Hideo Baba vorrebbe creare un gioco fantasy open world

tales of zestiria soray cover

Nel nuovo video rilasciato da BANDAI NAMCO Games il producer della serie di Tales of, Hideo Baba, commenta nuovamente la possibilità per la serie di arrivare su PlayStation 4 e Xbox One, e che il suo obiettivo principale non sarebbe quello di sfruttare la next-gen solo per apportare migliorie grafiche alla serie.

“Credo che le console next-gen come PlayStation 4 e Xbox One abbiano un grande potenziale, ma quando considero il futuro della serie non penso di volermi concentrare sullo sfruttarle solo per apportare migliorie dal punto di vista tecnico. La serie di Tales of si focalizza su personaggi e storie. Certamente potremmo usare grafiche migliori, ma vogliamo concentrarci su storie di maggiore qualità e personaggi più interessanti. Vorrei prima focalizzarmi sui personaggi unici e sul mondo di gioco e non necessariamente sul come utilizzare il nuovo motore grafico.”  dichiara Hideo Baba.

In seguito, durante l’intervista viene chiesto a Baba se ci sono giochi differenti da Tales of su cui vorrebne lavorare: anche volendo continuare a produrre JRPG, Baba è anche interessato nel produrre giochi open world dall’atmosfera fantasy.

“Il franchise di Tales of ha una lunga storia e voglio continuare a sviluppare questo tipo di JRPG per continuare a mandarne avanti la sua tradizione. Tuttavia, al di fuoci della serie di Tales of, mi piacerebbe provare a creare un gioco fantasy open-world come Dragon’s Dogma o Skyrim in futuro, qualcosa di nuovo.”

Fonte: Siliconera

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Kiryu
Videogioca praticamente da quando ha ricordi, non ha preferenze particolari e questo lo porta ad acquistare qualsiasi tipo di videogame. Conduce una battaglia senza speranza contro lo spazio nella sua camera e il suo portafogli.