Yakuza 0: la trama e le prime immagini

yakuza zero cover

Famitsu ha pubblicato la prima anteprima, che comprende alcune prime immagini, sul nuovo titolo della saga dedicata alla mafia giapponese: Yakuza 0, noto in Giappone come Ryuu ga Gotoku 0. Il gioco si pone come prequel per l’intera saga, ambientato nel 1988, segue le vicende del ventenne Kazuma Kiryu, da sempre protagonista indiscusso della serie, nonché del compagno Majima Goro.

Kamurocho e Soutenbori sono entrambi distretti a luci rosse, i due più grandi in Giappone, il primo a Tokyo e il secondo a Osaka.

Kamurocho è il posto perfetto per rendere realtà ogni tipo di sogno; che sia mangiare, bere, far sesso oppure scommettere, Kamurocho ha tutto. Un famoso sito la ha definita come “la città che non dorme mai” e qui il Clan Tojo, la più grande organizzazione Yakuza del Giappone Orientale, dichiara guerre ogni giorno. Soutenbori, d’altra parte, è una città dall’atmosfera elettrica tipica del Kansai, e ospita la sede della più grossa organizzazione della regione, la Omi Alliance. I due distretti nascondono un lato pericoloso dietro questa scintillante facciata.

Un giorno scelto dal fato del dicembre 1988, Kazuma Kiryu si ritrova accusato di aver derubato una persona morta in un vicolo, mandando in crisi la sua organizzazione. Quel che è peggio è che Kazama, l’uomo che ha in pugno la vita di Kiryu, cade sotto il fuoco incrociato del Clan. A costo di proteggerlo, Kiryu ha deciso di lasciare la Famiglia Dojima. Neanche Majima Goro se l’è passata bene, infatti, dopo essere andato contro l’Organizzazione Tojo ed essere stato imprigionato, passa sotto la protezione della Omi Alliance a Osaka, che lo vuole lasciare in vita come un normalissimo cittadino. Ma Majima vorrebbe tornare dal suo amico fraterno e di ritornare nella famiglia, ma il ritorno potrà esserci solo quando ucciderà una determinata persona.

Yakuza 0 è in sviluppo presso SEGA in esclusiva per PlayStation 3 e PlayStation 4, ma non ne è ancora stata resa nota una data di uscita ben precisa.

Fonte: Gematsu

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Francesco Bellomo
Da bambino sfogava le sue frustrazioni infantili su un Game Boy, da ragazzo su un Nintendo 64 e ora su questa redazione.