Another Castle intervista Hideo Baba, producer della saga di Tales of

intervista a hideo baba cover

Giovedì 24 ottobre, dopo la conferenza di presentazione all’evento 100% MANGA! organizzato da NAMCO BANDAI Games a Milano, abbiamo avuto l’onore di intervistare di persona Hideo Baba, producer della saga di Tales of, presente al Melià Milano Hotel per presentare in Italia Tales of Symphonia Chronicles e Tales of Xillia 2.

L’intervista è durata circa venti minuti, e assieme a noi sono intervenuti i giornalisti di PSM e Topic Hunter.

Another Castle: “In tutti questi anni la serie di Tales of ha dato origine a moltissimi personaggi, e quasi tutti possiedono grandi doti di combattimento. Avete mai pensato di realizzare un  crossover in stile picchiaduro che comprenda tutti i vari protagonisti di questa saga?”

Hideo Baba: “Come probabilmente già saprete, sono stati rilasciati alcuni crossover in passato, come ad esempio Tales of the World, ma per quanto riguarda i titoli All-Star e fighting game, non abbiamo alcun piano nell’immediato futuro di produrre giochi di questo tipo.”

 

Topic Hunter: “Signor Baba, può dirci, qual è il suo titolo preferito all’interno della serie di Tales of?”

Hideo Baba: “Vedete, questa domanda mi viene posta in quasi tutti gli eventi e le interviste a cui partecipo, ed è difficile per me rispondere, in quanto mi piacciono tutti, per un motivo o per un altro. Se proprio dovessi scegliere, direi Tales of Phantasia, perché ha rappresentato l’origine della serie e perché, nel finale, viene citato un termine chiave che poi sarà molto ricorrente all’interno di tutti gli altri capitoli della saga.”

 

PSM: “Quest’anno ricorre il decimo anniversario di Tales of Symphonia, che rappresenta il primo titolo all’interno della saga ad aver introdotto il combattimento in 3D. Può dirci qual è stato, secondo voi, il cambiamento più epocale all’interno della serie, dai tempi di Symphonia fino ai tempi attuali dove troviamo titoli come Xillia e Xillia 2?”

Hideo Baba: “Come ha giustamente fatto notare, quest’anno ricorre il decimo anniversario della saga e penso che probabilmente il cambiamento più grande sia stato appunto quello del passaggio dal combattimento in 2D dei primi titoli al 3D di Tales of Symphonia. Tenendo conto che comunque in tutti i capitoli della saga, a partire dal Phantasia, sono presenti dei temi ricorrenti, credo che il cambiamento apportato da Symphonia sia il più grande.”

 

Another Castle: “Siamo stati molto felici nel vedere che la Collector’s Edition europea di Tales of Symphonia Crhronicles potrà contarre sugli stessi contenuti della versione nipponica. Possiamo intuire che sarà così anche con le prossime Collector’s Edition dei giochi che produrrete in futuro?”

Hideo Baba: “Il nostro obiettivo è principalmente quello di accontentare i nostri fan, ma dovete tenere conto che gli stessi hanno gusti differenti a seconda della provenienza, e ci sono differenze abbastanza rilevanti tra i nostri clienti nipponici, americani ed europei, quindi non posso garantire che le Collector’s Edition saranno sempre simili, ma ci stiamo impegnando per accontentare il più possibile tutti quanti. Nell’edizione occidentale abbiamo aggiunto la soundtrack originale, che nella versione giapponese non è presente, sperando di gudagnarci il favore dei nostri fan d’oltreoceano.”

Topic Hunter: “Quando sarà possibile prenotare Tales of Symphonia Chronicles?”

Hideo Baba: “Per il momento non abbiamo ancora una data precisa, appena sarà possibile farlo ne parleremo, non preoccupatevi.”

