Le differenze culturali fra il wrestling in Giappone e nel resto del mondo

Paese che vai, usanze che trovi. Vi siete mai chiesti quali sono le differenze culturali fra il wrestling in Giappone e nel resto del mondo?

Le differenze culturali fra il wrestling in Giappone e nel resto del mondo

Ogni federazione, nell’impostare i propri eventi di wrestling, prende decisioni riguardo a diversi componenti fondamentali per la costruzione di uno spettacolo e l’insieme di queste decisioni porta al prodotto proposto ai fan. Si possono osservare piccole variazioni anche tra federazioni dello stesso territorio e grandi differenze invece tra paesi diversi, perciò assistere a eventi in America, in Europa o in Giappone diventa inevitabilmente un’esperienza differente.

Oggi vogliamo trattare in modo approfondito quelle che sono alcune delle differenze pių evidenti nel mondo del wrestling fra le varie culture.

L’entrata

Nelle foto riportate qui sotto potete vedere tre esempi ben differenti di cosa faccia da cornice all’entrata di un lottatore, ed elencherò le descrizioni delle differenti situazioni.

In Giappone e Messico il numero di arene è limitato

Poiché spesso si tratta di girare solamente la propria nazione, saltano più all’occhio le differenze di dimensioni fra le varie arene: si passa dell’entrata laterale (con eventuale tendina a dare un po’ d’atmosfera) ai grandi palazzetti con rampe d’entrata rialzate e stage rialzati, luci colorate, fumo, fiamme e fuochi d’artificio.

In America sono presenti grandi federazioni che possono vantare contratti televisivi

Tali federazioni possono esibirsi più frequentemente su grandi palcoscenici, arrivando a mettere addirittura luci sulle rampe e usare fuochi d’artificio in stadi a cielo aperto, e in questa categoria spiccano su tutti gli stage elaborati annuali esibiti dalla WWE a Wrestlemania. Recentemente la AEW fa concorrenza in questo senso, esibendo più varietà rispetto all’andamento al risparmio della rivale durante il resto dell’anno.

Nel resto del mondo indipendente, fra America, Europa e via dicendo, talvolta capita che le federazioni non riescano a impostare stage

Questo li porta a usare proiettori al posto degli schermi, e fa sì che si esibiscano nello stesso palazzetto, piccolo o grande che sia, perché ognuno cerca di combattere con le armi che ha a disposizione.

Il count-out

Un modo secondario di vincere i match è avere l’avversario contato fuori dal ring: nel wrestling americano il conteggio fuori dal ring arriva al 10, in quello giapponese arriva invece al 20: anni prima di vedere veri e propri match di wrestling giapponese notai questa differenza durante una puntata dell’anime Ultimate Muscle, sequel della serie Kinnikuman ben più celebre in Giappone, durante l’arco filler dei Sei Velenosi (se non erro), che mi portò a pormi alcune domande.

In questo match è avvenuto un errore causato dalle differenze culturali

Kota Ibushi partecipò da freelancer (senza contratto fisso ai tempi dell’accaduto) al WWE Cruiserweight Classic. Il torneo, organizzato nel 2016 dalla più famosa federazione americana del settore, portò all’invito di pesi leggeri da tutto il mondo per ridare vita alla loro categoria cruiserweight (e di lì a poco nacque il programma 205 Live proprio per mostrare il talento degli atleti WWE sotto le 205 libbre di peso). Nei quarti di finale Ibushi era impegnato contro Brian Kendrick, che colpì il lottatore giapponese con una manovra al collo fuori dal ring, e per riprendersi, Kota è stato fuori oltre i 10 secondi americani ignaro della differenza culturale.

Questo portò a una momentanea e inaspettata vittoria di Kendrick perchè gli arbitri sono chiamati a officiare le contese in maniera credibile, senza interrompersi per riprendere eventuali errori degli atleti quando risulta a loro impossibile farlo. Fortunatamente il match era registrato, e facendo ripartire la contesa il montaggio riuscì a cancellare questa clamorosa debacle.

