THE SEVEN DEADLY SINS: TRUE SIN – Le nostre impressioni

Le nostre impressioni su The Seven Deadly Sins - True Sin, raccolta di capitoli del manga di Nakaba Suzuki edita da Star Comics

THE SEVEN DEADLY SINS: TRUE SIN - Le nostre impressioni

Qualche mese fa, precisamente il 4 agosto, usciva in Italia The Seven Deadly Sins – Original Sin, volume unico che racchiudeva una storia ambientata prima dei fatti narrati nel manga, nella quale i sette eroi della Britannia si trovavano di fronte ad un’invasione operata nientemeno che dal clan dei Vampiri. Anche con questa nuova uscita a settembre di THE SEVEN DEADLY SINS – TRUE SIN, la Star Comics procede con la pubblicazione di altri prequel legati ai protagonisti dell’opera di Nakaba Suzuki, ma questa volta incentrati solamente su alcuni membri dei sette peccati capitali: Meliodas, Ban, King e Diane. Si tratta quindi di un volume da collezionare? Scopritelo con noi!

Un contenuto peccaminoso!

Partiamo descrivendone il contenuto, senza spoiler ovviamente! THE SEVEN DEADLY SINS – TRUE SIN è un manga in volume unico che raccoglie buona parte del materiale riguardante la vita dei protagonisti prima di diventare peccati capitali, già pubblicato nel corso dell’opera e negli episodi dell’anime. Storie utili, o meglio, necessarie per comprendere il carattere dei protagonisti e i riferimenti vari presenti nella main story! Si tratta di tre capitoli che trattano dell’origine dei poteri di Ban (e la sua storia d’amore), del primo incontro tra King e Diane, della loro infanzia e delle tragiche vicende che l’hanno caratterizzata. In aggiunta a questi ritroviamo due capitoli bonus, il primo dedicato ancora a Ban ed Elaine, mentre nel secondo, che conclude il volume, ritroviamo molti dei nostri amati protagonisti. Come dice lo stesso Nakaba Suzuki in copertina: “questa è praticamente una saga familiare!”

Precisamente in questo TRUE SIN troviamo i seguenti capitoli dedicati ai peccati capitali:

  • Ban il bandito (originariamente apparso nel volume 4)
  • La vana attesa del re dei folletti (originariamente apparso nel volume 10)
  • Un istante lungo un’eternità (originariamente apparso nel volume 11)
  • La ragazza con un sogno impossibile (originariamente apparso nel volume 16)
  • Il re dell’altare (saga raccolta da più volumi)

E tra le righe di queste storie apparirà Meliodas, il protagonista di Seven Deadly Sins, pronto ad aiutare i suoi compagni di viaggio!

Le novità di THE SEVEN DEADLY SINS – TRUE SIN

Trattandosi quindi di una raccolta, poco senso ha parlare di trama, stile o immagini, ciò che veramente conta sono le parti inedite. Diciamolo, se si trattasse esclusivamente di una raccolta di storie appena pubblicate non avrebbe molto senso acquistare il volume (anche se pagherei volentieri per una collana curata delle side story di alcuni famosi titoli, come per One Piece). In realtà in THE SEVEN DEADLY SINS – TRUE SIN non abbiamo tante aggiunte, ma frammenti disposti qua e là per dare una parvenza di necessità a questo volume, che onestamente non c’è. Non abbiamo infatti storie inedite, ma alcuni piccoli dettagli:

  • Una piccola prefazione;
  • Tre delicate tavole a colori, disposte ciascuna su due pagine;
  • Cinque retroscena a cura di Nakaba Suzuki nei quali espone alcuni pensieri personali sulle storie e sui capitoli in cui sono contenute;
  • Un post scriptum.

Non si può dire che questo volume contenga materiale indispensabile per i fan, a parte il post scriptum molto interessante: Nakaba Suzuki comunica infatti l’intenzione di non pubblicare altre side story legate ai personaggi, ma soprattutto di iniziare la sua nuova serie, della quale ancora non si sa nulla. Non aspettatevi quindi di comprare questo volume per leggere qualcosa di nuovo, o una storia a se stante (come nel caso precedente): il principale pregio del manga in questione, pensieri dell’autore a parte, è quello di riunire la saga del Re dell’Altare in un unico capitolo facilmente leggibile.

Quando si pensa a “Avarizia”, “Accidia” e “Invidia” ovviamente vengono subito in mente Ban, King e Diane. I tre sono noti per essere dei gran casinisti e dei fortissimi combattenti dei Seven Deadly Sins, ma… come trascorrevano le loro giornate prima di diventarne membri? Una raccolta che svela il passato dei tre amatissimi peccatori, arricchita da commenti del maestro Nakaba Suzuki e da aperture a colori. Contiene anche i capitoli bonus “Il re dell’altare”, inizialmente distribuiti in diversi volumi e ora raccolti per gustarsi appieno la storia completa.

Acquista Seven Deadly Sins – True Sin seguendo questo link al prezzo speciale di 5,60 € (invece che 5,90 €). Sostieni Akiba Gamers acquistando su Amazon attraverso questo box!

Vale quindi la pena di acquistare questo volume?

I destinatari di THE SEVEN DEADLY SINS – TRUE SIN sono coloro che già conoscono la serie, e che con questo volume possono recuperare qualche piccolo tassello della trama che tanto li ha fatti appassionare. Personalmente non trovo abbastanza aggiunte per giustificarne l’acquisto: come ripeto sempre in questi casi sarebbe sufficiente allegare una storia inedita, qualche raccolta di bozze o sketch, oppure semplici curiosità mai pubblicate o tratte dalle interviste all’autore. E invece, anche in questo caso, ci si accontenta di poche pagine sulle 200 presenti, rendendo l’opera nulla più che qualcosa da sfogliare rapidamente e da riporre in libreria. Certo, i veri collezionisti lo vorranno avere in ogni caso, ma chi cerca solamente il piacere di una bella storia può anche evitarne l’acquisto.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Scrittore per passione, famoso per aver scoperto la pozione che preserva i capelli e l’anima, la usa su di sé per terminare il dottorato in ingegneria ambientale. Utilizzando la magia infusa nelle parole tenta da anni di convertire gli eretici alla cultura giapponese. Adora il metal, i videogiochi, i fumetti e tutto ciò che si può fare mangiando cioccolata all’ombra di una montagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.