Akiba Gamers in Tokyo 2018

GUNPLA: scale e classificazioni dei plasticosi protagonisti di NEW GUNDAM BREAKER

High Grade, Master Grade, Perfect Grade: ecco spiegate le scale e le classificazioni dei GUNPLA, i modellini di Gundam protagonisti di NEW GUNDAM BREAKER

GUNPLA

Ogni individuo che possa definirsi un degno fan della saga di Mobile Suit Gundam prima o poi, nel corso della sua vita e della sua passione, si ritroverà a fare i conti con una droga assai particolare: i GUNPLA. Con questo appellativo, ormai entrato sempre più in voga nel corso degli ultimi anni, si intendono quei model kit in plastica dedicati alle svariate unità apparse nel corso delle tantissime serie che, da molti anni ormai, compongono l’universo di Gundam.

I GUNPLA di solito sono venduti in apposite confezioni dalla grafica allettante, che già solo quella urla in faccia all’acquirente “COMPRAMI!”, e al suo interno troveremo un numero variabile di sprue, quei rettangoli di plastica al cui interno sono collegati i vari pezzi che noi, modellisti provetti, ci ritroveremo a dover accuratamente staccare e assemblare assieme ai polycap e altre giunture, tutto secondo quanto riportato nel vitale libretto di istruzioni. Tranquilli, non preoccupatevi se a prima vista quello che vi ritroverete tra le mani assomiglierà più a una di quelle incomprensibili sculture di arte moderna che non si sa mai da che parte guardare: una volta portati a termine i lavori state certi che ne varrà la pena!

Questi model kit sono stampati secondo una precisa scala, a cui verrà affidata una particolare classificazione che ne identificherà la quantità di dettagli e la qualità generale.

Speed Grade (SG)

Come il nome indica, si tratta di particolari kit dall’assemblaggio praticamente istantaneo e dalle dimensioni davvero discutibili (scala 1/200). Niente di particolarmente degno di nota sia per modellisti esperti e in erba.

No Grade (NG)

I primissimi kit rilasciati da BANDAI. Sono sul mercato da quasi quarant’anni, anche se ormai sono stati eclissati e se ne vedono davvero pochissimi. Possiedono una limitata quantità di articolazioni, e le produzioni più datate richiedevano addirittura l’utilizzo di colla. Tra questi No Grade rientrano anche quei particolari modelli in scala 1/44 e 1/100 che non sono classificati rispettivamente come HG e MG, ovvero con una qualità di dettaglio e posabilità inferiori.

First Grade (FG) – Entry Grade (EG)

Sono kit basici in scala 1/144, davvero terra terra e dotati di pochissimi dettagli e ancora meno articolazioni. Sebbene possiedano classificazioni diverse, sono davvero molto simili tra loro. Il termine Entry Grade è stato dato da BANDAI per indicare i modelli base destinati al mercato asiatico, le sprue al suo interno sono stampate in soli tre colori (bianco-rosso-blu, con le parti gialle solitamente affidate ad adesivi), e attualmente ne esistono solo di quattro unità: Gundam Exia, 00 Gundam, Strike Gundam e RX-78-2 Gundam. Per quanto riguarda i First Grade, potreste imbattervi in uno di loro se siete alla ricerca di qualcosa ormai datato ed esclusivamente delle timeline UC (specialmente la primissima serie) e AD (Anno Domini – timeline di Gundam 00). Il prezzo contenuto fa indubbiamente capire cosa ci ritroveremo tra le mani: un prodotto non proprio affascinante, ma quantomeno “utile” per prendere dimestichezza con i GUNPLA, l’assemblaggio e la separazione dei vari pezzi.

Super Deformed (SD)

La presenza della serie SD Gundam ha portato BANDAI verso la realizzazione dei loro simpatici model kit, che però non posseggono una vera e propria scala di misurazione. Al di là delle più celebri unità delle serie animate, questa particolare linea conta principalmente su kit della saga BB Senshi Sangokuden.

Advanced Grade (AG)

Originariamente nati assieme alla serie Mobile Suit Gundam AGE, questa classificazione è stata principalmente pensata per interagire con il cabinato arcade che, nel 2011, ha presenziato in alcune sale giochi nipponiche. Il tutto era possibile grazie al piccolo chip contenuto in ciascuno di questi, che veniva riconosciuto dalla macchina. Sfortunatamente il poco apprezzamento per AGE da parte del pubblico ha portato il gioco a finire presto nel dimenticatoio, portando con sé anche questi Advanced Grade.

