LEGO City Undercover: backstage del doppiaggio italiano

lego city undercover

Fra i giochi di punta di questi primi mesi di vita di Wii U troviamo ai primi posti LEGO City Undercover, che in parole povere è un gioco open world sviluppato da TT Games sulla falsariga di Grand Theft Auto, ma infarcito di mattoncini LEGO.

Impersonando l’agente di polizia Chase McCain avremo come fine ultimo quello di sbattere in prigione il malvagio Rex Fury, e per farlo potremo calarci nei panni di delinquenti, pompieri, calciatori, operai, contadini e molti altri ancora. LEGO City Undercover è stato lanciato sul mercato lo scorso 28 febbraio, registrando ottime vendite anche nel nostro bel paese.

Se siete in giro a scorrazzare fra le strade di mattoncini forse starete già pensando che parte del cast scelto per il doppiaggio italiano può sembrarvi familiare. Di cosa stiamo parlando? Le voci selezionate da Nintendo per gli omini gialli appartengono a quelle di personaggi noti del panorama comico italiano. Nel video diffuso poc’anzi da Nintendo Italia possiamo vedere in azione i Fichi d’India, Marco Della Noce e Roccò Gigolò mentre doppiano alcuni abitanti di LEGO City.

Ma ne sentivamo davvero il bisogno? Personalmente, credo che i doppiatori italiani debbano riappropriarsi del mestiere che gli spetta e lasciare ai comici di Zelig e Colorado il palcoscenico su cui pascolano abitualmente.

 

LEGO City Undercover: backstage del doppiaggio italiano

con ospiti d’eccezione (di cui non avremmo sentito la mancanza)

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*