Ys IX: Monstrum Nox – Recensione

Accompagna Adol Christin nella sua nuova avventura e scopri i misteri di Balduq in Ys IX: Monstrum Nox, in arrivo su PlayStation 4

Ys IX: Monstrum Nox - Recensione

Manca solo una settimana al lancio in Europa dell’attesissimo Ys IX: Monstrum Nox, nuovo capitolo dell’iconico franchise di Nihon Falcom. Il titolo sarà disponibile a partire dal prossimo 5 febbraio su PlayStation 4 grazie a NIS America, ma verrà rilasciato anche su Nintendo Switch e PC nel corso della primavera. All’interno di questo nono capitolo, l’avventuriero dai capelli rossi Adol Christin si troverà alle prese con il mistero della città prigione Balduq e dei Monstrum, persone che per via di una maledizione hanno acquisito dei poteri straordinari.

Ma sarà riuscita la software house a ripagare le aspettative dei giocatori dopo il successo dell’ottavo capitolo del franchise? Scopritelo nella nostra recensione di Ys IX: Monstrum Nox!

Adol e Dogi arrivano alla città di Balduq

Durante i loro viaggi, Adol Christin e Dogi si ritroveranno nella città prigione di Balduq. I due però non riusciranno nemmeno a varcare la soglia della città che Warden, comandante dell’impero Romun e guardiano della prigione, deciderà di incarcerare l’avventuriero dai capelli rossi per il suo coinvolgimento in eventi fuori dal comune. Nonostante Adol riesca facilmente a trovare una via di fuga dalla sua cella, questa verrà fermata da una misteriosa ragazza dai capelli corvini che ha in mente un piano ben preciso per il protagonista. La giovane infatti risveglierà in Adol il potere dei Monstrum, esseri fuori dal comune costretti a combattere all’infinito durante il Grimwald Nox e sconfiggere gli abomini che lo abitano. Si tratta di una vera e propria maledizione e l’unico modo per sovvertirla si trova nei meandri della prigione di Balduq. Ma ci sono altri misteri che si nascondono al suo interno, e Adol dovrà affrontare una delle avventure più difficili della sua vita.

Ys IX: Monstrum Nox - Recensione

  • Titolo: Ys IX: Monstrum Nox
  • Piattaforma: PlayStation 4
  • Versione analizzata: PlayStation 4 (EU)
  • Genere: Action RPG
  • Giocatori: 1
  • Publisher: NIS America
  • Sviluppatore: Nihon Falcom
  • Lingua: Inglese (testi), inglese o giapponese (doppiaggio)
  • Data di uscita: 5 febbraio 2021
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • Note: con i salvataggi di Ys: Memories of Celceta e Ys VIII: Lacrimosa of DANA riceveremo due accessori utili per iniziare l’avventura

Abbiamo recensito Ys IX: Monstrum Nox con un codice PlayStation 4 fornitoci gratuitamente da NIS America.

Dal punto di vista del gameplay, Ys IX: Monstrum Nox mantiene vive alcune delle iconiche meccaniche della saga, in particolar modo nei combattimenti. In battaglia controlleremo un party composto da tre personaggi, che potremo cambiare a nostro piacimento ogni volta che vorremo. Come nei precedenti capitoli della saga, sia i protagonisti che gli avversari avranno un determinato attributo d’attacco, e solamente attaccando un nemico con l’attributo opposto al nostro potremo colpire le sue debolezze e danneggiarlo maggiormente. Ragion per cui la scelta del nostro party sarà un elemento fondamentale, in modo da essere preparati a contrastare qualsiasi tipologia di avversario.

Un cambio di look per Adol

L’azione frenetica farà il suo ritorno grazie anche alla presenza di due meccaniche fondamentali introdotte in Ys VIII: Lacrimosa of DANA: la Flash Guard e la Flash Move. Se pareremo un attacco nemico con la giusta tempistica utilizzeremo una Flash Guard, garantendoci così un breve lasso di tempo in cui saremo invincibili e i nostri attacchi causeranno danno critico. Se invece riusciremo a schivare poco prima dell’attacco avversario utilizzeremo una Flash Move, rallentando i movimenti degli avversari per qualche secondo e garantendoci così del tempo prezioso per riposizionarci.

