Donkey Kong Country: Tropical Freeze - Recensione (Nintendo Switch)

Donkey Kong Country: Tropical Freeze – Recensione (Nintendo Switch)

La famiglia Kong sbarca su Nintendo Switch grazie a Donkey Kong Country: Tropical Freeze, porting riveduto e corretto dell’omonimo titolo per Wii U

Ehilà scimmioni! Benvenuti a Vola & Compra con Funky! Se avete delle monete, ho quello che fa per voi! Che tempismo perfetto! Ero giusto rimasto a secco di monete banana! Ne hai qualcuna per caso? Ma che ci fanno tutti questi pinguini qui?! Ah, che brutta storia… Fate attenzione là fuori, Kong, Quest’isola pullula di creature che non vedono l’ora di farvi la festa! Quei pinguini puzzolenti vedranno di che pasta sono fatti i Kong! Questi nevichinghi non ci volevano… Proprio ora che volevo andare a fare surf! — Funky Kong

A quattro anni di distanza dal lancio su Wii U arriva Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Nintendo Switch, versione rimasterizzata dell’ultimo capitolo della saga dedicata alla più famosa famiglia di scimmie del panorama videoludico. Grazie ad alcune migliorie e alla possibilità di giocare nei panni di Funky Kong, presente nell’originale solamente come NPC, il titolo è un vero e proprio debutto per la famiglia Kong sulla nuova console della casa di Kyoto. Ma come si saranno comportate i divertenti primati sulla nuova piattaforma di gioco?

  • Titolo: Donkey Kong Country: Tropical Freeze
  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Genere: Platform
  • Giocatori: 1-2
  • Software house: Retro Studios
  • Sviluppatore: Nintendo
  • Lingua: Italiano (testi)
  • Data di uscita: 4 maggio 2018
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • DLC: nessuno
  • Note: disponibile in edizione limitata con portachiavi di Funky Kong e set di adesivi

È un giorno di festa nella tropicale isola di Donkey Kong, oggi infatti si celebra il compleanno della scimmia più avventurosa e divertente di sempre. Per festeggiarlo si sono riuniti tutti i membri della sua famiglia allargata, troviamo il nonno Cranky Kong e il suo compagno di avventure Diddy Kong assieme alla sua fidanzata Dixie Kong. Ma durante i festeggiamenti delle misteriose navi provenienti da un algido paese del nord si avvicinano all’arcipelago in cui è situata l’isola, riuscendo a passare inosservate agli occhi della famiglia.

Proprio mentre Donkey Kong stava per soffiare le candeline sulla sua torta a forma di banana, un cristallo di neve si posa sulla fiammella spegnendola. Dalla flotta infatti un misterioso personaggio suona un corno dai poteri mistici che, con un solo soffio, evoca un potentissimo vento gelido che riesce a intrappolare nel ghiaccio l’interno arcipelago. La famiglia Kong viene letteralmente fatta volare via dalla propria casa per ritrovarsi in un’isola vicina, dove si rendono conto del drastico cambiamento climatico. Ma non è tutto, l’isola è infatti stata invasa dai Nevichinghi, i temibili conquistatori del nord.

Il gruppo capitanato dallo scimmione con la cravatta dovrà così iniziare un vero e proprio giro delle isole per riuscire a riportare il caldo nell’arcipelago e recuperare la propria casa. Ad aiutarli nella loro avventura accorrerà uno storico alleato, Funky Kong. Armato della sua celebre tavola da surf, lo scimmione fornirà supporto alla famiglia di primati gestendo un comodissimo negozio all’interno del quale potranno fare scorte di oggetti fondamentali per procedere nella loro missione. È tempo per i Kong di rispedire i Nevichinghi da dove sono arrivati!

99 scimmie saltavano sul letto…

Dal punto di vista del gameplay Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Switch è un classico platform a scorrimento orizzontale, come da tradizione per la saga, in cui potremo esplorare aree tridimensionali. Il nostro personaggio principale sarà proprio Donkey Kong, con il quale dovremo superare non solo tutti gli ostacoli che ogni livello ci riserverà, ma anche stare attenti i temibili Nevichinghi che cercheranno in ogni modo di darci del filo da torcere. Sul nostro cammino troveremo inoltre tantissimi collezionabili e una marea di banane che aspettano solamente di essere mangiate dalla più celebre famiglia di scimmie del mondo dei videogames.

Ma l’amatissimo protagonista non sarà solo nel suo cammino, in alcuni livelli capiterà infatti di trovare dei barili con i quali potremo evocare uno dei suoi celebri alleati. Ognuno di essi non solo aumenterà la scorta di cuori del protagonista, ma gli permetterà di compiere azioni extra spesso fondamentali per poter proseguire. Diddy Kong ci darà la possibilità di prolungare il tempo in cui staremo a mezz’aria grazie al suo razzo, Dixie Kong invece utilizzerà la sua chioma bionda per permetterci di effettuare un doppio salto, infine nonno Cranky Kong sfrutterà il suo bastone per permetterci di saltare sopra le superfici accuminate.

