ASTRAL CHAIN – Recensione

Una minaccia extradimensionale sta distruggendo la Terra e solamente i gemelli Howard e gli altri membri dell’unità Neuron possono fermarla in ASTRAL CHAIN per Nintendo Switch

ASTRAL CHAIN - Recensione

ASTRAL CHAIN - Recensione“Vi aspettavo. Voi due siete stati scelti per entrare a far parte della nostra unità speciale Neuron. Il vostro trasferimento dalla sezione Crimine è già stato approvato. È un’ordine dall’alto, dall’Unione stessa. Fate conto che sia una promozione che non vi è concesso rifiutare. Molto bene. Sarò breve. Come saprete, la razza umana è sull’orlo dell’estinzione. Si crede sia dovuto alla contaminazione causata dai portali. Ma in verità, esistono minacce ben peggiori che l’Unione ha reputato più saggio non rivelare pubblicamente. Minacce provenienti dall’altro lato dei portali. Invasori da una dimensione aliena. Le Chimere. Come quelle che voi stessi avete visto per la prima volta. Esse sono invisibili a occhio nudo, ma, in determinate circostanze, generano un’ombra dimensionale. È così che siamo riusciti a individuare queste creature. Tuttavia, inizialmente non eravamo in grado di opporci a loro in alcun modo.” – Yoseph

È finalmente disponibile in tutto il mondo ASTRAL CHAIN, nuovo titolo sviluppato da PlatinumGames in esclusiva per Nintendo Switch. Ambientato in un futuro in cui la Terra è sull’orlo di una crisi che ha decimato l’umanità, per la realizzazione del character design la software house ha richiesto la collaborazione del celebre mangaka Masakazu Katsura, di cui potrete trovare più informazioni nel nostro precedente articolo. Con elementi tipici che caratterizzano i gameplay dei titoli sviluppati dalla software house, ma anche con tante innovazioni, riuscirà a mantenere lo standard a cui PlatinumGames ci ha ormai abituati negli anni?

  • Titolo: ASTRAL CHAIN
  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Versione analizzata: Nintendo Switch (EU)
  • Genere: Action RPG
  • Giocatori: 1-2
  • Software house: Nintendo
  • Sviluppatore: PlatinumGames
  • Lingua: Italiano (testi), Inglese e Giapponese (doppiaggio)
  • Data di uscita: 30 agosto 2019
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • DLC: nessuno
  • Note: qualsiasi sia il genere scelto per il proprio personaggio, il suo gemello si chiamerà ugualmente Akira

Abbiamo recensito ASTRAL CHAIN con un codice Nintendo Switch fornitoci gratuitamente da Nintendo.

Anno 2078. Il mondo è stato quasi completamente distrutto dalle entità extradimensionali conosciute come Chimere, e l’umanità è ormai sull’orlo dell’estinzione. I pochi esseri umani rimasti in vita sono riusciti a creare un’isola artificiale nel mezzo dell’Oceano Pacifico, all’interno della quale hanno costruito l’immensa metropoli conosciuta come l’Arca. Per contrastare i temibili esseri provenienti dalla Dimensione Astrale, che continuano a contaminare il mondo e i suoi abitanti, è nata l’unità speciale Neuron capitanata da Maximilian Howard e supervisionata dal genio della scienza Yoseph Calvert.

ASTRAL CHAIN

Le nuove reclute della squadra sono i due gemelli Howard, figli adottivi del capitano. I test effettuati sui due ragazzi hanno infatti evidenziato come i giovani siano dei soggetti perfettamente compatibili con i Legion, delle particolari Chimere che possono essere assoggettate agli esseri umani grazie all’utilizzo di un particolare strumento: la Catena Astrale. Parallelamente i due gemelli inizieranno ad investigare sui casi che riguardano la Dimensione Astrale, cercando di aiutare gli abitanti dell’Arca a sopravvivere.

Ma le Chimere non sono gli unici pericoli che li attendono. Nell’ombra sta infatti tramando Jena Anderson, ex scienziata del Centro di Ricerca Aegis e assistente di Yoseph scomparsa da oltre vent’anni. La misteriosa donna dai capelli biondi è rimasta intrappolata nella Dimensione Astrale ma, nonostante ciò, non è stata contaminata come gli altri esseri umani e non ha così perso la ragione. Inoltre sembra aver sviluppato una sostanza capace di generare creature potentissime e pericolose chiamate Homuncoli. Sarà compito dei gemelli Howard e della squadra Neuron cercare un modo per fermare la piaga che sta attanagliando la Terra e salvare così ciò che resta dell’umanità.