Novità di questo capitolo è l’introduzione delle Grimwald Nox, vere e proprie sfide contro orde di nemici che funzionano in modo del tutto simile all’assalto del campo base di Ys VIII: Lacrimosa of DANA. Durante queste nottate dovremo proteggere il cristallo Sphene dagli attacchi nemici, e per farlo potremo posizionare trappole e armi capaci di aiutarci nel corso dell’assalto. Esistono due tipologie di Grimwald Nox: i Siege in cui dovremo semplicemente sconfiggere tutti i nemici che compariranno periodicamente e i Purges in cui dovremo distruggere dei cristalli sparsi per un’area di gioco entro un tempo limite.

Monstrum & Co.

Una delle più importanti novità a livello di gameplay introdotta in Ys IX: Monstrum Nox è legata all’esplorazione. Man mano che progrediremo con l’avventura, i Monstrum si uniranno alla nostra causa, dandoci così la possibilità di utilizzare il loro Gift. Si tratta di un potere innato differente per ogni personaggio e che sarà fondamentale per esplorare ogni meandro della città prigione di Balduq. Si tratta di abilità utilizzabili prettamente durante le fasi esplorative e che ci permetteranno ad esempio di poter planare per brevi distanze o di riuscire a percepire l’area a noi circostante e scoprire così meccanismi segreti o tesori nascosti.

Meet the Monstrum

E i segreti non mancheranno di certo, dato che la software house ha deciso di introdurre una serie di elementi collezionabili sparsi per tutta la città. Non solo scrigni del tesoro all’interno dei quali potremo ottenere oggetti utili o denaro, ma anche Graffiti e Azure Petals che potremo consegnare a specifici personaggi in cambio di ricompense. Nel corso dell’avventura, Adol potrà inoltre aiutare i cittadini di Balduq completando una serie di missioni secondarie, grazie alle quali potremo trovare nuovi alleati per la nostra causa che ci sosterranno nel corso del Grimwald Nox o fornendoci utili servizi all’interno della nostra base.

All’interno di Ys IX: Monstrum Nox sarà inoltre presente una modalità Time Attack, in cui potremo combattere nuovamente con i diversi boss incontrati nel corso della nostra avventura. Non solo dovremo cercare di sconfiggerli nel minore tempo possibile, ma potremo persino scegliere la difficoltà dello scontro o da quanti membri sarà composta la nostra squadra. In ogni scontro avremo abilità ed equipaggiamento predeterminato, e persino gli oggetti utilizzabili in battaglia saranno limitati.

Old but gold

Dal punto di vista tecnico, Ys IX: Monstrum Nox rimane abbastanza in linea con le ultime produzioni della software house. Nonostante il comparto grafico sia leggermente indietro rispetto ai titoli di attuale generazione, la direzione artistica scelta dalla software house rimane comunque d’impatto e piacevole da guardare. Le ambientazioni di gioco sono ben sviluppate anche in verticale, e si tratta di una scelta quasi obbligata per un titolo che fa dell’esplorazione uno dei suoi punti di forza. Menzione d’onore senza ombra di dubbio al design dei personaggi, che sono stati caratterizzati davvero alla perfezione.

Uno dei temibili boss di Ys IX: Monstrum Nox

Il comparto sonoro è invece davvero eccezionale, non solo per la presenza di un ottimo doppiaggio sia in lingua inglese che in lingua giapponese. Le musiche saranno infatti un elemento cardine del titolo, la colonna sonora è stata infatti pensata per accompagnare ogni momento presente all’interno del gioco e diventerà più incalzante nelle fasi più concitate per poi diminuire nel ritmo durante l’esplorazione della città, dandoci così un senso di tranquillità.

