Tekken 7 segnerà la fine di un’era

tekken 7 cover

In una delle numerose conferenze del Comic-Con di San Diego, BANDAI NAMCO Games ha discusso riguardo nuovi dettagli sul prossimo e attesissimo capitolo della saga di Tekken, lo stesso annunciato non molti giorni fa da Katsuhiro Harada all’EVO 2014 con un brevissimo teaser trailer.

Secondo quanto riportato da Polygon, Tekken 7 porterà la saga della famiglia Mishima al suo atto finale, svelando una volta per tutte il motivo per cui Heihachi stia cercando di uccidere il nipote Jin Kazama, quali siano le origini di Devil Jin e molto altro. Lo studio è attualmente al lavoro per sviluppare le meccaniche basilari di gioco, per questo motivo non è stato ancora possibile confezionare una dimostrazione di gameplay in tempo per l’evento statunitense. Sappiamo solo che il motore grafico utilizzato sarà l’Unreal Engine 4, e che questo garantirà l’arrivo del titolo sulle piattaforme più disparate, tra cui il già vociferato PC.

Oltre a questo, artisti del calibro di Mari Shimazaki (Bayonetta), Yusuke Yuzaki (Fire Emblem: Awakening, No More Heroes) e molti designer altri forniranno il loro talentuoso supporto nelle fasi di progettazione per quanto concerne l’aspetto dei personaggi. Ninnin, celebre per aver lavorato su franchise come Duel Masters e Cardfight!! Vanguard si occuperà di riprogettare il look di Lars Alexandersson, il primo dei personaggi confermati come giocabile, oltre, chiaramente, ai già citati Heihachi, Jin, Kazuya e probabilmente Kazumi, la misteriosa donna apparsa nel trailer.

In attesa di nuove e succulente informazioni, vi mostriamo di seguito un nuovo trailer di Tekken 7.

Fonte: Shoryuken

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.