Una matrioska di gameplay

Dal punto di vista di gameplay ASTRAL CHAIN è l’ennesima conferma di come PlatinumGames sia sinonimo di eccellenza per quanto riguarda lo sviluppo di titoli action. All’interno del titolo la software house ha infatti inserito tutti gli elementi capace di rendere inconfondibile i propri giochi, raffinandoli ulteriormente grazie all’introduzione di elementi inediti. Ci troviamo di fronte ad un Action RPG in cui il bilanciamento tra azione, esplorazione ed elementi giocoruolistici è praticamente perfetto. L’uno non sovrasta mai l’altro, ed è il loro equilibrio a rendere il titolo una delle migliori esclusive per Nintendo Switch attualmente sul mercato.

ASTRAL CHAIN

Il titolo è diviso in capitoli, all’interno dei quali potremo esplorare delle determinate aree di gioco per risolvere il caso attualmente assegnato ai gemelli. All’interno dell’area avremo l’opportunità di interrogare i testimoni per ottenere parole chiave utili per proseguire nella storia, esaminare la scena del crimine grazie al sistema IRIS, capace di farci vedere il mondo da un’altra prospettiva, oppure fare una deviazione dalla nostra missione principale e affrontare tutta una serie di missioni secondarie che amplieranno la varietà del gameplay del titolo.

Come di consueto infatti la software house ha inserito all’interno di ASTRAL CHAIN una serie di missioni capaci di modificare radicalmente il gameplay. Da secondarie in cui dovremo risolvere un problema di strade trafficate spostando le macchine come se ci trovassimo all’interno di un puzzle game, fino a dei mini giochi in stile arcade in cui dovremo ottenere il punteggio più elevato. Ma non mancheranno nemmeno le stranezze alle quali la software house ci ha abituati nel corso degli anni: sarà infatti presente una particolare missione durante la quale dovremo letteralmente andare in bagno alla ricerca di carta igienica per liberare una povera fatina.

Legion per tutti i gusti

Il dualismo tra azione ed elementi giocoruolistici di ASTRAL CHAIN si può notare pesantemente grazie al suo sistema di combattimento e di evoluzione dei personaggi. In battaglia avremo modo di controllare direttamente due personaggi, il protagonista e il suo Legion. Avremo modo persino di muoverli in contemporanea, in modo da circondare il nemico con la Catena Astrale che li tiene legati l’uno all’altro e immobilizzarlo così al pavimento. I due inoltre avranno a disposizione una serie di attacchi combinati capaci di danneggiare pesantemente il nemico, e che cambieranno a seconda del Legion che avremo equipaggiato, oltre che dei movimenti che ci permetteranno di avvicinarci o allontanarci rapidamente dall’avversario per evitare i suoi attacchi. Non mancherà inoltre la schivata, elemento chiave di tutti i titoli PlatinumGames, che se effettuata correttamente ci permetterà di contrattaccare direttamente il nemico.

ASTRAL CHAIN

All’interno del titolo sono presenti cinque Legion differenti, ognuno dei quali con le proprie statistiche e tecniche in battaglia. A seconda del Legion scelto potremo inoltre sfruttare un’abilità unica, ad esempio con il Legion con la Spada potremo sfoderare la sua lama e tagliare elementi presenti sullo schermo in un modo simile a quello visto in METAL GEAR RISING, mentre con il Legion con l’Arco potremo passare ad un mirino per colpire con precisione anche i bersagli più distanti. Tutte queste abilità saranno fondamentali per poter risolvere i tantissimi puzzle ambientali presenti all’interno del gioco.

Potremo migliorare le statistiche dei nostri Legion grazie al sistema di Sviluppo, una sorta di albero delle abilità differente per ogni creatura. Ad essi potremo inoltre assegnare delle abilità passive capaci di agevolare il giocatore, ad esempio aumentando la portata della Catena Astrale o permettendo di ottenere più oggetti dai nemici. Il protagonista non avrà abilità, ma potremo migliorare le sue armi ed equipaggiamento aumentando così le sue statistiche. Inoltre sia il protagonista che i Legion potranno essere personalizzati esteticamente, il primo con una serie di capi d’abbigliamento e accessori differenti mentre dei secondi potremo modificare la colorazione.

Video Girl ASTRAL

Anche dal punto di vista tecnico ASTRAL CHAIN si è rivelato un vero e proprio gioiellino. Per quanto riguarda l’aspetto grafico la prima cosa che colpirà l’impatto visivo dei giocatori è senza ombra di dubbio l’ottimo lavoro svolto dal mangaka Masakazu Katsura per la realizzazione dei personaggi, il cui design è sempre unico e ben variegato. L’ambientazione del titolo è anch’essa ben realizzata, con le aree abitate ricche di personaggi non giocanti che vivono con tranquillità la propria vita. Il frame rate è stato fissato a 30fps, scelta probabilmente dovuta alla potenza dell’hardware di Nintendo Switch, ma nonostante ciò l’azione risulta ugualmente frenetica e non avremo cali anche quando su schermo appariranno tanti nemici.