Narrativamente Ys IX: Monstrum Nox risulta un ottimo titolo. La software house è riuscita a creare una trama capace di mettere il giocatore di fronte a tanti dubbi, soprattutto nelle fasi iniziali. Questi però si risolveranno tutti con il progredire della storia, dando così vita ad una narrazione ricca di colpi di scena. La longevità del titolo si aggira attorno alle quaranta ore per completare la trama, a cui ne dovremo aggiungere circa una decina se vorremo invece raccogliere tutti i collezionabili. Purtroppo non sarà presente alcun elemento post game, ma potremo riaffrontare il gioco in modalità New Game+ portando con noi alcuni progressi effettuati durante la nostra prima partita.

Il famoso avventuriero Adol “The Red” Christin e il suo compagno Dogi arrivano a Balduq, una città annessa all’Impero Romunico. Mentre Adol è in prigione, incontra una misteriosa donna di nome Aprilis che lo trasforma in un Monstrum, un essere con doni soprannaturali e il potere di esorcizzare i mostri. Ora, Adol deve allearsi con i suoi compagni Monstrum per respingere le temibili minacce che emergono da una dimensione oscura chiamata Grimwald Nox, oltre a svelare i misteri della maledizione del Monstrum e la verità dietro i disordini all’interno di Balduq.

Gioca nei panni di uno dei sei famigerati Monstrum, ognuno con i propri doni unici che conferiscono abilità come scalare pareti trasparenti o rilevare oggetti nascosti per proteggere la città da creature oscure. Esplora la grande città, accetta le missioni per aiutare i cittadini ed entra nel Grimwald Nox per sconfiggere le minacce a Balduq. Meccaniche familiari come Flash Dodge e Flash Guard ti consentono di superare i tuoi nemici, mentre nuove aggiunte come i Doni e la Boost Mode aumentano ulteriormente la tua capacità di combattimento.

Prenota Ys IX: Monstrum Nox per PlayStation 4 seguendo questo link al prezzo di 59,99 €. Uscita prevista per il 5 febbraio 2021. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

A chi consigliamo Ys IX: Monstrum Nox?

Sicuramente Ys IX: Monstrum Nox è un titolo che verrà apprezzato da tutti gli amanti degli action RPG, ma grazie al suo equilibrio perfetto tra combattimenti dinamici ed esplorazione anche chi è più orientato verso i giochi di avventura lo troverà di suo gradimento. Grazie alla possibilità di scegliere tra diversi livelli di difficoltà, inoltre, anche i giocatori più coriacei avranno pane per i propri denti. Nonostante all’interno del gioco siano presenti dei riferimenti alle avventure precedenti di Adol, non sarà obbligatorio aver giocato gli altri capitoli della saga per gustarci Ys IX.

La misteriosa Aprilis

  • Ottimo connubio tra esplorazione e combattimenti
  • Cast di personaggi davvero interessante
  • Comparto sonoro curato magistralmente…

  • …Ma graficamente si poteva fare di più
  • L’assenza di elementi post game mina la rigiocabilità
  • Caricamenti a volte troppo lunghi
Ys IX: Monstrum Nox
4.3

Lo straordinario ritorno di Adol il rosso

Abbiamo dovuto aspettare più di due anni per l’arrivo di Ys IX: Monstrum Nox in Europa, ma fortunatamente l’attesa e le aspettative sono state totalmente ripagate. Il nono capitolo del franchise Nihon Falcom è infatti un ottimo esponente della saga, la software house ha saputo riutilizzare al meglio alcuni degli elementi già visti in passato mischiandoli con un sistema di esplorazione davvero unico. Girare per la città di Balduq alla ricerca di collezionabili è infatti un ottimo intermezzo tra le battaglie frenetiche a cui noi fan del franchise siamo ormai abituati, dandoci così piacevoli attimi di respiro tra uno scontro e l’altro. Certo, tecnicamente potrebbe far storcere il naso a tutti i puristi dell’innovazione grafica. Ma ciò non toglie che si tratti di un titolo di tutto rispetto che, seppur con un comparto visivo modesto, riesce nel suo intento: quello di far divertire il giocatore e tenerlo incollato allo schermo per scoprire cosa accadrà nella trama principale. Quella di Adol Christin è un’avventura magistrale, e non fa altro che mettermi curiosità sul possibile futuro del franchise, magari su console di nuova generazione.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*