High Grade (HG)

Plastic kit più avanzati rispetto ai First Grade, dotati di una buona posabilità grazie alla presenza di più articolazioni, e soprattutto un livello di dettaglio maggiore, che li rende anche esteticamente belli da vedere una volta terminati. Non è poi così sbagliato considerarli “i primi” nella scala dei GUNPLA che si rispettino.

High Grade Universal Century (HGUC)

La sigla HGUC è una giusta precisazione usata per distinguere i kit HG dedicati a una delle tantissime unità della timeline Universal Century (termine spesso abbreviato appunto in UC). Al di là di questo, per qualità e dettagli sono in tutto e per tutto degli High Grade.

Real Grade (RG)

Classificazione relativamente recente, quantomeno se confrontata con le altre in questa lista (fatta eccezione per i RE/100). Stampati esclusivamente in scala 1/144, questi offrono con successo molte più articolazioni e dettagli rispetto a un HG classico, cosa che li rendono quasi comparabili a un MG (Master Grade) anche grazie al frame interno di cui sono dotati.

Master Grade (MG)

I Master Grade, o MG, sono i kit per eccellenza della scala 1/100. Oltre a dimensioni più elevate rispetto ai più piccoletti HG, il loro livello di realizzazione e il loro frame interno li portano a essere dei modelli indubbiamente degni di nota. Senza ombra di dubbio la classificazione principale se si parla di GUNPLA in scala 1/100.

Reborn-One Hundred (RE/100)

Altra classificazione relativamente recente rispetto alle altre (tranne gli RG). Questa è nata principalmente per quelle particolari unità troppo grosse, meno conosciute o magari più costose da realizzare in Master Grade. Per questo motivo, BANDAI ha deciso di creare kit con livelli di dettaglio più semplici, di facile assemblaggio e senza alcun frame interno, ma con una posabilità pari o addirittura maggiore a quella offerta dagli HG.

Perfect Grade (PG)

La classificazione perfetta, come nome vuole indicare. Oltre all’enorme scala, esclusivamente 1/60, a un livello di dettaglio e articolazioni degni di nota, questi sono realizzati con materiali addirittura migliori in cui non sarà difficile individuare anche parti in metallo e luci al led. Tutto questo però fa aumentare il loro costo di produzione e, di conseguenza, il prezzo a cui vengono venduti. Si tratta di kit non proprio adatti a tutti e a tutte le tasche.

Mega Size Model

Introdotti per celebrare il trentesimo anniversario del franchise di Gundam, questi kit sono realizzati in una scala ancora più grossa dei Perfect Grade, ovvero 1/48. Stavolta però “più grandi” non implica affatto “migliori”, specialmente se consideriamo la qualità del prodotto, l’assenza di un frame interno per una maggiore posabilità e il livello di dettaglio generale.

NEW GUNDAM BREAKER

Oltre a essere prodotti validi e un ottimo passatempo per i modellisti e fan di Gundam, alcuni di questi particolari model kit sono anche i protagonisti principali di NEW GUNDAM BREAKER, il nuovo capitolo della serie di BANDAI NAMCO Entertainment che mischia azione e modellismo per consegnare agli utenti e fan del Mobile Suit bianco più famoso di sempre un’esperienza senza precedenti. Al suo interno, infatti, non solo saremo chiamati a vivere una splendida avventura narrata con gli stessi toni degli anime Model Suit Gunpla Builders Beginning G, Gundam Build Fighters, Gundam Build Fighters Try o l’attuale Gundam Build Divers, ma addirittura dovremo sviluppare la nostra unità personale unendo insieme in modo “virtuale” i pezzi di tantissimi GUNPLA messi a disposizione del gioco per creare, ovviamente, la nostra personale e potentissima unità originale. Preparatevi alla battaglia!

Kurama
Importatore seriale di titoli nipponici. I giapponesi lo temono… o forse, semplicemente, se ne sbattono alla grande. Per questo motivo, continua in tutta tranquillità a giocare a piede libero.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*