 

PSM: “Abbiamo notato che Tales of Xillia 2 ha, con Elympios, uno degli ambienti più cupi e moderni dell’intera serie. Dobbiamo aspettarci una “modernizzazione” della saga per i prossimi capitoli, oppure questo tipo di ambientazione rimarrà limitata a Tales of Xillia 2?

Hideo Baba: “Non posso dire nulla per ora riguardo i prossimi capitoli della saga. Per quanto riguarda Elympios e Tales of Xillia 2, come ben saprete esso è il seguito di Tales of Xillia, più incentrato su Rieze Maxia rispetto ad Elympios. In Xillia 2, d’altro canto, abbiamo voluto dare più importanza a quest’ultimo, e devo dire che la sua ambientazione cupa e tecnologica è davvero unica, possiamo dire che si tratta praticamente di un’eccezione rispetto al resto della serie.”

 

Another Castle: “Se il numero di PlayStation Vita in occidente dovesse eventualmente crescere, avremo la possibilità di vedere titoli come Tales of Hearts R e Tales of Innocence R localizzati in Europa o dobbiamo ormai considerarli acqua passata?”

Hideo Baba: “Per ora le nostre priorità sono legate più al lancio di nuovi titoli, e dovete tenere conto che purtroppo in Europa non abbiamo un ambiente favorevole alla localizzazione dei titoli PS Vita, anche a causa del fatto che le vendite non sono state eccellenti, quindi, ci spiace ma per ora è un no.”

 

Topic Hunter: “Stiamo notando che ultimamente avete realizzato sequel di alcuni titoli, come Xillia 2 o Symphonia 2. In futuro potremo vedere altri sequel, magari per Tales of the Abyss o anche su giochi più recenti?”

Hideo Baba: “Diciamo che è stata più che altro la console a richiedere un sequel, in quanto non avevamo, a dire il vero, idea di realizzarne, inizialmente. Per ora, comunque, i giochi che possono vantare di un sequel sono solamente Tales of Destiny, Tales of Symphonia e Tales of Xillia, e, al momento non ci sono altri seguiti in programma.”

 

PSM: “Tra la uscite di Tales of Symphonica Chronicles e quella di Tales of Xillia 2 la vostra agenda è abbastanza fitta. Come avete intenzione di agire per quanto riguarda le localizzazioni? Passerà meno tempo tra l’uscita giapponese e quelle americana ed europea, come, ad esempio nel caso di Tales of Vesperia, o dovremo attendere più a lungo?”

Hideo Baba: “Nel caso di Tales of Vesperia fummo molto rapidi, ma la quantità di lavoro fu eccessiva e infatti, probabilmente, non agiremo più a quel modo. Di norma la localizzazione di un titolo richiede un anno o un anno e mezzo di lavoro, ma quello che posso dirvi è che ci stiamo impegnando per poter accorciare il più possibile i tempi di attesa dati dalla localizzazione.”

 

PSM: “Dato che Tales of Symphonia è stato il primo vero e proprio remaster della serie, avete intenzione di proporne altri, come ad esempio Tales of the Abyss, magari nell’arco di tre anni?”

Hideo Baba: “Non ho intenzione di lavorare su altri remaster di  titoli precedenti, Tales of Symphonia è stato un caso particolare, in quanto è uno dei titoli più amati a livello mondiale, non solo in Giappone. Dato che c’era di mezzo anche l’anniversario abbiamo voluto impegnarci in questa riedizione in HD.”

hideo-baba-intervista

Ringraziamo Hideo Baba e la sua cordialissima interprete che ci hanno concesso il loro prezioso tempo e hanno reso possibile quest’intervista che, per chi come noi di Another Castle apprezza questo genere, e in particolare questa saga, è stata un’esperienza meravigliosa.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Sancta
Si definisce un nerd di livello S+, ama follemente i JRPG e gli SRPG al punto che se potesse se li porterebbe a letto... infatti dorme con Tales of Vesperia al posto dell'orsacchiotto.