FINAL FANTASY TYPE-0 ONLINE giocabile al ChinaJoy 2016

FINAL FANTASY AWAKENING

Una demo giocabile di FINAL FANTASY TYPE-0 ONLINE, titolo per PC, iOS e Android, è stata resa disponibile per tutti i visitatori del ChinaJoy 2016 di Shanghai.

Sviluppato dalla compagnia cinese Perfect World, il gioco è basato, come il nome suggerisce, su FINAL FANTASY TYPE-0, con l’aggiunta di una forte componente online ed elementi social.

La demo offerta durante l’evento gira sul dispositivo iOS iPad Air. I tasti visibili sullo schermo, in basso, sono utilizzati per controllare vari aspetti del gameplay quali il movimento, la selezione degli attacchi, e la navigazione dei menù.

Perfect World comunica che il gioco sarà accessibile da chiunque, e che stanno attualmente cercando di realizzare un mondo di gioco e un cast di personaggi che abbia stile, e allo stesso tempo sia funzionale. Oltre 100 dipendenti della compagnia stanno lavorando alla versione cinese del gioco da più di un anno, e sebbene la cosa sia andata troppo per le lunghe, il suo sviluppo sta ora andando per il meglio. In Cina, infatti, sono già iniziati i primi closed beta test.

La compagnia punta a rilasciare il gioco, almeno in Cina e altre parti dell’Asia (Giappone escluso), per la fine del 2016. Dal momento che Perfect World non possiede i diritti per il Sol Levante e altri paesi, non è in grado di esprimersi riguardo la sua release nel resto del mondo.

Di seguito potete ammirare una galleria di immagini del gioco.

FINAL FANTASY TYPE-0 ONLINE – Immagini

Fonte: 4Gamers via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.