Taiko no Tatsujin per Nintendo Switch arriva in Occidente

Taiko no Tatsujin: Drum ‘N’ Fun! è il titolo scelto per il territorio occidentale

Taiko no Tatsujin: Drum ‘N’ Fun!

Lo scorso 15 giugno l’Australian Classification Board (sì, quella che ha ostacolato l’uscita di Omega Labyrinth Z) ha fornito la propria valutazione per l’inaspettato Taiko no Tatsujin: Drum ‘N’ Fun! per Nintendo Switch.

Questo nome ha tutta l’aria di appartenere al videogioco noto in Giappone come Taiko no Tatsujin: Nintendo Switch Version! (o Taiko Drum Master, se preferite) e in arrivo in patria il prossimo 19 luglio, con testi in lingua inglese previsti per la versione asiatica in commercio dal successivo 9 agosto.

Non ci resta che attendere un annuncio ufficiale da parte di BANDAI NAMCO Entertainment e incrociare le dita, la data di rilascio potrebbe essere molto più vicina di quello che potremmo sperare.

La serie di Taiko Drum Master è assente in Occidente dai tempi del titolo originale rilasciato su PlayStation 2, ma per fortuna la fanbase è cresciuta grazie all’importazione (non troppo legale, probabilmente) di cabinati arcade in alcune delle sale giochi superstiti sul nostro territorio. Nella versione occidentale del primo Taiko potevamo trovare canzoni di artisti “nostrani” come Madonna, Britney Spears e i Queen, ma anche la sigla nordamericana di Dragon Ball Z. Ci auguriamo che il passaggio del nome a quello originale nipponico significhi anche che le canzoni del roster originale rimangano intatte: tra queste troveremo quelle di SUPER MARIO ODYSSEY e Splatoon 2, assieme all’immancabile opening theme di Evangelion, CHA-LA-HEAD-CHA-LA di Dragon Ball Z e We Are di ONE PIECE.

Fonte: ResetEra via Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*