Ci lascia l’artista Syd Mead, deceduto a 86 anni

Syd Mead

Attraverso il portale Variety ci ciungono oggi delle brutte notizie, il classico tipo di news che è sempre brutto ricevere (e altrettanto dare… NdR). Il talentuoso artista, designer e illustratore Syd Mead è deceduto all’età di 86 per la complicazione di un linfoma.

Nato nel 1933 in Minnesota, USA, Mead è principalmente conosciuto come artista neofuturista concettuale e designer industriale. Ha lavorato a celebri pellicole come, per citarne giusto alcune, Blade Runner, Alien, Tron, e Corto Circuito.

È nel 1983 che inizia a lavorare con corporazioni giapponesi, tra cui BANDAI, Sony, Dentsu, Minolta, NHK, Honda, e tanti altri. Si è occupato inoltre del desifn per il video anime di Yamato 2520 mai finito, oltre che alla creazione di ben otto mecha nella serie Turn A Gundam. Sempre restando a tema Gundam, negli anni ’80 ha anche preso parte alla realizzazione del live-action di Lionsgate, film che non è mai stato continuato per svariati problemi.

Mead annunciò il proprio ritiro lo scorso settembre, e avrebbe dovuto ricevere un premio durante una cerimonia fissata per il prossimo febbraio.

Fonte: Variety via AnimeNewsNetwork

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Roberto Fuccini
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*