FINAL FANTASY XIV: STORMBLOOD – Le novità svelate al PAX East

FINAL FANTASY XIV: STORMBLOOD

Nel corso di una conferenza tenutasi al PAX East di Boston, il director di FINAL FANTASY XIV Naoki Yoshida ha rilasciato qualche anticipazione riguardo STORMBLOOD, l’attesissima nuova espansione in arrivo il 20 giugno.

Ecco riassunti i temi toccati da Yoshida durante la sua intervista:

  • Il director ha dichiarato di non sopportare l’abilità Cleric Stance degli healer, la quale permette agli stessi di produrre un dps che non ha a che fare con la propria classe, ma ha anche ammesso che se venisse rimossa per giocatori sarebbe una cosa improponibile, quindi verrà mantenuta anche in STORMBLOOD.
  • La restrizione di drop settimanali nei raid di Alexander Savage e Dun Scaith sarà rimossa.
  • In futuro sarà forse possibile visitare le terre degli Sharlayan (già tra le patch 6.0 e 7.0), rendendo disponibili ai giocatori i loro tipici occhiali.
  • Le classi di disciples of Hand/Land, quindi crafter e gatherer, non avranno un’aggiunta di nuove classi, ma subiranno aggiustamenti alle skill così come le loro sorelle delle disciples of War/Magic, ottenendo anche un aumento del level cap.
  • Entrando nel dettaglio di una delle classi più iconiche del gioco nelle disciples of Magic, il Black Mage, la sua abilità Enochian sarà modificata al fine di renderla permanente e non un’abilità su attivazione con recast time, facendoci ovviamente intuire che la sua rotation attuale subirà modifiche, anche se non abbiamo altre informazioni a riguardo al momento.
  • Nella nuova città di Kugane sarà possibile arrampicarsi su posti molto alti in perfetto stile ninja, anche sarà difficile raggiungerne alcuni.
  • Il team sta lavorando su un aggiornamento all’Eternal Bonding (ovvero matrimonio in game) che potrebbe essere introdotto con le patch 4.1 o 4.2 .
  • Verranno introdotti eventi stagionali che coinvolgeranno in qualche modo i dungeon di gioco.
  • La versione maschile del “bunny outfit” è stata completata per le razze Hyuran e Roegadyn. Il team di sviluppo sta lavorando sulle altre razze ma siccome l’attenzione è rivolta a implementazioni più importanti in STORMBLOOD, per ora i lavori all’outfit sono stati accantonati.
  • Sviluppare un orchestrion portatile (tipo lettore mp3 per il personaggio) è una’idea geniale che trova consensi nel pubblico ma richiede molto lavoro dai tecnici del suono, pertanto è un progetto che verrà sviluppato con calma.
  • Yoshida non è intenzionato ad aggiungere nuovi set di equipaggiamento per i raid end game, almeno per ora.
  • Per quanto riguarda la lore, in STORMBLOOD i personaggi che finora nelle espansioni precedenti hanno trovato molto spazio e rilievo avranno un riscatto e maggiori attenzioni.
  • L’idea di introdurre manichini e rastrelliere per mostrare le proprie armi e armature nelle case sarà implementata durante le patch 4.X .
  • Inserire più contenuti end game per i raid sarà difficile dato il già grosso carico di lavoro sostenuto dal team. Se quest’ultimo verrà ampliato la cosa potrebbe essere presa in considerazione. Come è sempre stato In questo titolo tuttavia trovare un punto di incontro tra sfida ed accessibilità a tutti i giocatori non è del tutto semplice. Il team proverà tuttavia a inserire contenuti extra per coloro che compleranno i raid end game e si troveranno senza obbiettivi a cui puntare.
  • SQUARE ENIX aggiornerà il data center nord americano, spostandolo in uno nuovo e ammodernato, per fornire il miglior servizio possibile ai giocatori di quest’area. Il transfering avverrà intorno alla seconda metà di maggio, poco prima del lancio di STORMBLOOD.

Vi ricordiamo che FINAL FANTASY XIV: STORMBLOOD arriverà il 20 giugno su PC e PlayStation 4.

Fonte: SQUARE ENIX via DualShockers

Arien
Dall'età di nove anni nel mondo di FINAL FANTASY. Evitate di chiedergli di un gioco che ama se non siete disposti a prendere mezza giornata ad ascoltarlo mentre si trasforma in una guida strategica vivente (sprovvista del tasto OFF).