Super Mario Party – Anteprima

Fra i titoli presenti al Nintendo Showcase di quest’anno c’era anche Super Mario Party. Ecco le novità mostrate da Nintendo per il titolo in arrivo il prossimo ottobre su Switch

Super Mario Party

Parte della conferenza di presentazione del Nintendo Showcase di quest’anno è stata dedicata ad un titolo già annunciato lo scorso 12 giugno, ma non testabile con mano nel corso dell’evento: Super Mario Party per Nintendo Switch.

Nello specifico, è stata mostrata la modalità di gioco due contro due in squadra, nella quale ciascun giocatore può partecipare utilizzando un Joy-Con: l’obiettivo del gioco è attraversare il tabellone ottenendo il maggior numero di stelle, scegliendo il percorso più conveniente per raccoglierne o rubandole agli avversari saltando sulla loro stessa casella.

Ciascun giocatore sceglierà un personaggio appartenente all’universo di Super Mario: ognuno di questi possiederà, oltre al classico dado numerico, un Dado Abilità esclusivo del personaggio prescelto che comprenderà diversi bonus e malus in grado di ribaltare le sorti della partita (ad esempio, il dado di Diddy Kong possiede tre facce da 7 punti e altre facce da zero o -3 punti). Dal secondo turno di gioco in poi, inoltre, compariranno sulla mappa altri personaggi che, se raggiunti sulla loro casella, ci doneranno il loro dado speciale permettendoci di scegliere tra più Dadi Abilità nel corso del nostro turno.

La presentazione si è concentrata molto sul mostrare le novità presenti nei minigiochi a fine turno, che sono stati descritti come “completamente nuovi”: essi non presentano più un tutorial, ma vi sarà una semplice schermata di spiegazione iniziale in cui sarà possibile provare il minigioco in una sorta di “modalità di allenamento”, per essere certi di averne compreso le meccaniche.
Tra i minigiochi mostrati troviamo:

  • Slaparazzi: gioco che si svolge in un’arena circolare. Ai bordi di essa vi sono 5 pedane su cui saliranno dei Koopa armati di macchina fotografica: l’obiettivo è far volare schiaffoni per spostare gli avversari e farsi fotografare nella miglior posa possibile e a figura intera, guadagnando più punti possibili.
  • Sizzling Stakes: sullo schermo verrà visualizzata una padella con un taglio di carne al suo interno. I giocatori dovranno impugnare il Joy-Con come se stringessero il manico della padella e, tramite il movimento, muovere la carne in modo che venga cotta su ogni lato. Nel corso del minigioco, una vibrazione del Joy-Con avviserà il giocatore che quel lato della carne è cotto a puntino.
  • Trike Harder: una breve corsa su tricicli in cui il movimento dei personaggi verrà comandato dal frenetico scuotere del Joy-Con. Più velocemente verrà scosso il controller, più rapidamente pedalerà il personaggio.
  • Un minigioco totalmente inedito, non mostrato nel trailer di lancio: in esso bisognerà comandare il movimento del braccio meccanico di un UFO Catcher che trasporterà le feature facciali di un personaggio Nintendo. Lo scopo finale sarà quello di far cadere il pezzo nel punto corretto in modo da completare l’immagine del viso del personaggio scelto.

È stata inoltre mostrata brevemente una nuova modalità di gioco, per la quale sarà necessario allineare due schermi Nintendo Switch: in questi minigiochi complessi sarà possibile creare labirinti a nostro piacimento, oppure trovare la giusta combinazione per completare un’immagine, e molto altro ancora. Nonostante non sia stato possibile vedere altro o provare il titolo, la folta schermata di scelta dei minigiochi di Super Mario Party preannuncia un titolo ricco e coinvolgente, adatto a rallegrare una serata in famiglia o tra amici. Super Mario Party è in uscita il prossimo 5 ottobre, in esclusiva per Nintendo Switch.

Kagura
“I videogiochi non sono roba per te”, le dissero, quindi stese tutti con un Aerial Rave. Attende con ansia l’uscita della patch che implementerà i draghi nella vita reale. Cacciatrice di mostri part-time.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*