Nioh 2: nuovi dettagli per Saika Magoichi e novità sul gameplay

Nioh 2

KOEI TECMO GAMES ha rilasciato tantissime nuove informazioni per Nioh 2, in arrivo il prossimo 17 marzo in esclusiva su PlayStation 4.

Tramite l’account Twitter dedicato al titolo, il direttore Fumihiko Yasuda ha annunciato che a partire da oggi verranno rilasciate novità riguardanti al gioco a cadenza settimanale fino all’arrivo del suo lancio. Yasuda-san ha poi svelato come la software house si trovi ora alle ultime fasi di sviluppo e la sua speranza che il titolo possa essere apprezzato da tantissimi giocatori.

Le novità rilasciate questa settimana riguardano uno dei personaggi che incontreremo all’interno del gioco, Saika Magoichi, due nuovi mostri, ambientazioni e persino tre spiriti guardiani inedite. Scopriamole assieme.

Nioh 2 – Novità

Saiga Magoichi

Nioh 2

  • doppiatore: Yasuyuki Kase

Leader del gruppo di mercenari Saika Ikki. Magoichi è in realtà un titolo che viene conferito di generazione in generazione ad ogni leader del suo clan, il suo vero nome è infatti Shigehide Suzuki. È il predecessore di Shigetomo, che è apparso nel primo capitolo della saga.

Il gruppo Saika Ikki non possiede alleati, e combatte solamente grazie al richiamo dei soldi. Sono conosciuti soprattutto per la loro maestria nell’utilizzo delle armi da fuoco e nell’artiglieria. In passato hanno combattuto contro Oda Nobunaga.

Tesso

Nioh 2

Yokai dall’aspetto di un gigantesco ratto. In passato questo mostro era un monaco che ha covato un forte rancore fino alla morte. I ratti sono conosciuti per divorare tutto ciò che trovano, compresa la carta, per ciò in tempi antichi erano problematici per tutti quei templi che custodivano al proprio interno pergamene preziose. Ed il fatto che questo monaco abbia preso l’aspetto di un pericolo per la sua stessa religione fa capire quanto grande fosse il rancore covato all’interno del suo cuore.

Gyuuki

Nioh 2

Un gigantesco boss dall’aspetto di un grottesco miscuglio ibrido tra una mucca e un ragno. È ferocissimo e brutale nei suoi attacchi, per questo dovremo stare molto attenti prima di affrontarlo. Viene spesso associato all’acqua, per cui viene spesso incontrato sulle coste o vicino ai fiumi.

Ambientazioni

Nioh 2

La prima nuova ambientazione svelata dalla software house è il castello Otari che si trova ai piedi del monte Kotani. In passato era la sede del clan Azai, ora è invece una gigantesca fortezza di montagna formata da una serie di complesse strutture.

La seconda ambientazione è la fortezza Ishiyama Hongan-ji, un castello vicino ad Osaka protetto da un gigantesco muro. Un canale che arriva fino al mare è stato creato in modo che la fortezza non abbia mai problemi con le riserve d’acqua in caso di possibili incendi.

Spiriti guardiani

Nioh 2

Il primo guardiano è Kyuubi, la volpe dalle nove code. Capace di danneggiare con attacchi ad ampio raggio grazie alle sue code, i suoi poteri illusori possono passare persino attraverso i muri.

Il secondo è Yatagarasu, guardiano di Saika Magoichi. Questo è capace di sputare fiamme ai nemici in tre differenti direzioni contemporaneamente.

L’ultimo guardiano è invece Hiyokudori, un uccello a due teste che ha la capacità di utilizzare attacchi di elemento acqua. Visto il suo raggio d’azione questo guardiano è l’ideale per sconfiggere i nemici più mastodontici.

Vi lasciamo ora con una nuova galleria di immagini dedicata e Nioh 2, ricordandovi che se volete saperne di più sul titolo potrete trovare tantissime informazioni nel nostro precedente articolo.

Fonte: KOEI TECMO GAMES via Gematsu

Federico Schirru
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.
Playasia - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*