Metal Gear Solid: Ground Zeroes, un piccolo assaggio delle novità

metal gear solid v the phantom pain cover e3

Alcuni membri della stampa videoludica americana sono stati invitati nella sede di Los Angeles della Kojima Production, per poter avere un piccolo assaggio su Metal Gear Solid: Ground Zeroes, l’effettivo prologo di MGS V: The Phantom Pain.

Ma andiamo in rassegna delle principali novità del nuovo titolo Konami:

  • Come già detto in precedenza Ground Zeroes è il prologo dei The Phantom Pain, ma non è ancora chiaro come verrà distribuito, se in download digitale o retail; Kojima ha affermato senza mezzi termini che “Questa è la prima parte dell’esperienza Metal Gear Solid V.
  • Il sistema di gameplay prevalica la storia: un completo cambio di rotta rispetto ai precedenti capitoli.
  • Non ci saranno tagli per le sequenze animate, il gioco sarà come raccontato senza interruzioni.
  • Ground Zeroes non sarà open world come The Phantom Pain.
  • Attraverso il binocolo Snake potrà marcare i nemici sullo schermo, i quali verranno segnalati con un triangolino rosso sulle loro teste.
  • Nella demo presentata alla stampa, l’HUD è poco presente, compare principalmente quando bisogna compiere azioni come salire le scale o aprire una porta bloccata.
  • Quando vedremo un riflesso lente sul nostro schermo capiremo che Snake è in pericolo, e potremo utilizzare lo stesso fascio di luce del riflettore per distrarre i nemici.
  • Snake potrà usare una torcia posta sotto la sua arma per accecare momentaneamente i nemici.
  • Snake potrà interrogare i nemici.
  • La mappa sarà proiettata da un congegno iDroid in dotazione.
  • La salute di Snake pare auto-rigenerarsi.
  • Il gioco gira a 30FPS sull’attuale generazione, sulla prossima a 60FPS.
  • La versione next-gen verrà mostrata durante il Tokyo Game Show.

Alcune di queste notizie, come la storia messa in secondo piano o la salute auto-rigenerante, sicuramente fanno paura ai fan più sfegatati della storica serie, ma è ancora molto presto per dire l’ultima parola su questo titolo, ormai atteso dal 2008 in tutto il mondo.

Fonte: Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Autore dei meme più memorabili, responsabile di pubbliche relazioni e marketing, è noto per il suo irraggiungibile odio verso FINAL FANTASY XV e per la trademark phrase che accompagna ogni suo video sul nostro canale: “Ma non indugiamo oltre.”