Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior – Recensione

#TenYearsChallenge superata? Dopo dieci anni dal primo rilascio, il lavoro di Alpha Dream da un lato sorprende, dall’altro non basta. La recensione di Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior

Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior - Recensione

Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior - RecensioneIl castello è sotto attacco, Wendy e Larry hanno raggiunto Lemmy ma non ci hanno aggiornato sulla situazione. Ludwig, il più furbo dei sette, ha sicuramente un piano, e ci ha lasciato alla nostra caccia agli ingredienti per curare quegli stupidi Goomba gonfiati. Che fosse tutta una strategia per allontanarci dal castello? Sua mescolonisità è troppo irascibile, il suo atteggiamento viziato ha fatto allontanare il più forte dei Bowserotti. Ma è il figlio di sua Immensa Malvagità, Roy avrebbe dovuto chinare la testa e subire. Ed eccolo, che grida e scalpita di nuovo. Iggy non si sa che fine abbia fatto, e Morton è l’unico che resiste ai capricci. Sua gridolosità non capisce che la forza di suo padre viene anche dalla fiducia dei suoi uomini. Vuole assomigliargli, farsi notare, ma sta allontanando tutti. È mio compito di tutore stare al suo fianco, sperando che capisca la lezione. Se ha anche uno solo dei geni di Sua Magnificenza, sono sicuro che questo viaggio servirà a farlo crescere.

Nintendo 3DS è la console portatile della casa di Kyoto più longeva e dura ad andare in pensione. Nonostante ogni tanto abbia ancora qualche spasmo con qualche nuova uscita inedita, come YO-KAI WATCH 3 o il prossimo Persona Q2, questi ultimi mesi sono trampolino per remastered e porting. È un po’ lo stesso di quel che accade su Nintendo Switch, solo che dal canto suo, 3DS è retrocompatibile con tutta la libreria Nintendo DS, riducendo di una grossa fetta i titoli bisognosi di una rimasterizzazione sulla suddetta console portatile. Fino a quando Nintendo si limitava a convertire titoli dell’era GameCube come Luigi’s Mansion, o Wii U, come Yoshi’s Wooly World, allargandone la fascia d’utenza anche ai possessori di 3DS, compiva una mossa corretta e economicamente vantaggiosa.

Perfino il remake di Mario & Luigi Superstar Saga, uscito nel 2017, era un’operazione indovinata, anche con la minima aggiunta della modalità dedicata agli scagnozzi di Bowser. Superstar Saga è uno dei giochi di ruolo migliori dell’era GBA, e la sua versione 3DS gli fa onore e lo rende disponibile per tutti coloro che hanno imparato ad apprezzare la saga solo su DS con i capitoli successivi. La serie di Alpha Dream è, insieme al Paper Mario di Intelligent System, lo spin-off che riesce a dare dignità ai personaggi del Regno dei Funghi, oltre che ad un gameplay solido ed efficace. Con l’avvento di Superstar Saga, tutti e cinque i capitoli della serie sono diventati finalmente disponibili su 3DS: un remake, due episodi retrocompatibili e due esclusivamente pensati per l’immortale portatile. Il secondo e terzo gioco della serie sono tutt’ora giocabili grazie alle cartucce per DS, a prezzi ancora convenienti.

  • Titolo: Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior
  • Piattaforma: Nintendo 3DS
  • Versione analizzata: Nintendo 3DS (PAL / EU)
  • Genere: JRPG
  • Giocatori: 1
  • Software house: Nintendo
  • Sviluppatore: Alpha Dream
  • Lingua: Italiano (testi)
  • Data di uscita: 25 gennaio 2019
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • DLC: nessuno
  • Note: versione rimasterizzata del terzo capitolo per DS, storia inedita dedicata a Bowser Jr. con supporto agli amiibo (Mario, Luigi, Peach, Bowser, Bowser jr., Koopa, Goomba e Boo) per oggetti extra

Ecco perché l’annuncio della remastered di Viaggio al Centro di Bowser, nonostante i dieci anni dalla prima uscita, piuttosto che un nuovo episodio o capitolo per Nintendo Switch, mi ha fatto leggermente storcere il naso. Dallo scorso 25 gennaio, è disponibile su Nintendo 3DS Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser + Le avventure di Bowser Jr., la riproposizione del terzo capitolo (saltando a piè pari il secondo) con l’aggiunta di un’inedita avventura dedicata al figlio del tiranno del Regno dei Funghi. Varrà la pena dedicarci il proprio tempo e rispolverare il 3DS?

