RESIDENT EVIL VILLAGE: alle prese con la demo “Castello”

Abbiamo provato su PlayStation 4 la seconda parte della nuova demo di RESIDENT EVIL VILLAGE ambientata nel catello. Ecco il nostro resoconto

RESIDENT EVIL VILLAGE: alle prese con la demo “Castello”

È passata solamente una settimana dal nostro ultimo appuntamento con RESIDENT EVIL VILLAGE, quando grazie a CAPCOM abbiamo potuto sperimentare una porzione del titolo interamente dedicata al misterioso villaggio che da il nome al gioco. Oggi, per un tempo limitato, è disponibile su PlayStation 5 e PlayStation 4 la seconda parte della demo e stavolta potremo esplorare niente meno che il gigantesco castello della famiglia Dimitrescu. Nei panni di un Ethan Winters disperato dopo il rapimento di sua figlia Rose, dovremo addentrarci negli oscuri meandri del castello alla ricerca di indizi sulla sua sparizione. Armati di pistola, coltello e solamente trenta minuti a nostra disposizione ci siamo tuffati in questa nuova porzione del gioco. Ecco le nostre prime impressioni.

Lady Dimitrescu ci attende nel suo castello

La demo si apre si con Ethan che si risveglia in una delle stanze del castello. Stordito, e probabilmente portato all’interno contro la sua volontà, il protagonista dovrà cercare un modo di attraversare le aree della gigantesca magione per riuscire a scoprire la verità sulla scomparsa di Rose. Per chi avesse avuto modo di mettere le mani su MAIDEN, la precedente demo rilasciata esclusivamente su PS5, si tratterà di una porzione di gioco abbastanza familiare in quanto ripercorreremo a ritroso il percorso della cameriera sua protagonista.

Ovviamente però non sarà tutto identico a ciò che abbiamo già visto in passato. Oltre alla presenza delle tanto sexy quanto letali figlie di Lady Dimitrescu, che cercheranno di bloccare il nostro cammino e fare una scorpacciata del sangue di Ethan, avremo a che fare con dei nemici minori che saranno tutto fuorché amichevoli nei nostri confronti. Per marchiare ulteriormente le similitudini con il quarto capitolo della saga, questi pseudo vampiri avranno degli atteggiamenti che li rende più letali dei classici zombie del passato in quanto porteranno con se pesanti armi da taglio che saranno pronti a brandire contro il protagonista.

Tra gli elementi più interessanti evidenziati all’interno di questa nuova demo di RESIDENT EVIL VILLAGE troviamo la presenza di puzzle ambientali che non potranno essere completati, segno che si tratta di una vera e propria porzione di ciò che sarà il gioco completo piuttosto che di una versione di prova creata ad hoc per l’occasione. Oltre alle caratteristiche dei nemici, un altro elemento comune con RESIDENT EVIL 4 è la presenza di un negoziante che seguirà la nostra avventura e ci aiuterà fornendoci potenziamenti e oggetti.

Il Duca si rivelerà fondamentale quando ci troveremo a corto di munizioni, e potremo vendergli tutti quei tesori recuperati nel corso dell’avventura che non hanno altra utilità se non il loro valore economico. Terza e ultima similitudine con il quarto capitolo del franchise è la gestione dell’inventario, farà ritorno infatti l’iconica griglia che accompagnava l’avventura spagnola di Leon S. Kennedy nella quale dovremo “incastrare” i nostri oggetti per far ottimizzare lo spazio a nostra disposizione.

A differenza di Villaggio, che abbiamo provato su PlayStation 5, per la nostra prova della demo Castello abbiamo optato per PlayStation 4 in modo da poter avere un paragone tra le prestazioni delle due console di casa Sony. Come già evidenziato da CAPCOM la console di attuale generazione girerà a 900p di risoluzione con un frame rate di 45fps, mentre su PS5 potremo sfruttare il 4K e scegliere tra 60fps in modalità normale o 45fps se decideremo di attivare il Ray Tracing. Se da una parte la differenza di frame rate non sarà abissale, la risoluzione più bassa fa un po’ perdere tutta la magnificenza del titolo su una console di nuova generazione.

Nonostante ciò si tratta comunque di un ottimo passo in avanti rispetto al comparto grafico di RESIDENT EVIL 7: biohazard, sia i personaggi che le ambientazioni sono infatti realizzati in maniera sopraffina e le prestazioni grafiche saranno comunque di ottima qualità anche qualora di decida di giocare su PS4. Al momento l’unica assenza degna di nota evidenziata in entrambe le demo è quella di momenti davvero terrificanti. Nonostante le oscure ambientazioni del castello abbiano un maggiore potenziale nel creare ansia all’interno del giocatore, questa versione di prova non è stata capace di generare quel senso di paura e impotenza di capitoli come il settimo.

Strike a Pose

Non ci resta dunque che attendere il prossimo 7 maggio, data di lancio di RESIDENT EVIL VILLAGE, per scoprire se il titolo riuscirà a sorprenderci e spaventarci più di quanto visto all’interno delle due demo. Vi ricordo che il titolo sarà disponibile in tutto il mondo su PlayStation 5, Xbox Series X|S, PlayStation 4, Xbox One, PC e Google Stadia.


E voi vi siete già avventurati nel castello Dimitrescu? Se sì, quali sono state le vostre prime impressioni? Fatecele sapere nei commenti!

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*