ASTRAL CHAIN

Il comparto sonoro è stato curato da Satoshi Igarashi, che abbiamo già avuto modo di apprezzare precedentemente per il suo lavoro in Bayonetta 2. La colonna sonora è, esattamente come il titolo, estremamente dinamica. Troveremo infatti dei cambi repentini sotto l’aspetto musicale a seconda di ciò che staranno vivendo i protagonisti, passando da una musica più leggera nell’esplorazione a brani orchestrali nei momenti più concitati della trama. Plauso d’onore alla sequenza iniziale in stile anime, all’interno della quale potremo sentire il brano “Savior” interpretato da William Aoyama, del gruppo Intersection, e da Beverly.

La sceneggiatura del gioco è stata curata da Akiteru Naka, che ha equilibrato alla perfezione l’aspetto narrativo cupo della trama principale alternandolo con delle side quest che spesso possono risultare quasi comiche o surreali. Il grande problema della narrazione sono però i suoi buchi di trama, per quanto essi siano voluti dalla software house. Secondo i piani di PlatinumGames, infatti, ASTRAL CHAIN sarà il primo capitolo di una trilogia, sempre se questo piano verrà poi confermato da Nintendo. All’interno del titolo infatti verremo a conoscenza di alcuni eventi o personaggi dei quali non ci verrà poi rivelato nulla, lasciando un senso di suspance nel giocatore in attesa di un possibile seguito.

A chi consigliamo ASTRAL CHAIN?

Questa volta non ci sono scusanti, ASTRAL CHAIN è forse uno dei migliori titoli disponibili al momento su Nintendo Switch e tutti i possessori della console amanti dell’azione frenetica dovrebbero acquistarlo immediatamente. Chi non è esperto di questo genere avrà a disposizione dei livelli di difficoltà più bassi che renderanno l’esperienza di gioco più leggera, permettendo loro di concentrarsi soprattutto sulla narrazione.

Destreggiati negli emozionanti combattimenti in sinergia e sconfiggi un’invasione aliena sempre più potente in ASTRAL CHAIN, un nuovo gioco di azione e avventura di PlatinumGames, solo su Nintendo Switch. Come membro di un’unità speciale di polizia, sfrutterai l’aiuto di un’arma vivente per effettuare indagini e salvare l’umanità intera! In un futuro prossimo, la Terra è stata invasa da creature extraterrestri chiamate Chimere. Questi mostri hanno contaminato il mondo con una misteriosa sostanza chiamata “materia cremisi” e hanno costretto l’umanità a rifugiarsi in una città multiculturale, l’Arca.

Acquista ASTRAL CHAIN per Nintendo Switch seguendo questo link al prezzo di 59,99 €. Uscita prevista per il 30 agosto 2019. Sostieni Akiba Gamers acquistando il gioco su Amazon attraverso questo link!

ASTRAL CHAIN

  • Gameplay impeccabile
  • Lo stile unico di Masakazu Katsura
  • Ottima narrazione, sia nella trama principale che nelle secondarie…

  • …Ma con qualche buco di trama intenzionale
  • Per quanto PlatinumGames vorrebbe una trilogia, non è ancora stato confermato un seguito
  • La telecamera a volte dà problemi
ASTRAL CHAIN
4.8

Semplicemente superbo

In un mondo in fatto di fin troppe remastered, ASTRAL CHAIN è una ventata d’aria fresca. La nuova IP di PlatinumGames è un titolo che ha come caratteristica principale la sua unicità. Certo che chi conosce i titoli della software house riuscirà a notare fin da subito i suoi marchi di fabbrica, ma questi saranno accompagnati da una serie di novità capaci di enfatizzarli ulteriormente. Da fan della compagnia avevo altissime aspettative per ASTRAL CHAIN, e queste sono state ampiamente superate non appena ho preso in mano il controller. Si tratta però di un azzardo a livello narrativo, svilupparlo in modo che sia il primo capitolo di una trilogia fa sì che al suo interno vengano aperti tanti quesiti non ancora risolti e che non risolveremo mai, se Nintendo non darà la conferma per un ulteriore capitolo. Ma trattandosi di un titolo in esclusiva per Nintendo Switch, dubito che la grande N si lasci scappare questa opportunità con un esordio così straordinario.

Guarda il nostro video di unboxing della Collector’s Edition di ASTRAL CHAIN!

Federico Schirru
Raro esemplare di panda sardo cresciuto a bambù e JRPG. Soffre di sindrome di Stoccolma nei confronti di SQUARE ENIX, ed è disposto a privarsi del sonno pur di spulciare all’inverosimile ogni titolo gli capiti fra le mani.
Playasia - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*