Fire Emblem Warriors accoglie un nuovo personaggio: Celica

Fire Emblem Warriors accoglie un nuovo personaggio: Celica

Celica, personaggio proveniente da Fire Emblem Echoes: Shadows of Valentia, entrerà a far parte dei combattenti giocabili offerti da Fire Emblem Warriors, titolo atteso su Nintendo 3DS e Switch dal 20 ottobre.

Eccovi una breve introduzione al personaggio e ad alcune delle meccaniche offerte dal titolo.

Celica

Principessa sopravvissuta della famiglia reale di Zofia, ormai caduta. Per via del suo passato, ha iniziado a odiare le guerre in ogni loro forma, ed è costantemente in cerca della via per la pace.

Meccaniche

Awakening

Quando la speciale barra Awakening sarà riempita, potremo scatenare una potenza devastante. Così facendo, guadagneremo il vantaggio contro qualsiasi arma per un determinato lasso di tempo, non tenendo più conto delle debolezze del triangolo delle armi. Inoltre, dopo che l’effetto temporaneo finirà, verrà eseguito un potente attacco.

Musou

Quando la barra Musou sarà riempita, avremo la possibilità di rilasciare un attacco dalla forza inaudita. Questo non solo infliggerà ingenti danni ai nostri avversari, ma anche il suo raggio d’azione sarà più vasto rispeto i normali attacchi.

Conversazioni Bond

Combattendo, il legame dei vari guerrieri aumenterà sempre di più, e d itanto in tanto potremo assistere a particolari scene tra due personaggi.

Di seguito, oltre alla galleria di immagini, sarà possibile ammirare anche un nuovo trailer del gioco.

Fire Emblem Warriors – Trailer

Fonte: KOEI TECMO Games via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.