L’indigestione di Bowser

Se siete freschi di Superstar Saga e non avete mai giocato Viaggio al Centro di Bowser, è facile capire perché Alpha Dream abbia preferito riproporre questo terzo episodio rispetto ai viaggi temporali di Fratelli nel Tempo, ovvero il collegamento tra i nemici. Il malvagio Sogghigno, una volta allievo della strega Ghignarda, ha un nuovo piano per conquistare il regno dei funghi. Il mentecatto stregone ha diffuso nel reame un particolare micete in grado di gonfiare chi lo assaggia. Mentre i Toad e i Goomba iniziano a gonfiarsi a dismisura, la Principessa Peach indice una riunione nazionale delle più famose facce del regno per capire il da farsi. Ovviamente tra gli invitati non possono mancare Mario e Luigi, sempre a disposizione per risolvere problemi. Durante la riunione Bowser irrompe nella sala. Il Re dei Koopa non è stato invitato e ha quindi deciso di rapire nuovamente Peach come onesta ripicca. Manco a dirlo, viene sconfitto subito dai due idraulici e ricacciato nella foresta dove incontra lo stesso Sogghigno, pronto ad attuare la fase due del suo piano. Offre un fungo speciale al tiranno, assicurandogli la vittoria contro Mario: si tratta ovviamente di un trucco e, una volta addentato il frutto proibito, Bowser inizia a sentire crampi allo stomaco e ad aspirare tutto ciò che lo circonda. Letteralmente, compresi i fratelli idraulici e la sventurata principessa.

Come da tradizione per la serie di Alpha Dream, questo è solo l’incipit di una lunga avventura che vi terrà compagnia per circa trenta ore, in cui dovrete esplorare l’interno del Re dei Koopa con Mario e Luigi, e affrontare l’armata di Sogghigno nei panni di Bowser mettendo in verticale il 3DS. La storia di Viaggio al Centro di Bowser funziona ancora ed è rimasta praticamente intatta rispetto a dieci anni fa: come accaduto per Superstar Saga infatti sono stati aggiunti solo piccoli dettagli per contestualizzare gli altri capitoli della saga e i due episodi speciali dedicati agli scagnozzi e a Bowser Jr. L’estrema cura riposta nei dialoghi dagli sviluppatori è da sempre uno dei punti di forza dell’intera serie: la verve comica adatta ad un pubblico di tutte le età, non perde l’occasione di giocare coi cliché del Regno dei Funghi rendendo l’intera avventura un viaggio divertente e appagante per i fan dell’idraulico.

Se questo non bastasse, ci troviamo di fronte ad un gioco di ruolo a turni con meccaniche ancora solide ed avvincenti. Come per il cugino di carta, anche in Mario & Luigi saremo chiamati ad occuparci delle statistiche dei nostri personaggi e al premere col giusto tempismo il tasto richiesto per eseguire una lista corposa di mosse. Tra attacchi co-op, salti e martelli, imparare il pattern di ogni singolo nemico e di ogni mossa degli idraulici sazierà il vostro appetito, dandovi soddisfazione ad ogni Fantastico! ricevuto. Il problema più grave di Viaggio al Centro di Bowser + Le avventure di Bowser Jr. non sta nel gioco in sé, che è ancora valido dopo dieci anni, quanto all’averlo già affrontato su DS e poterlo giocare nello stesso modo anche su 3DS. Si sarebbe potuto ovviare creando un remake completo per Nintendo Switch, ripensando le fasi sul secondo schermo o quelle in verticale, dando così un motivo in più per riacquistare questo capitolo.

La spinta giusta

È brutto dirlo, ma al momento l’unico motivo che dovrebbe spingervi all’acquisto di questa remastered avendo già giocato il titolo negli scorsi anni, è Le avventure di Bowser Jr., vero e proprio contenuto inedito per la serie di Alpha Dream. Il figlio di Bowser è protagonista di una storia parallela che, similmente a quanto successo in Superstar Saga, lo vede affrontare una sfida strategica in tempo reale con gli scagnozzi di Bowser e i Bowserotti al seguito. L’avventura di Bowser Jr. è riuscitissima, anche più di Scagnozzi di Bowser. Oltre venti ore di contenuti dedicati al figlio del Re dei Koopa che gli donano una profondità ed evoluzione caratteriale mai vista prima d’ora in nessuno dei titoli dedicati al Regno dei Funghi. Un processo di dignità simile a quello ricevuto da Luigi nel quarto capitolo di Mario & Luigi, solo che questa volta ne sono soggetti Bowser Jr., Kamek, Morton, Ludwig e Roy. Tre Bowserotti, la spalla storica e il figlio di Bowser sotto i riflettori di un’avventura ricca di sorprese e risate, in grado di colmare almeno in parte il peso di una remastered altrimenti inutile. Un viaggio inverso al principale, in cui il piccoletto introdotto ormai diciassette anni fa capisce da cosa trae davvero forza il padre e cresce interiormente. Una profondità psicologica che, come già detto, è presente solo in Mario & Luigi e in Paper Mario.

