Chainsaw Man: annunciato l’adattamento anime a cura dello studio MAPPA

Chainsaw Man: annunciato l’adattamento anime a cura dello studio MAPPA

Chainsaw Man anime visualAttraverso le pagine del nuovo numero di Shonen Jump appena uscito in Giappone, vengono rivelate grandissime novità per Chainsaw Man. La serie, creata dal maestro Tatsuki Fujimoto (stesso autore di Fire Punch), riceverà un adattamento anime a cura dello studio di animazione MAPPA (Jujutsu Kaisen, Dorohedoro, Attack on Titan The Final Season).

Per l’anime è già stato aperto un sito web e una pagina Twitter, e ci si aspetta qualche novità durante il corso del Jump Festa 2021, evento che si terrà il 19 e 20 dicembre, dove già sappiamo che ha fissata una stage presentation.

In una nota separata, il manga originale è entrato nella sua fase finale lo scorso novembre, ma non si concluderà del tutto, bensì terminerà solamente la sua prima parte. La seconda parte, invece, verrà pubblicata in futuro sulla app e sul sito Shonen Jump+.

In Italia Chainsaw Man è pubblicato da Panini sotto la sua Planet Manga. Eccovi una piccola introduzione all’opera:

I miracoli a volte sono annunciati dal rombo assordante di una motosega. Senza famiglia, senza futuro, devil hunter per necessità. L’unico amico di Denji è il cane-motosega Pochita, un demone che, davanti a un’altra crudele beffa del fato, cambierà per sempre la vita del suo padrone…

Fonte: Shonen Jump via Anime News Network (1,2)

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

1 commento

  1. Sembra una scopiazzatura bella e buona di Dorohedoro. Il cui manga è bell’e che finito tra l’altro: quindi perchè, mi domando, non fare una seconda stagione (e la prima è pure su Netflix, quindi un proseguo farebbe anche i loro interessi) invece che animare un manga concluso solo a metà? Le solite incoerenze degli studi d’animazione nipponici (e non è neanche una piaga degli ultimi anni, è sempre stato così anche ai tempi d’oro), che portano avanti quello che più dovrebbe essere supportato solo quando e come gli va. E meno male che stavolta non è stata privilegiata la solita spazzatura otaku (anche se nemmeno lo studio MAPPA ne è immune, e quest’anno hanno pure buttato via soldi per fare una brutta pseudo-copia di Yuri!! On Ice). Mi dispiace, ma, almeno finchè non mi continuano (e completano) Dorohedoro, non seguirò Chainsaw Man per protesta, neanche se lo mettessero gratis su YouTube.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*