Root Letter: retroscena sullo sviluppo

Root Letter

PQube ha deciso di svelarci quest’oggi alcuni retroscena sullo sviluppo di √Letter (Root Letter), Visual Novel di KADOKAWA GAMES attesa in Europa su PlayStation 4 e PlayStation Vita per il prossimo 28 ottobre.

Root Letter segue il caso di una ragazzina scomparsa quindici anni fa. Armati solo di una serie di lettere della scuola superiore, i giocatori dovranno interrogare vecchi amici, adesso adulti, sui fatti del passato.

Lavorando a stretto contatto con la prefettura di Shimane, KADOKAWA GAMES ha fatto un lavoro magistrale per ricreare l’esatta sensazione che quei luoghi riescono ad evocare. La realtà della città di Matsune è stata fedelmente riprodotta, in modo da offrire ai giocatori un’esperienza della vita giapponese mai vista prima in un videogioco. Un romantico scenario rurale. Una piccola cittadine. Un piccolo sobborgo del Giappone, molto distante dalla caotica Tokyo. Root Letter restituisce un certo tipo di atmosfera che stregherà qualsiasi fan dei giochi giapponesi.

Il tutto mescolato perfettamente con le tematiche del gioco. Yoshimi Yasuda, CEO e Producer di KADOKAWA GAMES, il Director Zin Hasegawa e il character designer Minoboshi Taro, hanno unito le loro forze per portare ai videogiocatori una Visual Novel che esplora le emozioni umane, sentimenti, nostalgia e desiderio di cambiare il passato.

E se fosse possibile cambiare il passato? In che modo lo scorrere del tempo ci cambia come esseri umani? Questi sentimenti, e molto altro, saranno perfettamente affrontati in Root Letter.

Root Letter – Creators Voice Trailer

Fonte: PQube

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Il suo secondo tatuaggio è il simbolo di Fox Hound, il che dimostra quanto sia malato di Metal Gear. Amante degli JRPG, ha speso lo stipendio di un mese in fazzolettini dopo l'annuncio del remake di FFVII.