DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità – Recensione

Il Fiore della Felicità è il titolo del primo romanzo DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba, scritto da Aya Yajima e illustrato da Koyoharu Gotouge. La nostra recensione!

DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità - Recensione

Non è insolito per uno shonen manga raggiungere vette di grandi successi in tutto il mondo, ma nel caso di DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba sia il manga originale che la serie animata tratta da esso sono riusciti in poco tempo a far breccia nel cuore di milioni di appassionati in tutto il mondo, e il film che copre uno degli archi narrativi più emozionanti ha conquistato record che sembravano impossibili anche per capisaldi del genere come Dragon Ball e One Piece. La corsa di Kamado Tanjiro non si limita di certo a questi due media e, come avete già potuto leggere sulle pagine del nostro sito, il prossimo ottobre l’opera di Koyoharu Gotoge potrà contare anche su un videogioco pubblicato da SEGA e sviluppato dall’apprezzatissimo team di CyberConnect2. A chiudere il cerchio di quest’opera troviamo anche una serie di romanzi complementari al manga, scritti da Aya Yajima e supervisionati dall’autrice stessa, che ne ha realizzato anche le illustrazioni. Quello che ci ritroviamo tra le mani in questa caldissima estate del 2021 è il primo volume di questa serie di light novel che risponde al nome di DEMON SLAYER — Il Fiore della Felicità.

DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità - Recensione

  • Titolo originale: 鬼滅の刃: しあわせの花 (Kimetsu no Yaiba: Shiawase no Hana)
  • Titolo italiano: DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità
  • Uscita giapponese: 4 febbraio 2019
  • Uscita italiana: 1 giugno 2021
  • Numero di volumi: 1
  • Casa editrice: Star Comics
  • Genere: battle shonen, slice of life
  • Disegni: Koyoharu Gotouge
  • Storia: Aya Nojima
  • Formato: 14.5 x 21 , b/n
  • Numero di pagine: 144

Abbiamo recensito DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità tramite volume stampa fornitoci da Star Comics.

Questa prima novel di Aya Nojima basata su Kimetsu no Yaiba è in realtà una raccolta di cinque racconti brevi che prende il nome dal primo di essi, chiamato appunto “Il Fiore della Felicità”. Ho definito questa serie di racconti “complementari al manga” perché sono ambientati esattamente fra un arco narrativo e l’altro, in frangenti di calma in cui Tanjiro e i suoi compagni di viaggio si fermano, ad esempio, presso la Casa delle Farfalle della colonna Shinobu, oppure presso abitazioni contrassegnate dallo stemma del glicine — che segnala che la casa in questione offre ospitalità ai membri della Squadra Ammazza Demoni.

Rispetto al manga, i racconti di Yajima-sensei divergono dal genere battle shonen per risultare più introspettivi, degli slice of life che vedono protagonisti Tanjiro o Zenitsu, ma anche personaggi solitamente più in secondo piano come Aoi e Kanao. Le battaglie lasciano posto ad avvenimenti di vita quotidiana, sogni e riflessioni, legami di amicizia che diventano più profondi e i soliti siparietti comici a cui prenderanno parte i personaggi più frivoli dell’intera produzione, Inosuke e il già citato Agatsuma. Nel primo di essi Tanjiro resterà affascinato dalla leggenda che apprenderà da due piccole sorelle, che parla appunto di un fiore in grado di donare la vera felicità a chiunque ne entri in possesso. La sua premura è sempre quella di pensare a Nezuko prima che a se stesso, e non mancherà certo di mettersi in pericolo per regalarle un piccolo piacere e l’augurio di un futuro radioso.

La seconda storia è incentrata invece sul biondo amico di Kamado, innamorato perso della splendida e letale Nezuko, che ai suoi occhi appare insolitamente docile e indifesa. Torneremo indietro al periodo del suo addestramento, tra i suoi innumerevoli tentativi di fuga dal duro allenamento del suo maestro. Imbattendosi in una giovane donna in pericolo di vita, Zenitsu non esiterà a offrire il suo aiuto, finendo irrimediabilmente di fronte a un rischio apparentemente insormontabile. Una storia che ci consentirà di conoscere ancora meglio uno dei personaggi più amati e al contempo odiati dai fan, che nasconde una forza immensa dietro una facciata da fifone e farfallone. Anche la storia successiva, in qualche modo, vedrà al centro delle vicende la sua testa gialla: durante uno dei loro soggiorni presso la Casa delle Farfalle, una vecchia indovina predirà la morte di Zenitsu in seguito a una dichiarazione d’amore, e di lì a breve gli eventi precipiteranno in una serie di situazioni al limite dell’inverosimile in cui il povero biondino temerà costantemente per la sua vita — spesso senza reale motivo.

