Yakuza: il producer parla di 0-2, di City Hunter, di Switch e Xbox One

Yakuza

La redazione di Gameblog.fr ha avuto l’onore di intervistare Daisuke Sato, producer della serie di Yakuza. Assieme a lui hanno discusso del potenziale arrivo della serie di Ryū Ga Gotoku su Nintendo Switch e Xbox One, delle possibilità che esista effettivamente uno Yakuza 0-2, del sequel di Binary Domain e altro ancora. Vi riproponiamo di seguito i punti salienti dell’intervista.

Riguardo Yakuza 0-2: “Brancoliamo ancora nel buio più totale, non vi è ancora in sviluppo un particolare progetto per Yakuza 0-2. Tuttavia, se ciò dovesse accadere, riguardarebbe ancora i giovani Kiryu e Majima.”

Riguardo uno spin-off di Yakuza ambientato nel mondo di City Hunter: “È una domanda che mi viene chiesta spesso. Tecnicamente, sarebbe possibile. Dopotutto, la storia di City Hunter è ambientata a Shinjuku, abbiamo un punto in comune che rende il tutto effettivamente possibile. Ora, capire se sarebbe da fare o meno è un’altra quesitione, perché è importante che i due universi riescano a combaciare il più possibile. Nel caso di Fist of the North Star, avevamo due universi totalmente separati: da un lato il mondo reale, dall’altro uno post-apocalittico tratto da un manga, ma a livello di personaggi ha funzionato davvero bene. Quando pensiamo ai protagonisti di Yakuza e a quelli di Ken il Guerriero troviamo un sacco di elementi in comune: personalità, modi di agire e comportamenti che si assomigliano davvero parecchio. È per questo che siamo stati in grado di realizzare qualcosa di così efficace. Vorremmo focalizzarci su questi punti.”

Riguardo la serie di Yakuza sulle altre console: “Se vogliamo essere realisti su ciò che è accaduto in passato, Yakuza 1&2 HD per Wii U è stato un grosso fallimento. Nonostante ciò, ci impegnamo il più possibile a sviluppare per molteplici piattaforme in modo da attirare quanta più gente possibile e allargare il nostro pubblico. Tuttavia, parlando di Nintendo Switch, sono convinto che non si tratti della piattaforma ideale per sviluppare giochi di Yakuza. Probabilmente la gente non si aspetta questo tipo di giochi su Switch. Probabilmente sono abituati a tutt’altra tipologia di titoli. Potrebbe non essere la piattaforma ideale. Per quanto riguarda Xbox One, possiamo prenderla in considerazione, gli utenti della console Microsoft potrebbero essere più propensi a giocare titoli come Yakuza. È una possibile opzione.”

Riguardo Binary Domain 2: “Per quanto possa dipendere da me, adorerei lavorare al sequel di Binary Domain. Si tratta solo di questioni pratiche e amministrative. Dipende tutto da SEGA, se decideranno o meno di darci questa possibilità.” (ride)

Riguardo il ritorno di Shun Akiyama: “Mmh… perché no?” (ride)

ATTENZIONE! Quest’ultima domanda contiene spoiler su Yakuza 6: The Song of Life e sul suo finale. Non proseguite oltre se non volete rovinarvelo.

Riguardo Yakuza 6 e l’ultima apparizione di Kazuma Kiryu: “Non è morto, e questo vuol dire che non scomparirà totalmente dalla circolazione. Potremmo rivederlo, un giorno.”

Fonte: Gameblog.fr via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*