SQUARE ENIX riceve minacce di morte da un giocatore frustrato

SQUARE ENIX riceve minacce di morte da un giocatore frustrato

Se siete appassionati di cultura giapponese in generale, e vi tenete periodicamente informati su quanto accade nel Sol Levante, sicuramente non sarà la prima volta che sentite di minacce varie rivolti a cantanti, mangaka, compagnie… insomma a chiunque. Al centro della terribile vicenda che vi stiamo per raccontare stavolta c’è SQUARE ENIX, uno dei colossi videoludici della Patria del Sol Levante.

Nei recenti mesi, la celebre compagnia avrebbe infatti ricevuto qualcosa come trentasette minacce di morte, tutte inviate tramite l’apposito servizio di supporto online, con frasi del tipo “Vi ucciderò, sviluppatori imbroglioni“. Queste serie minacce hanno portato SQUARE ENIX a cancellare addirittura una delle consuete trasmissioni in diretta che è solita tenere.

Stanchi di tutto questo, si è deciso di ricorrere alla polizia di Shinjuku, che nel giro di poco tempo è riuscita a rintracciare l’indirizzo IP usato dalla persona e a eseguirne l’arresto. Il colpevole è Toshiyuki Suga, trentanovenne di Matsubushi Town, Saitama, che ha ammesso il misfatto comunicando “Non riuscivo a vincere a un gioco, per cui mi sono sentito molto frustrato“.

Sebbene non sia stato rivelato di che gioco si tratti, le parole “smartphone game” rilasciate dalla polizia in fase di annuncio lasciano presagire possa essere DRAGON QUEST OF THE STARS, titolo conosciuto in Giappone con il nome Hoshi no DRAGON QUEST in Giappone.

Un TANTINO esagerato, non trovate? Qui sotto potete trovare un video riguardo la notizia appena riportata.

Fonte: Tokushima Shimbun via SoraNews24

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

1 commento

  1. Gli otaku possono arrivare a livelli di cringe incredibili…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*