I vari “generi” di wrestling

Il wrestling è bello perchè è vario, ma certe volte le sue diverse tipologie non trovano casa sotto la stessa federazione. Regola generale un po’ in tutto il mondo è quella che vede il Backyard Wrestling (wrestling da cortile) e il Wrestling Ultraviolento come generi di nicchia e presentati da federazioni specializzate, adatti principalmente ad appassionati che reggono la visione di scene cruente e gradiscono l’uso di puntine, tubi al neon, filo spinato, vetro, e chi più ne ha più ne metta…

Asuka difende i WWE Women’s Tag Team Championships, che deteneva con Kairi Sane, nel main event di TLC 2019 in un match che prevede Scale, Tavoli e Sedie.

In Messico la maggior parte degli eventi è composto da numerosi match in coppia o soprattutto in trio

Gli incontri singoli vengono infatti riservati ai match più importanti per le rivalità più accese, nei quali si sfocia nelle Luchas de Apuestas, dove vengono messe in palio i capelli o le maschere dei lottatori. Le cinture finiscono in secondo piano a questi incontri personali, e per ogni classe di peso diversa è possibile vedere una cintura adatta. Spesso gli incontri messicani vengono vinti vincendo due volte su tre nello stesso match.

In Giappone le più grandi federazioni sono unicamente maschili o femminili

La stessa DDT (una federazione molto variegata e nella quale spesso partecipano donne) ha nella Tokyo Joshi Pro Wrestling la sua sorella dedicata unicamente al wrestling femminile. Le categorie di peso maschile sono spesso limitate ai Jr. Heavyweight (tassativamente sotto i 100 kg) e gli Heavyweight, con cinture dedicate alla competizione singola e a quella di coppia. Le cinture Openweight danno la possibilità di incontri insoliti fra le due divisioni e sono un’aggiunta abbastanza recente, sia in competizione singola che a squadre, mentre cinture intermedie sono state introdotte per avvicinarsi al pubblico occidentale e dare interesse al resto degli eventi. In Giappone è raro vedere nelle federazioni principali l’uso di oggetti come condizione di vittoria di un incontro oppure la presenza di incontri a 3, 4, 5 uomini o squadre. Angolo rosso o angolo blu, buoni contro cattivi è in genere la norma. Per mischiare le carte in tavola viene data grande importanza ai tornei annuali, singoli o di coppia.

Nelle grandi federazioni americane televisive spesso abbiamo sia donne che uomini, si fa uso di gabbie o armi, e match a più persone

E questo implica più possibili vincitori dei soli A o B (che ci riferiamo a singoli o squadre). La componente televisiva gioca ruoli fondamentali nella presentazione del prodotto, e se l’immagine è generalmente la più riuscita al mondo, il lottato spesso ne si risente: i match dal freno a mano tirato sono i più comuni in TV, in modo da preservarsi per le numerose tournée e rendere gli eventi a pagamento “speciali”. È quindi più facile andare incontro ad un finale chiaro negli eventi a pagamento, mentre gli show televisivi aggiungono capitoli che arricchiscono la storia, se riusciti ,o allungano il brodo, se falliti.

Le federazioni indipendenti hanno meno limitazioni su quanto è loro permesso

Ogni ambiente decide se presentare un prodotto family friendly o più professionale, ma hanno più limitazioni per quanto riguarda il budget a loro disposizione. Anche in questo caso sono presenti federazioni esclusivamente femminili, e la maggior parte delle federazioni ultraviolente o backyard va racchiusa all’interno di questo grande gruppo. Il maggior numero di atleti muove i suoi primi passi proprio nelle indie e nelle scuole a loro collegate, mentre gli altri atleti si formano direttamente nei settori di sviluppo delle Super Potenze.

Pensate sia finita qui? Ovviamente no! Ma c’è un tempo e un luogo per ogni cosa. Torneremo ad approfondire questo argomento con un nuovo articolo, ma nell’attesa, fateci sapere tutte le vostre opinioni o pareri a riguardo nei commenti.


Siete ansiosi di saperne di più sul Pro Wrestling giapponese? Date uno sguardo alla pagina Facebook gestita da Niccolò (in lingua inglese) Turn Tweener Wrestling.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Niccolò Vitali
Grande appassionato di persone, perlopiù svestite, che entrano in uno stadio, accompagnate da musica e fuochi d’artificio, per combattere match di wrestling in tutto il mondo. Grande fan di numerose saghe JRPG, principalmente targate SQUARE ENIX, divora una discreta quantità di anime stagionalmente, talvolta a velocità aumentata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games