Tokyo Revengers: i personaggi del manga di Ken Wakui

Tokyo Revengers: i personaggi del manga di Ken Wakui

Tokyo Revengers è di sicuro uno degli anime più apprezzati di questo 2021. Adattato dallo studio Liden Films da un manga scritto e disegnato da Ken Wakui, che ha iniziato la pubblicazione nel 2017, è attualmente disponibile in streaming legale sulla piattaforma Crunchyroll. Uno dei principali punti di forza di questa serie sono i suoi particolarissimi personaggi, ognuno con un carattere e una motivazione differente; da questo nascono tutti gli intrighi e i twist della trama, vera punta di diamante di questa produzione anime. Andiamo dunque a vedere i personaggi principali di Tokyo Revengers apparsi anche nell’anime, una loro breve biografia e il ruolo che ricoprono all’interno della trama.

Takemichi Hanagaki

Il protagonista della storia. Inizialmente ci viene presentato come un ragazzo di 26 anni disilluso dalla sua vita, solo e con un lavoro senza sbocchi; un giorno, un incidente in una stazione della ferrovia gli fa scoprire un particolare potere; poter tornare indietro nel tempo di dodici anni, a quando era un semplice delinquentello delle medie appartenente alla Tokyo Manji Gang, un gruppo di bosozoku che, nel presente di Takemichi, è diventata una vera e propria organizzazione a delinquere. Dopo l’incontro con Naoto Tachibana, Takemitchy (questo il soprannome datogli dai suoi amici) cerca di tornare nel passato per impedire che la Tokyo Manji Gang diventi malvagia e arrivi persino ad uccidere la sorella di Naoto, Hinata. Non è molto bravo a combattere ed è un po’ piagnucolone, ma possiede una forza di volontà incrollabile e una resistenza fuori dal comune, che gli permette di incassare decisamente tante botte.

Manjiro Sano (Mikey)

Manjiro Sano, conosciuto da tutti anche come Mikey, è il presidente originario e uno dei fondatori della Tokyo Manji Gang. Nella linea temporale originale, è diventato un leader spietato per motivi inizialmente imprecisati e ha reso la Toman una delle organizzazioni criminali più pericolose del Giappone. Mikey ha eccellenti capacità di combattimento, concentrata principalmente nei suoi potentissimi calci, e può affrontare e vincere facilmente contro più avversari anche da solo. Mikey è stato colui che ha fatto entrare Takemichi nella Tokyo Manji Gang, riconoscendo il protagonista come suo amico. Mikey è il vero pilastro della Toman, ed è temuto e rispettato sia dai suoi nemici che dai suoi subordinati. È sicuramente uno dei personaggi di Tokyo Revengers più importanti.

Ken Ryuguji (Draken)

Ken Ryuguji, noto anche come Draken, è il braccio destro di Mikey, vicepresidente e uno dei fondatori della Toman. Il suo ruolo è davvero quello di essere l’incrollabile guardia del corpo di Mikey, aiuta a guidarlo verso le scelte giuste essendo anche il suo migliore amico. Proprio come Mikey, anche Draken è un eccellente combattente, dotato inoltre di una resistenza sovrumana, permettendogli di resistere anche nei combattimenti più disperati.

Keisuke Baji

Keisuke Baji è l’ex capitano della prima divisione della Tokyo Manji Gang ed è il migliore amico d’infanzia di Mikey. Farebbe qualsiasi cosa per i propri amici. Baji è eccezionale anche nei combattimenti. Può facilmente sconfiggere grossi gruppi di delinquenti a mani nude. È inoltre uno dei membri più intelligenti e calcolatori della Toman. È un personaggio che ama la scarica di adrenalina che lo investe combattendo, e può diventare un vero e proprio selvaggio durante le risse a causa della sua personalità focosa.