Dal punto di vista del gameplay invece, troviamo purtroppo la stessa base di Scagnozzi di Bowser. Uno strategico in tempo reale in cui, alla guida di massimo 9 unità scelte tra i cattivoni del Regno, Bowser Jr. dovrà farsi strada in stage da diverse ondate. I nostri soldati attaccheranno automaticamente tranne che durante l’esecuzione di tecniche speciali, in cui saremo tenuti a premere A per ottenere un Fantastico! come accade nel gameplay della serie principale. Proseguendo nell’avventura Bowser Jr. otterrà tre classi, così da permettervi una strategia basata su un triangolo di debolezze-resistenze simile a quello delle armi di Fire Emblem. Ulteriore aiuto sono le azioni capitano, che donano bonus e attacchi speciali, o quelle tenente uniche per ogni Bowserotto o Kamek, a seconda di chi andremo a scegliere per proteggere le spalle di Bowser Jr. La sfida è di difficoltà via via crescente fino alle fasi finali, ma una volta avuto accesso a tutti e sette i bowserotti (Roy e Morton in particolare), l’armata del principino iracondo diventerà inarrestabile. Il purtroppo all’inizio di questo paragrafo è dovuto al senso di appagamento minore rispetto a quello solito dei capitoli principali. Fortunatamente, a differenza di Superstar Saga, dove per giocare al nuovo contenuto bisognava procedere di pari passo nella storia di Mario & Luigi, in questa remastered possiamo affrontare direttamente (e anche solamente) l’avventura di Bowser Jr. semplicemente avviando il titolo.

Almeno rifatti gli occhi!

Se il contenuto di Viaggio al Centro di Bowser è immutato, lo stesso ovviamente non si può dire dell’aspetto visivo. Ogni sfondo è stato ripensato da zero, adattandosi a quelli presenti negli altri capitoli per 3DS. Alcuni eventi sono stati completamente riprodotti in 3D e, sempre visivamente parlando ci troviamo davvero davanti ad un prodotto qualitativamente migliore dell’originale. Sempre imperdibile invece la colonna sonora, solida come dieci anni fa con le nuove aggiunte dedicate a Bowser Jr sempre composte da un’instancabile Yoko Shimomura. Purtroppo, ancora una volta, questo non basta a spingere a riacquistare a prezzo pieno un prodotto già giocato e che probabilmente (nel mio caso sicuramente) è ancora in libreria.

Forma un’insolita alleanza con il re dei Koopa per sconfiggere il malvagio Sogghigno in Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior, una versione migliorata di una classica avventura RPG, in esclusiva per le console della famiglia Nintendo 3DS!

Acquista Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Junior per Nintendo 3DS o per Xbox One seguendo questo link al prezzo speciale di 39,99 €. Uscita prevista per il 25 gennaio 2019. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

A chi consigliamo Mario & Luigi Viaggio al Centro di Bowser + Le avventure di Bowser Jr.?

Se non avete giocato al terzo capitolo di Mario & Luigi su Nintendo DS, non c’è alcun motivo per cui non comprare questa remastered. Al contrario, se avete già giocato tutti i titoli della serie, compratelo solo se siete consci che l’unico contenuto davvero inedito è la storia dedicata a Bowser Jr. e ai Bowserotti. Una trama della stessa qualità della principale e curata nei dialoghi come solo Alpha Dream è in grado di fare coi personaggi del Regno dei Funghi.

  • Gameplay ancora solido e trama riuscita
  • Comparto grafico rifatto da zero
  • Le Avventure di Bowser Jr. è ben scritto e divertente…
  • Oltre 40 ore di contenuti…

  • … Ma potrebbe non valere il riacquisto se avete già giocato la trama principale su DS
  • …Dimezzate se lo avete già giocato
  • Difficoltà in discesa man mano che si prosegue
Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser
2.8

Sempre un ottimo RPG, ma bisogna andare oltre

Personalmente, da estimatore dell’intera saga di Alpha Dream, mi fa malissimo bocciarne un prodotto, non per qualità in sé, ma per l’intera operazione di remastered. Nonostante abbia amato i dialoghi e la storia di “Le avventure di Bowser Jr.”, per tutta la durata del gioco mi son ritrovato a pensare se il viaggio al fianco del figlio di Bowser valesse il prezzo del biglietto. Perché Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser è ancora lì nella mia libreria, nella sua versione DS, ed è facilmente acquistabile sui venti euro su un noto sito di ecommerce, e grazie alla mai troppo lodata retrocompatibilità di 3DS, ancora giocabilissimo con delle meccaniche consolidate nel tempo. Per cui invidio coloro che non l’hanno giocato dieci anni fa, e si troveranno di fronte quaranta e oltre ore di contenuti per cui potete inciccionire il voto qui a fianco di un punto intero, mentre chi come me già possiede la versione DS, farebbe meglio ad aspettare un rilascio stand alone di Bowser Jr. (che funzionerebbe comunque) o un possibile saldo. Alpha Dream, è ora di guardare avanti e offrirci un sesto capitolo inedito, magari su un’altra console ibrida, che dici?

Kisu
È un paladino della legge, un combattente che veste alla marinara, ed è qui per parlarvi di roba che nessun altro ha voglia di trattare. E lo farà in nome della luna, e della sacra barba.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*