Yu Suzuki e Katsuhiro Harada parlano di Virtua Fighter 6 e di un TEKKEN per Dreamcast mai sviluppato

Yu Suzuki e Katsuhiro Harada parlano di Virtua Fighter 6 e di un TEKKEN per Dreamcast mai sviluppato

Il sito giapponese Denfaminicogame ha avuto l’opportunità di intervistare tre importanti personalità che lavorano o hanno lavorato ad altrettante case di produzione di titoli arcade, in particolare di fighting game. Parliamo di Yu Suzuki, che oltre a creare Shenmue ha lavorato su Virtua Fighter per SEGA-AM2, Katsuhiro Harada, responsabile della saga di TEKKEN, e Toshimichi Mori di ARC SYSTEM WORKS, creatore della serie di BlazBlue. Nell’intervista si parla anche di un ipotetico Virtua Fighter 6, che tuttavia rimane ancora solo nei desideri dei giocatori e di Suzuki stesso.

Secondo Yu Suzuki, se avesse mai occasione di creare un Virtua Fighter 6 semplificherebbe e migliorerebbe ancora di più i controlli. Preferisce che i giocatori si concentrino sulle strategie piuttosto che nel diventare abili a inserire comandi, e secondo lui questo cambiamento potrebbe ingrandire la bacino d’utenza.

Harada si è lamentato invece delle costanti richieste da parte dei fan dei giochi di combattimento su Twitter riguardo un nuovo Virtua Fighter, perché SEGA non presenzia mai agli eventi dedicati. Per questa ragione i fan indirizzano a lui tutte le richieste. Un sacco di fan gli chiedono spesso di un crossover fra TEKKEN e Virtua Fighter, magari per rivedere ancora una volta il franchise di SEGA in attesa di un nuovo capitolo.

Durante l’intervista Harada ha menzionato anche di un accordo fra NAMCO e SEGA mai andato in porto, che avrebbe visto un titolo della serie di TEKKEN su Dreamcast con personaggi ospiti da Virtua Fighter.

Mori ha parlato della realizzazione di GUILTY GEAR X. ARC SYSTEM WORKS lo affidò al suo vecchio team PicPac Airreal composto da solo otto persone nel 1998. Harada ha scherzato: “Nel ’98 il mio team era già composto da 70-80 persone.”

Al termine dell’intervista, Denfaminicogame ha pregato Yu Suzuki e Katsuhiro Harada di chiedere a SEGA di realizzare assieme un Virtua Fighter 6. Suzuki ha risposto: “Se aveste bisogno di me, vi basterebbe dire una parola.”

L’intervistatore non ha chiesto a Yu Suzuki cosa ne pensa del recente annuncio “VIRTUA FIGHTER x esports”. Tuttavia, come sappiamo bene, Suzuki non lavora più per SEGA ma per il suo personale studio e potrebbe non essere a conoscenza dei futuri piani del franchise di Virtua Fighter.

Fonte: Denfaminicogame via gosokkyu, SEGAbits

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, manga, cinema e tanto altro.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*