Faranno il loro ritorno anche i livelli subacquei, quelli a bordo di Rambi, celebre rinoceronte capace di abbattere ogni ostacolo col suo poderoso corno, o dove dovremo pilotare un carrello da miniera o una botte razzo all’interno di ambientazioni che metteranno a dura prova i nostri riflessi. Fortunatamente grazie al negozio di Funky Kong potremo acquistare alcuni potenziamenti capaci di diminuire la difficoltà dell’avventura, come ad esempio dei cuori extra o la possibilità di essere riportati in vita dopo una caduta.

B-B-B-Bird is the word

L’unica vera novità di Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Switch rispetto alla sua controparte per Wii U è l’introduzione della modalità Funky. Durante la creazione del nostro primo salvataggio ci verrà infatti chiesto di scegliere tra la modalità classica, che resterà invariata da quella vista su Wii U, o di scegliere la facilitata modalità Funky. In questa modalità infatti sia il protagonista che i suoi alleati possiederanno un cuore extra, avremo più spazi utilizzabili nell’inventario e gli oggetti costeranno meno e saranno decisamente più efficaci. Una volta scelta la modalità con cui giocare non sarà possibile cambiarla, il salvataggio rimarrà dunque legato alla modalità di gioco scelta.

Ma non è tutto, la vera novità è infatti l’introduzione di Funky Kong come personaggio giocabile. Utilizzando Funky all’interno dei livelli non troveremo più i barili che ci permetteranno di evocare un alleato, per il semplice motivo che il simpatico surfista possiede già tutti i poteri della famiglia Kong. Grazie alla sua tavola da surf può infatti effettuare un doppio salto, restare a mezz’aria più a lungo o muoversi su terreni acuminati senza subire danni. Inoltre Funky avrà a sua disposizione ben cinque cuori ed è capace di respirare sott’acqua, è dunque senza dubbio il personaggio migliore per chi vuole un’esperienza di gioco più semplice.

Grazie alla caratteristiche di Nintendo Switch inoltre giocare in compagnia non è mai stato così semplice. Basterà infatti utilizzare i due Joy-Con singolarmente per vivere l’avventura della famiglia Kong assieme ad un amico. Il giocatore uno potrà scegliere se utilizzare Donkey o Funky, mentre il giocatore due avrà la possibilità di scegliere tra Diddy, Dixie e Cranky. La modalità multigiocatore metterà a dura prova le capacità cooperative di chi la utilizza, il rischio dei due giocatori di ostacolarsi a vicenda è infatti molto alto, ma i risultati sono sempre divertentissimi.

La giungla ci attende tra mille leggende

Dal punto di vista tecnico Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Switch riesce a raggiungere dei risultati stupefacenti. Graficamente il titolo era già curato nei minimi dettagli su Wii U, e il passaggio alla console ibrida della casa di Kyoto ha migliorato ulteriormente quella che già era un’ottima base. Questa qualità viene mantenuta sia in modalità TV che giocando in portatile, con l’unica differenza che in quest’ultima avremo una risoluzione leggermente più bassa.

Il comparto sonoro del titolo mantiene gli standard tipici della serie, grazie ad una colonna sonora stupendamente orchestrata e composta da brani capaci di farci immergere ulteriormente nelle aree di gioco. Pur essendo totalmente assenti i dialoghi, la famiglia di scimmie è capace di farsi capire al volo dal giocatore non solo grazie ai loro versi ma soprattutto per via dell’espressività facciale che la software house è riuscita a donare ai suoi personaggi.

Una delle caratteristiche principali che da sempre contraddistingue la saga di Donkey Kong è la sua difficoltà, che fortunatamente torna a tormentare i giocatori anche in questo capitolo. Questa però calerà drasticamente scegliendo di giocare utilizzando la modalità Funky, decisamente meno punitiva grazie a tutti i bonus che verranno concessi a chi la sceglierà. Difficoltà che verrà poi praticamente abbattuta decidendo di utilizzare Funky Kong che, per via delle sue abilità peculiari, è forse più consigliato a chi non si è mai approcciato con la saga prima d’ora.

A chi consigliamo Donkey Kong Country: Tropical Freeze per Nintendo Switch?

La sfortunata e breve vita di Wii U ha fatto in modo che l’originale Donkey Kong Country: Tropical Freeze non potesse essere apprezzato da tutti gli amanti della saga. Fortunatamente però Nintendo ripropone il titolo, apportando qualche miglioria e modifica, su Switch permettendo così di poterlo recuperare a chiunque l’avesse perso in precedenza.

Stiamo però comunque parlando di un gioco virtualmente identico, quindi chi ha avuto già modo di giocarlo in passato forse farebbe meglio ad aspettare un calo di prezzo, in quanto non troverebbe poi così tante novità.

  • Ottimo connubio tra grafica e sonoro
  • Difficile al punto giusto
  • L’introduzione di Funky come personaggio giocabile…

  • …Che però rende il titolo troppo semplice
  • Prezzo troppo alto per chi l’ha giocato su Wii U
  • Poche novità rispetto all’originale