BRAVELY DEFAULT II: provata la demo, ecco le nostre impressioni

SQUARE ENIX rilascia a sorpresa una demo per BRAVELY DEFAULT II. Dopo averla esplorata in lungo e in largo, ecco le nostre prime impressioni.

BRAVELY DEFAULT II

Ieri pomeriggio si è tenuto un inaspettato Nintendo Direct che ha lasciato tutti di stucco. Uno dei più importanti annunci ha riguardato senza dubbio BRAVELY DEFAULT II, attesissimo seguito della celebre saga targata SQUARE ENIX la cui uscita è prevista per un generico 2020 su Nintendo Switch. Non solo la software house ci ha permesso di dare una prima occhiata alla storia, ma ha anche annunciato la disponibilità su Nintendo eShop di una demo attraverso la quale la casa dei Chocobo vuole farci provare in anteprima il gioco, e che verrà utilizzata per un futuro questionario su cosa migliorare al suo interno.

Ovviamente non abbiamo perso un istante e, dopo averla scaricata, abbiamo speso qualche ora per scoprire tutti i segreti che si celano al suo interno. Il gioco ci avvisa fin da subito che l’avventura che vivremo all’interno di questa versione di prova è separata dalla trama principale, e che la difficoltà è stata leggermente aumentata per permetterci di testare a pieno i poteri delle classi presenti al suo interno. In questo breve articolo noi di Akiba Gamers abbiamo deciso di raccogliere le nostre prime impressioni su BRAVELY DEFAULT II, sarà riuscito a convincerci?

BRAVELY DEFAULT II

Questa prima avventura nel mondo di BRAVELY DEFAULT II si apre con l’arrivo del gruppo capitanato da Seth nella città di Savalon. Il party è già completamente formato, e abbiamo modo di avere in anteprima un assaggio di quelli che saranno i caratteri dei quattro personaggi principali. Se il marinaio non si sbilancia molto all’interno della demo, abbiamo invece modo di notare fin da subito che Gloria è una persona pratica che non ama perdersi in troppe chiacchiere perché vuole portare a compimento la sua missione. Al contrario Elvis sembra essere il classico personaggio capace di spezzare i momenti di tensione con la sua pigrizia, e per ultima troviamo Adelle con la sua tagliente ironia.

I quattro sono arrivati alla città di Savalon per investigare sulla scomparsa dei quattro Cristalli, e pare proprio che siano vicini a trovare quello dell’Acqua. La città desertica si è infatti trasformata in un vero e proprio lago, con l’acqua che pian piano sta facendo sprofondare tutte le strutture presenti al suo interno. Dopo aver fatto domande in giro, il gruppo deciderà di avventurarsi all’interno delle Rovine Roventi, luogo in cui pare si nasconda una pietra dotata di misteriosi poteri. Quella pietra si rivelerà essere un Asterisco che è purtroppo già caduto nelle mani del pirata Bernard. Per il gruppo è dunque tempo di una nuova battaglia.

Dal punto di vista del gameplay, BRAVELY DEFAULT II non si distacca molto dagli altri capitoli della saga. Anche questa volta il punto di forza del sistema di combattimento ruoterà attorno ai Punti Brave, che ci permetteranno di ottenere turni aggiuntivi per poter effettuare più azioni in battaglia. All’interno della demo saranno presenti cinque classi iniziali, più una sesta che sbloccheremo solamente dopo aver sconfitto Bernard. Anche stavolta sarà possibile selezionare una classe principale e una secondaria, in modo da poter equilibrare la potenza di un personaggio in base al nostro stile di gioco. Per potenziarci ulteriormente inoltre, una volta apprese, potremo assegnare le abilità passive di ciascuna classe anche quando non sarà equipaggiata.

Durante l’esplorazione invece notiamo un’importantissima novità. Per la prima volta all’interno della serie infatti i nemici appariranno sulla mappa di gioco e non avremo più incontri casuali. Attaccarli ci garantirà un vantaggio in battaglia, permettendoci di ottenere fin da subito un Punto Brave per ciascun membro del nostro party. Al contrario, se saranno i nemici ad attaccarci per primi, saranno loro ad ottenere questo vantaggio. All’interno della città di Savalon avremo poi modo sia di acquistare nuovi oggetti tramite il mercante, che di accettare alcune missioni secondarie. Si tratta più che altro di missioni di raccolta, i committenti infatti ci chiederanno di portare loro determinati oggetti che potremo ottenere sconfiggendo dei mostri specifici.

Pur mantenendo intatto lo stile originale della serie, le migliorie a livello tecnico di BRAVELY DEFAULT II si vedono eccome. Dal punto di vista grafico avremo infatti dei modelli poligonali molto più curati, e, mentre il dungeon esplorabile risulta un po’ spoglio, l’ambientazione della città di Savalon è ricca di posti da esplorare ed è stata creata con uno stile brillante e vivace per contrastare i colori quasi monocromatici dell’ambientazione desertica. Purtroppo però questa estrema pulizia grafica rimarrà intatta solamente giocando in modalità TV: una volta tolta la nostra console dalla dock e provato il gioco in modalità portatile abbiamo notato un notevole abbassamento di qualità con dei modelli dei personaggi che risultano estremamente scalettati.

Dal punto di vista sonoro, per i pochi brani che abbiamo avuto modo di ascoltare la colonna sonora sembra abbastanza solida. Inoltre sarà possibile scegliere se giocare con il doppiaggio in lingua giapponese o con quello in lingua inglese anche all’interno della demo. Menzione d’onore alla localizzazione in italiano, che per quanto sia una caratteristica anche dei precedenti capitoli della saga, non è mai da dare per scontata.

Pur lasciandoci con certi dubbi, in definitiva BRAVELY DEFAULT II ci ha convinto parecchio. Senza ombra di dubbio il problema più evidente del gioco in questo momento riguarda la presenza di pochi elementi all’interno dei dungeon e il drastico calo di qualità grafica in modalità portatile. Fortunatamente si tratta di una versione di prova, dunque di problematiche che SQUARE ENIX può eventualmente migliorare in questi mesi di sviluppo che ci separano dal lancio del gioco. Inoltre, grazie al questionario che verrà rilasciato in seguito, saremo noi giocatori a poter suggerire alla software house quali siano le migliorie più impellenti da apportare al titolo.

BRAVELY DEFAULT II

Che dire, non ci resta dunque che attendere per sapere se SQUARE ENIX riuscirà nell’impresa di migliorare un gioco che, a parte le pecche evidenziate in questo articolo, possiede un validissimo gameplay e una caratterizzazione dei personaggi che al momento sembra molto interessante. E voi avete già avuto modo di giocare alla demo? Se sì, cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.


BRAVELY DEFAULT II uscirà nel corso del 2020, ma non dispone ancora di una data. Potremo ingannare l’attesa giocando al promettente remake di Xenoblade Chronicles in uscita a maggio: trovate maggiori dettagli in questa notizia

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Federico Schirru
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*