Nel villaggio in cui il suo gruppo si è fermato, Tanjiro vede la radiosa figura di una sposina che sembra avere la stessa età di Nezuko. Desiderando la stessa felicità anche per la sorella, parte da solo alla ricerca di un fantomatico fiore sul quale circola una leggenda…

Arriva finalmente in Italia la serie di novel ispirate alle avventure di Tanjiro e compagni. In questa prima uscita, oltre alla storia che dà il titolo al volume, vi aspettano racconti su Zenitsu, Inosuke e vari membri della Squadra Ammazza Demoni, tutti episodi inediti nell’opera principale, oltre a una storia breve incentrata sull’extra “Campus Kimetsu“!

Sostieni Akiba Gamers acquistando DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba – Il Fiore della Felicità seguendo questo link al prezzo scontato di 14,25 €. Disponibile dall’1 giugno 2021.

La penultima storia, l’ultima canonica all’interno della saga di DEMON SLAYER in questo volume, è narrata dal punto di vista di Aoi Kanzaki, l’ammazza demoni che lavora come addestratrice nella dimora di Shinobu Kocho. Assieme a lei, l’apprendista di quest’ultima, la fredda e timida Kanao Tsuyuri. Incaricate di fare compere in città, le due finiranno per vivere una giornata molto diversa dal solito, finendo invischiate in una serie di eventi più o meno piacevoli ma che finiranno irrimediabilmente per consolidare il loro rapporto di amicizia.

Infine, l’ultima storia riguarda il cosiddetto “Kimetsu Gakuen(Campus Kimetsu, in italiano), la versione alternativa dell’universo di DEMON SLAYER che trasferisce guerrieri e demoni dal periodo Taisho all’era moderna, incastonandoli nelle vesti di studenti e professori nel quadro di un ipotetico istituto scolastico. Tanjiro e Zenitsu si ritroveranno alle prese con l’atteggiamento austero ed esuberante di due insegnanti d’eccezione: il sensei Giyu Tomioka di educazione fisica e l’improbabile professore di storia Kyojuro Rengoku. A conti fatti, il racconto più assurdo e divertente dell’intero volume.

Slice of life di un Ammazza Demoni

Devo dire di essermi divertito e appassionato nel leggere in maniera diversa dal classico fumetto le vicende di Tanjiro e dei suoi amici, lontani dai combattimenti e alle prese con eventi più frivoli ma che allo stesso tempo ben si sposano con la trama principale. Lo stile di Aya Yajima è scorrevole e denota una grande passione per l’opera originale, riportando alla mente il periodo d’oro della fan fiction su internet. Pur trattandosi di racconti brevi, il ritmo narrativo è perfetto e non mi dispiacerebbe affatto vederla all’opera con un’unica storia originale dalla durata più consistente. Chissà che i prossimi romanzi della serie non esaudiscano questo mio desiderio. Anche l’edizione di Star Comics è da promuovere a pieni voti: una qualità di stampa elevata e un font che con la sua grandezza e interlinea rende piacevole la lettura, il tutto impreziosito da una copertina con plastificazione opaca gradevolissima al tatto. Anche la carta stessa sulla quale la novel è stampata è spessa, ruvida e piacevole al tatto, con pagine non troppo bianche che facilitano la lettura, impreziosite da un piccolo motivo floreale nell’angolo e il titolo del libro ripetuto in ogni pagina in alto.

Purtroppo, però, c’è anche un piccolo aspetto negativo da sottolineare, e riguarda le illustrazioni realizzate da Koyoharu Gotouge, figura chiave alle spalle dell’opera originale. Tolta quella di copertina, riproposta su una delle facciate del mini-poster al suo interno (che però non andrà staccato dal resto del volume, perché al suo interno presenta le schede dei personaggi), il resto dei disegni mi ha fatto un po’ storcere il naso. Denotano quasi uno scarso impegno da parte sua, che ha inserito all’interno del romanzo quelli che definirei unicamente schizzi che rivelano una certa fretta, nonostante siano praticamente meno di una decina. Avrei di gran lunga preferito una maggior cura sotto questo punto di vista, ma anche in questo caso ripongo le speranze nella prossima uscita. In linea di massima, i fan di DEMON SLAYER – Kimetsu no Yaiba non potranno che apprezzare molto questo romanzo. Il Fiore della Felicità è un acquisto consigliato per coloro che seguono la storia di Tanjiro e sono curiosi di leggere alcuni piacevoli retroscena che non vengono narrati nell’opera originale.

Lo adorerete se amate Demon Slayer

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.

Akiba Gamers su Twitch

Scopri il palinsesto settimanale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*