Chifuyu Matsuno

Chifuyu Matsuno è il vice-capitano della 1a Divisione della Tokyo Manji Gang. È fedele alla Toman e al suo capitano, disposto a fare qualsiasi cosa per loro anche a costo della vita. Chifuyu è un individuo freddo e composto che riesce ad escogitare piani anche in condizioni di forte stress. Chifuyu è anche un forte combattente e in genere odia le persone che ostentano la loro forza per disprezzare gli altri. Ha un forte senso morale e difende chiunque sia in difficoltà se questa persona è meritevole del suo rispetto.

 

Takashi Mitsuya

Takashi Mitsuya è il capitano della seconda divisione della Tokyo Manji Gang e uno dei suoi fondatori. Sempre positivo e ottimista, è colui che riesce a infondere positività in tutto il gruppo. Takashi preferisce anche evitare qualsiasi combattimento se non necessario, anche se quando capita non si tira indietro. È un modello da seguire per le sue sorelle. Takashi ha i capelli viola e gli occhi azzurri e un tatuaggio sulla tempia che ricorda quello di Draken. Come capitano della seconda divisione, è anche un ottimo combattente, nonostante sia uno fra i più moderati del gruppo.

Tetta Kisaki

Kisaki Tetta è l’antagonista principale della serie. Kisaki ha sfruttato tutti per i propri scopi, con l’intento di diventare il delinquente più potente del Giappone. Questa sua sete di potere e violenza è alimentata dalla sua ossessione per Hinata Tachibana, di cui ha organizzato l’omicidio nella linea temporale originale. Kisaki è un individuo molto intelligente a cui non importa nulla degli altri Kisaki è quello a cui Takemichi sta dando la caccia poiché è anche il motivo per cui la Tokyo Manji Gang e Mikey sono diventati malvagi. Sicuramente è uno dei personaggi di Tokyo Revengers più cattivi in assoluto.

Kazutora Hanemiya

Kazutora Hanemiya è il leader del gruppo anti-Toman che ha poi formato la gang Valhalla. Non si sa molto di questo personaggio o del motivo per cui ha così tanto odio nei confronti della Toman. Ha riflessi biondi sui capelli e un tatuaggio sul collo. Nella serie è da poco uscito dal riformatorio, dopo aver commesso un grave crimine.

Shuji Hanma

Shuji Hanma è il leader temporaneo della Moebius prima e poi della Valhalla. Era anche l’ex capitano della sesta divisione della Tokyo Manji Gang. È un abile combattente con una lunga storia di violenza in varie bande. Shuji è soprannominato “Zombie” per via della sua disumana resistenza ai pugni. È l’alleato e lo strumento più fidato di Kisaki e lo sostiene sempre in tutti i suoi piani malvagi.

Hinata Tachibana

Hinata Tachibana è l’unica persona che abbia mai amato davvero Takemichi. La sua morte all’inizio del primo episodio dell’anime, nella linea temporale presente, è il motivo per cui Takemichi va nel passato. Conscio di questo, nel passato, Takemichi fa del suo meglio per far sentire Hinata amata e per assicurarsi che sopravviva agli eventi di dodici anni dopo. Hinata è il motore principale che mette in moto tutti gli eventi dell’anime. Sebbene non faccia parte di nessuna banda di delinquenti, è spesso in grado di tenere loro testa con un carattere testardo e coraggioso.

Naoto Tachibana

Naoto Tachibana è il fratello di Hinata Tachibana che è stato salvato da Takemichi nel passato. Naoto è anche il collegamento o il portale che Takemichi usa per andare nel passato tramite una stretta di mano, ed è l’unico a conoscere questo strano potere che possiede solo Takemichi. Naoto decide di diventare un investigatore della polizia ma non è in grado di impedire la morte di sua sorella. Con l’aiuto di Takemichi, entrambi fanno tutto il necessario affinché Hinata rimanga viva nella linea temporale attuale.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Ossessionato da Le Bizzarre Avventure di JoJo e METAL GEAR, pensa che TRIGGER abbia salvato gli anime. Darebbe tutto pur di vedere un nuovo Trauma Center e il finale di Berserk; generalmente ti vuole bene, finché non gli parli di microtransazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*