Monster Hunter Generations: erano previste due nuove tipologie di armi

Monster Hunter Generations

In Monster Hunter 4 Ultimate abbiamo assistito all’introduzione di due nuove armi estremamente versatili e tecniche – il Falcione Insetto e la Spad-ascia Caricata – al classico roster di armi delle serie. Grazie al Monster Hunter X Concept Art Book, distribuito nel corso del Monster Hunter Festa di quest’anno, si è venuti a conoscenza del fatto che Monster Hunter Generations (Cross, in Giappone) avrebbe dovuto introdurre un’ulteriore coppia di armi.

La prima, chiamata Hunting Hound, sarebbe stata un’arma di classe Artigliere che prevedeva l’utilizzo di… beh, un cane. L’animale avrebbe avuto una propria armatura (l’artbook mostra il design di un armatura di Kirin) a seconda della quale sarebbe stato in grado di sferrare attacchi unici. Sarebbe stato in grado, inoltre, di scalare le alture più ripide e di cacciare i mostri annusandone l’odore. Il giocatore, grazie a delle combinazioni di tasti (simili a quelle per il Corno da caccia, probabilmente) avrebbe potuto dare dei comandi al compagno, come per esempio di focalizzarsi sulla coda per tagliarla o sulle corna per romperle. Inoltre, l’animale era stato pensato per essere cavalcabile, in modo da potersi spostare più velocemente nella mappa, e il nutrirlo gli avrebbe fatto recuperare salute o stamina.

I concetti del Boomerang Wyvern, invece, appaiono ancor più sviluppati, con combo e attacchi già studiati. Sarebbe stata un’arma pesante, con attacchi ravvicinati simili a quelli dello Spadone, ma molto diversa per quanto riguarda gli attacchi a distanza e le interazioni che il giocatore avrebbe avuto con l’arma ancora a mezz’aria. Il pulsante X avrebbe lanciato il boomerang, la combinazione X+A avrebbe effettuato un colpo verso l’alto e con A il cacciatore avrebbe effettuato un lancio circolare.

Ora, la parte interessante dell’arma: prima di riprendere il boomerang dopo un lancio, pare fosse stata studiata una meccanica grazie alla quale il giocatore avrebbe potuto letteralmente scagliarlo nuovamente in direzione del mostro, sfociando in altre due o più combo avanzate.

L’artbook include, inoltre, ulteriori design per i mostri classici della serie. Per ora, in ogni caso, pare che avere un compagno pet in Monster Hunter resterà semplicemente un sogno.

monster-hunter-generations-01

Fonte: CAPCOM via Siliconera

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Videogiocatore da molto, forse troppo tempo. Amante di tutto ciò che è giapponese, compresi i JRPG e il sushi... Soprattutto il sushi.