Pokémon Sole e Luna: rivelato Turtonator

Pokémon Sole e Luna

Nel corso del Gamescom 2016 di Colonia, Nintendo e The Pokémon Company hanno tenuto un evento speciale totalmente dedicato a Pokémon Sole e Luna, i due nuovi giochi di settima generazione in arrivo il prossimo 23 novembre in Europa su Nintendo 3DS.

Quello che potete ammirare di seguito è quindi il trailer di annuncio per Turtonator, Pokémon di tipo Fuoco/Drago con l’abilità Guscioscudo. Di seguito al video, tutti i dettagli resi noti dal sito ufficiale.

Pokémon Sole e Luna – Turtonator, trailer di annuncio

Turtonator

TurtonatorCATEGORIA: Pokémon Tartabomba
TIPO: Fuoco/Drago
ALTEZZA: 2,0 m
PESO: 212,0 kg
ABILITÀ: Guscioscudo

Vive nei vulcani e si ciba di zolfo e di altri materiali, che vanno a costituire lo strato esplosivo del suo carapace. Se viene colpito, dagli aculei sul suo guscio partono delle scintille che innescano un’esplosione.

Si apposta vicino ai crateri vulcanici confondendosi con le rocce e rimane in attesa delle prede. Appena queste toccano il suo guscio, lo sferza a sua volta con un colpo di coda, provocando un’esplosione.

Una volta innescata, l’esplosione si scatena dall’apertura che ha sul ventre. Questa apertura è anche il punto debole di questo Pokémon: se viene colpito all’addome, subisce notevoli danni.

La sua mossa esclusiva è Gusciotrappola: all’inizio del turno, il guscio diventa una trappola e se il Pokémon viene colpito da una mossa fisica nello stesso turno, si innesca un’esplosione devastante.

Fonte: The Pokémon Company

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.