Kensuke Tanabe parla di Donkey Kong Country: Tropical Freeze

donkey kong country tropical freeze cover

Avendo avuto un ruolo importante in Metroid Prime: Trilogy, Donkey Kong Country Returns e Super Mario Bros. 2, tutti titoli che ho molto apprezzato, non posso che provare una particolare simpatia per Kensuke Tanabe. Nel video sottostante Tanabe condivide qualche informazione in più su Donkey Kong Country: Tropical Freeze, nuovo titolo della fortunata saga dello scimmione incravattato previsto sugli scaffali per il prossimo novembre.

Questa volta Donkey Kong se la dovrà vedere con… dei vichinghi. Degli animali vichinghi, per essere precisi. Tanabe sottolinea che il loro obiettivo era di creare dei personaggi che dessero una sensazione di potenze e fossero legati all’oceano, da qui l’idea del tema vichingo. A quanto pare questi combattenti del mare hanno deciso di trasferirsi sull’isola di Donkey Kong, lo hanno impacchettato e spedito lontano. Lo scopo del gioco sarà quello di attraversare cinque isole per tornare alla propria e liberarla dagli invasori.

La telecamera si muoverà diversamente in questo nuovo capitolo, la struttura a piattaforma sostanzialmente lineare verrà interrotta da sessioni di gioco con telecamera mobile, avvitandosi sugli scenari e creando non solo esperienze visive nuove e più dinamiche, ma introducendo componenti di gameplay inedito. Nuova attenzione è sta rivolta al comparto grafico grazie al nuovo hardware, ed è evidente osservando la pelliccia di DK. Vi consigliamo di vedere il video con la più alta risoluzione possibile e a schermo intero.

Accanto a Donkey Kong e Diddy Kong questa volta ci sarà anche Dixie Kong, personaggio più apprezzato dal pubblico femminile, e a quanto pare anche un ulteriore personaggio giocabile, di cui però Tanabe non vuole fare il nome. Per quanto ci piacerebbe che si trattasse di Cranky, crediamo che Kiddy Kong sia l’opzione più realistica. L’abilità di Dixie è quella di far saltare DK ancora più in alto, e Tanabe ci informa che ci saranno alcune zone che potranno essere accessibili solo con determinati personaggi, aumentando la componente esplorativa del gioco.

Per quanto riguarda le abilità di Donkey Kong, è stata introdotta la possibilità di sradicare alcuni oggetti dal terreno (strizzando l’occhio a Super Mario Bros. 2) e anche di sollevare e lanciare i nemici. Sarà ancora possibile battere i palmi per terra, ma non ci pare di aver visto il soffio presente in DKCR.

Trattandosi dell’ultima fatica di Retro Studios, confidiamo in un titolo al pari con quella piccola gemma che è stata e che è Donkey Kong Country Returns, da poco disponibile anche su 3DS e di cui potete leggere la nostra recensione qui: Donkey Kong Country Returns 3D: Recensione.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Kilroy
Collezionista e retrogamer compulsivo, circola con un Game Boy Advance in tasca e non ha paura di usarlo. Probabilmente è il più polemico del gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*