Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente: un nostalgico ritorno

Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente

Il 19 novembre è stato un giorno pieno di emozioni per tutti gli amanti dei Pokémon e per i più nostalgici. Questa data infatti coincide con il lancio di Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente, i tanto attesi remake di Diamante e Perla; entrambi i titoli non sono disponibili per notebook o PC, in quanto esclusiva di Nintendo Switch.

Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente ha avuto un lancio di successo soprattutto in Gran Bretagna, dove nel mercato retail registra il secondo miglior lancio del 2021 alle spalle di FIFA 21.

Le novità

Nonostante Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente siano i remake dei famosissimi Pokémon Diamante e Perla del 2007, ci sono alcune novità. Ci sono infatti dei nuovi elementi del gameplay, ma è anche disponibile un comparto artistico totalmente rivisitato, con dettagli di stampo chibi; queste novità conferiscono un nuovo volto alla regione di Sinnoh.

Tuttavia i più nostalgici non devono temere, dal momento che gli sviluppatori hanno scelto di mantenere un forte collegamento con il passato e con i giochi originali. Questa strategia è piuttosto innovativa, poiché gli altri remake di giochi Pokémon avevano cambiato considerevolmente l’esperienza di gioco.

La campagna principale

Completare la campagna principale di Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente richiede circa 30 ore. L’esperienza esplorativa è molto appagante dal punto di vista estetico, e invoglia il giocatore a esplorare interamente la mappa, con tutti i relativi antri e caverne.

I combattimenti invece potrebbero rappresentare il tallone d’achille del gioco. Come negli altri remake, i livelli dei nemici sono gli stessi dei titoli originali; tuttavia l’utente ha a disposizione una serie di strumenti e potenziamenti che rendono l’avanzamento di livello molto rapido e semplice, come accade con il Condividi Esperienza, che ora è diventato obbligatorio, e il sistema di Amicizia dei Pokémon. Questo rischia di rendere il progresso eccessivamente veloce, rendendo meno rilevanti aspetti come l’interazione tra i diversi Tipi.

In conclusione, il gioco è di ottima qualità. Il comparto artistico è incredibile, e con risoluzione di 1080p in docked e 720p in modalità portatile, il videogioco mantiene sempre e comunque i 30 FPS stabili anche nelle lotte più intense.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, manga, cinema e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.