Animal Crossing: Tom Nook finisce sul Financial Times

Animal Crossing tom nook

Il Financial Times, uno dei più importanti giornali incentrati sull’economia e sulla finanza globale, ha deciso di pubblicare oggi sulla sua edizione cartacea britannica un articolo decisamente inusuale, incentrato su Animal Crossing: New Horizons. In prima pagina, fra decisioni di leader mondiali, acquisizioni miliardarie e risultati di borsa c’è proprio Tom Nook!

In un articolo intitolato Giocatori di Animal Crossing danno la caccia alle tarantole dopo essere stati affetti da un taglio dei tassi di interesse, i corrispondenti Leo Lewis da Tokyo e Robin Wigglesworth da Oslo riportano di un cambiamento drastico avvenuto negli ultimi giorni nel mondo di Animal Crossing, ovvero la decisione della Banca Nook di abbassare fortemente i tassi di interesse sulle somme depositate in-game inserendo persino un tetto massimo di 9.999 Stelline ottenibili con un singolo pagamento.

Nell’ultimo aggiornamento di New Horizons infatti è stato abbassato il tasso di interesse mensile sulle stelline depositate, dallo 0,5% allo 0,05%, rendendo quasi impossibile guadagnare grandi somme di denaro facendo viaggi nel tempo di moltissimi anni. L’articolo, che potete leggere nella sua interezza anche seguendo questo link, parla di come ora i giocatori, spaventati da questi tagli, sono costretti a buttarsi su investimenti decisamente più rischiosi, come il business delle tarantole e il mercato incredibilmente aleatorio della vendita di rape .

L’articolo, che sembra pubblicato apposta per interessare solo ai giocatori, in realtà non è stato scritto così a caso: in questi tempi di coronavirus in cui l’economia è sotto uno stress mai visto prima diverse banche nazionali stanno seguendo una strategia non dissimile da quella di Tom Nook, per finanziare i debiti dei vari paesi e fornire rapidamente liquidità alle aziende tramite vendite in massa di bond e altri titoli di stato. Forse gli economisti farebbero meglio a prendere lezioni dal nostro bistrattato quanto amato tanuki.

Proprio di recente vi avevamo parlato di diversi mercati “paralleli” a quello di gioco, come un vero e proprio traffico di abitanti che si svolge su piattaforme come eBay.

Fonte: The Financial Times via NintendoLife

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Lorenzo Repetto
Ossessionato da Le Bizzarre Avventure di JoJo e METAL GEAR, pensa che TRIGGER abbia salvato gli anime. Darebbe tutto pur di vedere un nuovo Trauma Center e il finale di Berserk; generalmente ti vuole bene, finché non gli parli di microtransazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

ilCirox Channel - Memes, offerte e games