ASUS ZenWIFI AC (CT8) – Recensione del mesh kit Wi-Fi

Recensione del kit mesh Wi-Fi ASUS ZenWiFi AC (CT8), set da 2 mesh router per ripetitori di segnale/access point per reti wireless e cablate

ASUS ZenWIFI AC (CT8) - Recensione del mesh kit Wi-Fi

In paesi come l’Italia, dove la maggior parte delle case sono molto vecchie e con i muri in mattone spessi, riuscire a ottenere una copertura Wi-Fi decente è spesso piuttosto difficile se non addirittura impossibile utilizzando il semplice router fornito di base dal provider da noi scelto: per questo motivo vengono in nostro aiuto dispositivi come ripetitori, access point, signal extender… e ASUS in questo caso ha pensato proprio a situazioni del genere presentandoci un nuovo prodotto della linea ZenWifi: l’ASUS ZenWifi AC (CT8) Tri-band Mesh Wifi.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

Contenuti, qualità costruttiva e installazione

Aprendo la scatola, i contenuti che ci si presenteranno davanti sono i seguenti: due unità mesh-router AC3000 (chiamate “nodi”) wireless, un cavo Ethernet, due alimentatori e ben quattro adattatori per prese nostrane ed estere, oltre ovviamente alla manualistica e alla garanzia. Disponibili in bianco o in nero (per gusto personale avrei preferito nero, le nostre unità di prova sono arrivate bianche), i due nodi che compongono il kit sono sicuramente ben costruiti e robusti al tatto, con una buonissima qualità dei materiali: realizzati in plastica rigida, solidi e con un peso intorno ai 730 grammi ciascuno, abbiamo i lati curvi e il lato superiore con diverse prese d’aria per raffreddare meglio i componenti, evitando dunque il problema del surriscaldamento che affligge moltissimi ripetitori in tutte le fasce di prezzo, rimanendo comunque del tutto silenzioso. Al tatto anche dopo momenti di stress e lunghi trasferimenti di dati, i nodi CT8 sono sempre stati soltanto leggermente tiepidi. Seppur di dimensioni considerevoli rispetto ad altri prodotti simili, il kit ASUS ZenWiFi AC (CT8) risulta comunque molto sobrio con il semplice logo della compagnia sul lato frontale ed un LED che ci indica lo status dell’unità.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

All’interno sono montate sei antenne ciascuno, con due di queste posizionate a 45° per migliorare il raggio d’azione non solo in orizzontale, ma anche in verticale. Sul retro possiamo trovare una porta WAN, tre porte LAN, una porta USB 3.0 e ovviamente lo spinotto per l’alimentazione. Le porte sono certificate per lo standard Gigabit Ethernet (dunque 1000Mbps al massimo) mentre lo standard Wi-Fi supportato è la versione 5; non è dunque presente il supporto alla tecnologia Wi-Fi 6, che comunque rimane appannaggio ad oggi di pochissimi prodotti di fascia altissima e di sistemi ben più complessi e adatti ad altri ambiti. I due router AC3000 possono essere configurati come access point separato oppure come ripetitori di segnale per una rete già esistente.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

La configurazione è stata veramente semplicissima: è bastato collegare uno dei due nodi direttamente al router attraverso la sua porta WAN e il cavo Ethernet incluso e collegare l’altro solamente alla corrente per trovarmeli entrambi già appaiati di fabbrica: a questo punto, tramite la app ASUS Router intuitiva e disponibile sia per iOS che Android, si possono apportare e controllare tutte le modifiche necessarie in qualunque momento, senza dunque connettersi al pannello di controllo da un dispositivo collegato alla rete inserendo l’IP dedicato. Nella procedura di configurazione iniziale ci verrà richiesto come verrà utilizzata la rete, per permettere di allocare più o meno risorse dinamicamente in base ai pacchetti mandati. Sarà poi possibile scegliere se configurare i due nodi come ripetitori o come access point separati, decidere se assegnare nomi diversi ad ogni nodo, e quale frequenza di banda preferire. Una volta terminata la procedura, sarà possibile monitorare il traffico in uscita ed in entrata, attivare funzioni come il parental control, firewall, e ulteriori misure di sicurezza direttamente dall’applicazione, senza dover riavviare ogni volta entrambe le unità, come invece mi è capitato con prodotti di fascia più bassa.

Specifiche tecniche

I mesh-router servono per creare reti dove i dati vengono trasmessi da più dispositivi in contemporanea, clonando il principale oppure agendo indipendentemente, ecco perché si viene a creare dunque una rete a maglie (da qui il nome). Non sono perciò comparabili con semplici ripetitori di fascia consumer, che non sono in grado di funzionare indipendentemente da un router centrale, con una portata decisamente più limitata e funzionalità molto più basiche: è importante notare che questo prodotto è indicato non tanto per il tipo qualsiasi che ha bisogno di ricevere copertura Wi-Fi in salotto, ma per chi ha zone molto ampie da coprire come attività commerciali, case con più piani o grossi giardini.

Al loro interno, i nodi dell’ASUS ZenWiFi AC (CT8) hanno un processore quad-core Qualcomm, 256MB di RAM e 128MB di spazio per il firmware. Quelle che vent’anni fa sarebbero state considerate parti degne di un vero e proprio PC di fascia alta, ora riescono a stare all’interno di un semplice router. La dicitura Tri-band riportata sul materiale promozionale indica che in questo set di router è presente il supporto sia al Wi-Fi standard alla frequenza di 2.4GHz (con una velocità massima di 400Mbps), con una copertura maggiore ma prono ad interferenze, sia a quello a 5GHz (con una velocità massima di 866Mbps), con una portata più ridotta ma meno “congestionata”: la terza banda funziona come backhaul tra le due unità e non è normalmente accessibile all’utente, venendo invece assegnata dal router automaticamente in caso di esigenza oppure per permettere una comunicazione più veloce fra le stesse.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

Purtroppo anche a poca distanza il chip WiFi di PlayStation 4 si dimostra abbastanza pessimo.

