Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer – Recensione

Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer

Pian piano, senza emettere un minimo rumore o senza alcun segnale, le persone stanno iniziando misteriosamente a scomparire. Il mondo inizia a svuotarsi, lasciando al centro di questo inspiegabile fenomeno casa Moroboshi assieme a qualche superstite. Cosa sta succedendo? Deve esserci una spiegazione… e qualunque essa sia, conoscendo questo pazzo mondo, non avrà niente di normale. Con queste premesse si apre una delle più particolari vicende mai accadute ad Ataru e Lamù, narrate non dalla serie stessa, bensì da uno dei film più discussi ma anche apprezzati di sempre: Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer.

  • Titolo originale: うる星やつら2 ビューティフルドリーマー Urusei Yatsura ni – Byūtifuru Dorīmā
  • Titolo inglese/italiano: Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer
  • Uscita giapponese: 1984
  • Uscita italiana: 1 ottobre 2020 (Blu-ray, DVD)
  • Versione home video: Anime Factory
  • Genere: commedia, fantascienza
  • Durata: 97 minuti
  • Studio di animazione: PIERROT
  • Lingua: Italiano, Giapponese con sottotitoli

Abbiamo recensito Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer tramite Blu-ray fornitoci da Koch MEdia.

Chi conosce Lamù – La ragazza dello spazio (Urusei Yatsura in originale) saprà sicuramente che parliamo di una delle più conosciute, ma soprattutto più bizzarre, opere della maestra Rumiko Takahashi, diventata un must nel nostro Bel Paese proprio grazie alla storica messa in onda dell’adattamento animato. Eppure, se pensavate di averle viste tutte in questa serie, ci pensa il buon Mamoru Oshii (GHOST IN THE SHELL, JIN-ROH) con Beautiful Dreamer a regalare ai fan una pellicola tanto particolare quanto accattivante, ma allo stesso tempo anche molto criticata proprio dai fan nipponici. Era troppo diversa, lontana dai canoni della serie, ed è vero, ma questo non è necessariamente un male.

Al centro delle vicende della pellicola c’è ovviamente lei, la bella aliena Lamù, che dopo un casuale incontro con un peculiare personaggio capace di far avverare i sogni, si ritroverà a esprimere a cuore aperto quello che vorrebbe per questa vita. Le parole hanno però un certo peso, e proprio per questo motivo pian piano tutte le persone inizieranno a sparire, fatta eccezione ovviamente per Ataru, la sua famiglia, e qualche altro personaggio della cerchia di amici. Scoprire perché tutto questo sta succedendo non sarà affatto facile per gli altri, tantomeno sarà per Ataru riuscire a capire come tornare alla normalità.

In questo intenso viaggio impareremo a conoscere veramente il personaggio di Ataru e quelli che sono i suoi veri sentimenti, nonostante la sua tipica indole da amante delle belle ragazze. TUTTE le belle ragazze.

Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer è una pellicola da vedere tutto d’un fiato dall’inizio alla fine, senza distrarsi un attimo per non perdere neanche un secondo della sua trama, perché anche se a primo impatto lascia un po’ spiazzati, quantomeno se si conosce l’atmosfera della serie, nei suoi 97 minuti riesce pian piano a catturare l’attenzione, proponendo dettagli e spunti interessanti.

Visti i tempi che corrono e la tecnologia che avanza, l’aver scelto di riproporre una pellicola animata di un tale spessore è davvero stata una scelta più che giusta e apprezzata, specialmente se parliamo di una nuova versione rimasterizzata in alta definizione come questa, con tanto di commento audio del regista e sottotitoli fedeli al doppiaggio originale. Se l’edizione in generale è davvero ben curata, è forse il doppiaggio l’unico dettaglio che preferisco di meno. Per chi proviene dall’anime, magari avendolo visto proprio di recente (vagamente) grazie a Italia 2, che lo ha mandato in onda in versione integrale e senza censure, il doppiaggio qui proposto è a grandi linee diverso da quello a cui siamo stati abituati, dove spicca tra le varie voci anche quella del compianto Paolo Torrisi nei panni di Ataru, ruolo che ha ricoperto solo in Beautiful Dreamer, e Jasmine Laurenti come Lamù, che invece ha avuto un po’ più di fortuna confermandosi come voce dell’aliena nei vari film. Purtroppo però alcune voci non riesco proprio a sentircele.

Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer

Gli alunni del liceo Tomobiki sono in fermento per l’inaugurazione del festival studentesco, ma nessuno sembra rendersi conto che la vigilia del festival si sta ripetendo sempre uguale da chissà quanto tempo. Come se non bastasse, Ataru e compagni scoprono di essere rimasti i soli esseri viventi nel quartiere. Chi sarà il responsabile di questo assurdo incubo?

Il capolavoro di Mamoru Oshii (GHOST IN THE SHELL, PATLABOR) presentato per la prima volta versione rimasterizzata in alta definizione, impreziosito dal commento audio del regista e da nuovi sottotitoli fedeli al doppiaggio originale.

Acquista la versione home video di Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer seguendo questo link al prezzo speciale di 15,99 € (invece che 17,99 €). Sostieni Akiba Gamers acquistando su Amazon attraverso questo link!

Un sogno diventato realtà

Lamù – La ragazza dello spazio: Beautiful Dreamer è una pellicola enigmatica, perché allo stesso tempo riesce sia un po’ a confonderti che a conquistarti. Se a prima vista può prendere alla sprovvista e far storcere un po’ il naso, alla lunga ti lascia qualcosa. Ti segna. Trattandosi di uno dei film animati più significativi, alla cui direzione troviamo nientemeno che Mamoru Oshii, quella proposta da Anime Factory e Yamato Video è una nuova edizione in HD sicuramente da avere nella collezione sia dei fan della serie che in quella degli amanti dell’animazione nipponica. È un prodotto che sa farsi apprezzare e che va amato. E non come hanno fatto i giapponesi per molti anni…

Svegliatevi e correte a vederlo!

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

1 commento

  1. Bellissimo, uno dei capolavori di Mamoru Oshii. Peccato che Rumiko Takahashi non abbia apprezzato.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*