una vivace recluta proveniente da una prestigiosa famiglia del mondo politico, o in quelli di Kasane Randall, una misteriosa esploratrice i cui incredibili poteri e abilità le hanno procurato una certa notorietà tra i ranghi delle FSE. Mentre le loro diverse esperienze si intrecciano, scoprirai tutta la storia, portando alla luce i misteri di SCARLET NEXUS sempre in bilico tra tecnologia e abilità psichiche. SCARLET NEXUS sarà disponibile nelle edizioni Standard, Deluxe e Guardians con uno speciale bonus per la prenotazione. Il gioco è ora prenotabile negli store digitali e in tutti i rivenditori partecipanti.

Prenota SCARLET NEXUS per PlayStation 4, PlayStation 5 o Xbox seguendo questo link al prezzo di 69,99 €. Uscita prevista per il 25 giugno 2021. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*