E3 2013: Capcom parla di Phoenix Wright: Ace Attorney – Dual Destinies

ace attorney 5 phoenix wright news

ace-attorney-5-dual-destiniesLa scorsa notte Capcom ha tenuto una diretta dall’E3 completamente dedicata a Phoenix Wright: Ace Attorney – Dual Destinies, l’ultimo capitolo dedicato all’avvocato più amato dai videogiocatori.

Ringraziamo la pagina Facebook The Stupid Objection per la concessione delle seguenti informazioni.

La prima cosa che è stata affermata all’inizio dello streaming è che non sarebbe stato possibile dare informazioni né sul costo né sulla precisa data di uscita.

  • Come già sottolineato numerose volte, uno dei temi centrali della storia sarà “l’età oscura della legge”: il gioco inizierà, infatti, con un’esplosione in tribunale. Avvenimenti simili a questi nel corso del gioco avranno probabilmente un’impatto un po’ più forte rispetto ai giochi passati sul giocatore, ma non per questo il titolo assumerà toni eccessivamente dark o, comunque, perderà lo humour caratteristico della serie.
  • Per quanto il gioco sia stato sviluppato in 3D, sono state create delle animazioni che, per quanto palesemente tridimensionali, diano ancora la sensazione di essere simili agli sprite 2D. Inoltre, la tecnologia è stata sfruttata 3D per rimodellare a tutto tondo gli scenari, consentendo di investigare a fondo in ambienti dotati anch’essi di animazioni.
  • Dovrebbero essere garantite tra le 25 e le 30 ore di gioco, anche se il numero preciso di casi non è stato ancora confermato.
  • Come in Professor Layton VS Ace Attorney, ci saranno delle scene animate a sostituire gli artwork che invece avevamo nei titoli passati. Si avrà sicuramente almeno un doppiaggio in inglese di tali scene, e il doppiatore di Phoenix sarà lo stesso a lui assegnato in Ultimate Marvel VS Capcom.
  • La nuova assistente, Athena Cykes, è una giovane studentessa trasferitasi in America per studiare psicologia analitica: in questo modo, grazie al suo “Mood Matrix“, può ora scoprire i sentimenti nascosti dai testimoni e controllare quelli che non sembrano essere fedeli alla testimonianza.
  • Ci sono dei personaggi ricorrenti che possiamo confermare, tra cui Edgeworth, adesso procuratore capo, Trucy e Apollo, che sarà un personaggio giocabile. Inoltre, ci sarà una spiegazione più che plausibile per la giacca che indossa sulle spalle da dopo l’esplosione in poi (confermata inoltre, sotto grandi pressioni da parte degli spettatori, la presenza della famigerata scala pieghevole).
  • Parlando di nuovi abiti, la scelta di modificare quelli di Phoenix è dovuta al fatto che da Trials & Tribulations sono ormai passati otto anni: l’idea era quella di rendere Phoenix visivamente più maturo.
  • Nessuna conferma o smentita sulla presenza di Maya nel gioco; al contrario, sembrerebbe che non ci sarà nessuna apparizione del detective Gumshoe.
  • Il MASON System, introdotto in Apollo Justice, è in questo titolo completamente assente.
  • Il nuovo procuratore, Simon Blackquill, è oltre che avversario di Phoenix e Apollo in tribunale anche un detenuto. Si tratta di una figura notevolmente intimidatoria, che tende a manipolare psicologicamente testimoni e persino il giudice per arrivare ai suoi obiettivi.
  • Il nome del nuovo detective sarà Fullbrigh. Il suo motto è In Justice we trust, e per quanto sia un individuo estremamente energico talvolta non sembra afferrare bene il punto della situazione, tanto che i giochetti psicologici di Blackquill su di lui hanno poco effetto. Tuttavia c’è un buon motivo per cui Blackquill e Fullbright lavorano insieme, che verrà svelato nel corso del gioco.

Se volete vedere (o rivedere) la sessione di domande e risposte, eccovi il linka allo streaming registrato su Twitch:
E3 2013 – Phoenix Wright: Ace Attorney Dual Destinies Q&A (Day Two)

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.
ilCirox Channel - Memes, offerte e games