YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA – Recensione del volume 1

Le appassionanti vicende della principessa del Regno di Koka e della guardia del corpo Hak sbarcano in Italia grazie a Star Comics: disponibile primo volume di YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA

YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA - Recensione del volume 1

“La ragazza che si erge al bagliore dell’alba” è il poetico sottotitolo dello shōjo manga di Mizuho Kusanagi pubblicato a partire dal 2009 sulla celebre rivista Hana to Yume: parliamo di Akatsuki no Yona (“Yona dell’alba”), giunto finalmente in Italia grazie a Edizioni Star Comics con il titolo di YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA.

Era da tanto tempo che desideravo leggere questo manga, da quel giorno in cui ho finito la prima — e per ora unica — stagione animata trasmessa in Giappone su Tokyo MX a cavallo tra il 2014 e il 2015, dal momento in cui le vicende della principessa del Regno di Koka e dei suoi compagni di viaggio si erano interrotte proprio sul più bello, lasciando me e migliaia di altri spettatori col fiato sospeso e con tanti interrogativi. Purtroppo la trasposizione animata del manga della sensei Kusanagi, curata dallo studio Pierrot, non copre per intero le vicende dell’opera originale e fino a questo momento non ho avuto modo di scoprire le sorti di Yona dopo aver radunato tutti i suoi amici. L’annuncio da parte di Star Comics non poteva che mettermi di buonumore e, grazie alla collaborazione con la casa editrice, ho finalmente potuto mettere le mani sul primo volume, che ho divorato tutto d’un fiato nel giro di una serata.

YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA - Recensione del volume 1

Pur essendo classificato come shōjo manga, YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA è un’opera di stampo fantasy che narra della storia della giovane figlia del de Re Il, sovrano del regno orientaleggiante di Koka. Yona ha perso la madre da bambina e da allora si è legata in maniera un po’ morbosa al cugino di primo grado Suwon, un ragazzino di tre anni più grande di lei, dai tratti così dolci da sembrare una fanciulla. Pur essendo figlio del defunto fratello di Re Il, Suwon è l’unica persona a far sciogliere il cuore della principessa dai lunghi e ribelli capelli scarlatti, che respinge qualunque altro uomo a chiedere la sua mano per diventare il futuro sovrano. Crescendo, l’infatuazione si trasforma in amore vero e proprio, e il giorno del suo sedicesimo compleanno Yona decide di confessare i suoi sentimenti a Suwon; tuttavia, non saprà che la stessa sera assisterà a una spaventosa tragedia, un colpo di scena che getterà in subbuglio la sua intera esistenza. La giovane principessa fuggirà così dal castello, portata via dalla sua guardia del corpo e amico d’infanzia Hak, l’unica persona rimasta al suo fianco a proteggerla e lottare per lei.

YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA - Recensione del volume 1

Il tratto di Kusanagi è pulito e dettagliato, dal un retrogusto un po’ anni novanta e dalla presenza dei tipici retini che caratterizzano i fumetti di questa categoria, in grado di esaltare pensieri ed emozioni della protagonista in maniera delicata, sapendo però essere graffiante quando la trama lo richiede. Il primo volume di YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA ci racconta dell’inizio di questa storia, e nei cinque capitoli che lo compongono trova persino il tempo di offrirci un tuffo nei ricordi di Yona e dei sue due amici d’infanzia, Hak e Suwon, esortandoci a scoprire il loro passato attraverso alcuni eventi che li hanno legati in maniera particolarmente profonda.

YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA - Recensione del volume 1

Un fantasy emozionante e pieno di sorprese

YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA - Recensione del volume 1Con questo primo di ventisette volumi, per una serie tuttora in corso in Giappone, esordisce in Italia l’attesissimo Akatsuki no Yona, un fumetto definito “per ragazze” che sarà in grado di appassionare ed emozionare anche il pubblico maschile, grazie alle sue tematiche fantasy e per niente frivole, pregne di sentimenti (non solo amore) e capace, in molti frangenti, di risultare anche spassoso. Pur avendone già seguito le vicende nell’unica stagione animata esistente, che copre fino all’ottavo volume, mi sono emozionato davanti alle splendide illustrazioni di Mizuho Kusanagi come se assistessi alla sua storia per la prima volta e davvero, non vedo l’ora di proseguire nella lettura.

Il primo tankobon edito da Star Comics e pubblicato sulla collana TURN OVER è in vendita da oggi, 26 settembre, al prezzo speciale di 1,90 € per un mese presso tutti i rivenditori italiani. Il secondo (24 ottobre) sarà in promozione a 2,90 €, il terzo (28 novembre) a 3,90 €, per poi passare al prezzo di copertina di 4,50 €. Yona è disponibile nel classico formato 11,5 x 7,5, 192 pagine in bianco e nero senza alette e sovraccoperta. Approfittando di questa favolosa promozione di Star Comics, vi consiglio di non lasciarvelo sfuggire per nessun motivo al mondo: potreste rimanerne stregati.

Da non perdere

Zechs
Trent'anni passati a inseguire il sogno giapponese, tra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*