Gravity Rush 2: tanti nuovi dettagli e 11 minuti di gameplay

Gravity Rush 2

Sony Computer Entertainment Japan ci mostra oggi un video di gameplay per GRAVITY DAZE 2, della durata di ben 11 minuti, direttamente da uno streaming durato ben 27 ore. Tramite la trascrizione di Games Talk siamo in grado di fornirvi alcune nuove informazioni sul gioco, che arriverà anche in occidente col nome di Gravity Rush 2, e sulla serie animata che ne accompagnerà l’uscita. Trovate tutto di seguito al video.

  • La serie animata sarà ambientata qualche mese dopo Gravity Rush e poco prima degli eventi di Gravity Rush 2. Verrà prodotta da uno studio d’animazione giapponese parecchio rinomato e verrà rilasciato nel corso del 2016.
  • Tutti gli elementi di gameplay stanno subendo rifiniture, mettendo al centro le azioni che influiscono sulla gravità.
  • Il termine chiave sarà Lively Action. Il loro obiettivo è quello di sfatare il falso mito secondo cui l’industria videoludica giapponese sarebbe superata.
  • L’ambientazione è una città dall’atmosfera etnica simile al Sud Asia o al Sud America.
  • Saranno presenti funzioni di comunicazioni asincrone, come l’invio di foto in-game verso gli amici.
  • La città galleggia in aria come se si trovasse sulla cresta di un’onda. Potremo godere di esperienze catastrofiche come un grosso agglomerato cittadino che si tramuta in un nemico.
  • La varietà di nemici, che include umani e macchine, è stata ulteriormente incrementata.
  • Tutti i personaggi principali del gioco precedente faranno la propria apparizione.
  • Raven sarà presente nelle vesti di partner e di fido alleato che utilizza mosse speciali in contemporanea a Kat.
  • I momenti in cui combatteremo al fianco di Raven saranno dettati dalla trama, non potremo quindi richiamarla ogni qual volta lo vorremo. Siccome molti giocatori vorrebbero utilizzare Raven come la protagonista, la produzione sta seriamente prendendo in considerazione l’idea.
  • Sarà possibile cambiare fra le tre caratteristiche gravitazionali attraverso il sistema chiamato Attribute Tune: lo stile normale è quello del primo gioco, il Lunar sarà più leggero e rapido (grossa mobilità e senza consumo di energia gravitazionale) mentre il Jupiter sarà più pesante e più potente (con movimenti più lenti e capacità di parere).
  • Ci sarà una Photo Mode che permetterà di posizionare liberamente una serie di oggetti, di creare scenari e di scattare foto con Kat utilizzando filtri opzionali.
  • Le dimensioni della mappa saranno di 2,5 volte quella del gioco precedente. L’interazione con gli scenari e il numero di missioni saranno presenti in quantità maggiore.
  • L’obiettivo dei developer è quello di arrivare a 50 missioni secondarie.
  • Sebbene sia difficile riuscire a quantificare lo stadio di sviluppo generale, sono stati prodotti fra il 30 e il 40% dei punti interattivi negli scenari di gioco.
  • Il titolo avrà a disposizione una dimensione alternativa, abbonante in termini di assortimento.
  • Alla cura delle scenografie viene data particolare attenzione, nuvole bianche e cielo blu si prestano bene alla gestione delle luci di PlayStation 4.
  • Il volume principale del gioco sarà maggiore di quello di Gravity Rush, che durava dalle venti alle venticinque ore, e saranno presenti elementi da giocare dopo aver portato a compimento l’avventura finale.
  • Si potrà giocare anche se non si conosce la storia del primo capitolo, ma ovviamente chi lo ha giocato ne trarrà giovamento. Potrebbe anche esserci qualcosa in serbo per chi ha file di salvataggio per gioco precedente.
  • Koehei Tanaka, che ha composto la colonna sonora del primo Gravity Rush, è al lavoro su quella del sequel. I generi musicali abbracciati, stavolta, saranno meno di nicchia.
  • Molto impegno è riversato nel doppiaggio del gioco, che utilizzerà un linguaggio immaginario. Saranno presenti anche scene di conversazione con Raven.
  • La Photo Mode comprenderà un sistema chiamato Photo Ghost che ci permetterà di trovare elementi trasparenti all’interno della città, di valutarli in base al nostro gradimento usando il like, e anche di condividerli via Twitter.
  • Il gioco non sarà compatibile con Playstation VR.
  • La componente online ci permetterà di dare suggerimenti a nostri amici riguardo alla locazione di tesori utilizzando le foto, e si sta anche prendendo in considerazione una modalità Time-Attack,  che implementerebbe sia un ranking on-line, sia la possibilità di gareggiare contro dei ghost condivisibili. È al vaglio l’integrazione di altri elementi on-line esclusivi per il post-game.
  • L’obiettivo è quello di rendere Gravity Rush una serie una IP che regga nel tempo, anche più di vent’anni.
  • Sarà presente un numero maggiore di costumi aggiuntivi, si pensa a qualcosa tipo costumi di Halloween.
  • Saranno presenti contenuti aggiuntivi da scaricare, ma li si vorrebbe sfruttare in modo diverso rispetto al gioco precedente.

Fonte: Sony Computer Entertainment via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Avatar
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, cinema e tanto altro.
ilCirox Channel - Memes, offerte e games