Questo kit supporta nativamente AiMesh, una tecnologia ASUS che permette di accoppiare in maniera molto semplice ulteriori nodi o router di serie differenti (purché supportate) in maniera istantanea e semplicissima. All’interno del pannello di controllo sono presenti una pletora di opzioni per i più smanettoni e i più attenti alla sicurezza: alcune opzioni degne di nota rappresentano sicuramente un sistema esteso di parental control, il supporto all’IPV6 e la possibilità di gestire dinamicamente la quantità di banda allocata in base all’uso, come per il gaming o per lo streaming, che risulta utile specialmente quando ci sono più dispositivi connessi. Per i fan della domotica, è presente anche l’integrazione con Alexa e con servizi affini come IFTTT (If This Than That) che permettono di automatizzare alcune funzioni di apparecchi di arredamento smart.

Prestazioni e test

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

Questo lo speedtest effettuato nel punto della casa più lontano dai due nodi.

Ho cercato di testare questo kit ASUS ZenWiFi AC (CT8) in una maniera che risultasse il più fedele possibile ad un normale uso giornaliero, preferendo a test sintetici e benchmark poco chiari un approccio più “empirico”, utilizzando come area per esperimenti il mio appartamento e l’intero condominio in cui è situato, che sulla carta dovrebbe essere ben rappresentativo della copertura che ASUS ritiene di poter vantare su scatola e materiale promozionale (circa 500 metri quadri). Dopo aver installato i due nodi agli angoli più estremi della casa ed aver configurato la nuova rete (chiamata con grande fantasia e forse un po’ di malizia “Asus Test”” e “Asus Test 5G”) ho potuto constatare un nettissimo miglioramento nella copertura Wi-Fi in casa mia: dove prima la TV e le console faticavano a raggiungere un livello di segnale soddisfacente persino con la rete a 2.4GHz e che mi permettesse il gioco online stabile, ora invece ho la piena copertura in tutte le stanze: per perdere anche solo una tacca di segnale sono dovuto uscire da casa e spostarmi al pianerottolo adiacente; per ottenere una connessione instabile sono dovuto scendere di un piano e mezzo e, per perdere finalmente la connessione con entrambe le bande Wi-Fi, sono dovuto andare al primo piano (io abito al quarto). Gli speedtest qui sotto riportati sono etichettati in base alla distanza e al dispositivo utilizzato.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

Questo lo speedtest da mobile scendendo di un piano e mezzo.

Stressando la rete connettendo più dispositivi in vari angoli della casa e provando per esempio a fare una partita a Super Smash Bros. Ultimate online mentre in un altra stanza era attivo uno stream di Netflix in 4K non ha portato al rallentamento di nessuno dei due, e tutti i test di seguito hanno confermato la stessa cosa: il collo di bottiglia in questo caso non era la banda a mia disposizione all’interno della rete domestica, quanto quella messami a disposizione dal mio provider (ho una FTTC a 100 mega, con velocità effettiva di navigazione fra i 60 e i 70). Non posso che dirmi estremamente soddisfatto delle prestazioni di questo kit mesh ASUS ZenWiFi AC (CT8) anche se purtroppo non ho potuto testare la portata effettiva in linea d’aria in orizzontale perché questo mi avrebbe richiesto una capacità che non ho per adesso, e cioè il volo o qualche forma di levitazione.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8

Questo lo speedtest effettuato scendendo di tre piani, appena prima di perdere il segnale.

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8) – Conclusioni

ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8)Questo kit ha un prezzo che varia dai 350 € ai 400 € a seconda dei rivenditori, costando dunque leggermente di più di apparecchi simili da parte di competitor come Netgear e TP-Link. Un prezzo che, in base alla mia ottima esperienza sia a livello hardware che software avuta con questo ASUS ZenWiFi AC (CT8) mi sento di giustificare in parte, consigliando sicuramente di acquistarlo quando è più vicino alla soglia di prezzo più bassa o addirittura inferiore sfruttando qualche sconto.  Come scritto in precedenza, è un prodotto entry-level ma comunque svariate spanne sopra ai semplici ripetitori di segnale che si trovano un po’ in tutti i negozi di elettronica e simili e quindi non comparabile a quei dispositivi. Nonostante il prezzo ad una prima occhiata piuttosto elevato, il kit ASUS ZenWiFi AC (CT8) rimane un’opzione perfetta per chi ha bisogno di migliorare considerevolmente la propria copertura Wi-Fi, sia per chi vuole rendere la stessa ancora più sicura. L’installazione semplicissima e la quantità di opzioni a disposizione di chi invece di reti ne mastica parecchio lo rendono sicuramente appetibile sia ai neofiti che ai più esperti. Consigliato a chi deve coprire grosse case o attività commerciali e cerca principalmente semplicità d’uso e una possibilità di espandere la propria rete in futuro.

Puoi acquistare ASUS ZenWiFi AC3000 (CT8) su Amazon.

Ottimo kit, ma esagerato per l’utente medio

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Lorenzo Repetto
Ossessionato da Le Bizzarre Avventure di JoJo e METAL GEAR, pensa che TRIGGER abbia salvato gli anime. Darebbe tutto pur di vedere un nuovo Trauma Center e il finale di Berserk; generalmente ti vuole bene, finché non gli parli di microtransazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games