GOD EATER 2 RAGE BURST – Anteprima e intervista esclusiva

GOD EATER

Hands on sul secondo episodio e intervista al producer Yusuke Tomizawa

Durante la nostra esperienza all’RPG Tour indetto da BANDAI NAMCO Entertainment a Milano abbiamo avuto modo di assistere a una conferenza presentata dal celebre Yusuke Tomizawa, il producer della serie GOD EATER e di testare con mano il nuovo titolo della saga che, fra qualche mese, avremo modo di giocare comodamente nelle nostre case.

Vorrei esordire cominciando a discutere della questione localizzazione. Sotto il profilo del doppiaggio, abbiamo ricevuto una cocente delusione, poiché il titolo sarà disponibile esclusivamente in lingua inglese. Dal punto di vista dei testi, invece, siamo rimasti più che soddisfatti nel vedere che, tra le varie lingue disponibili, è possibile selezionare anche l’italiano. Le restanti sono: inglese, francese, tedesco, spagnolo e olandese.

Nonostante già fossimo a conoscenza dell’esaltante bellezza che caratterizza il titolo, poterlo finalmente provare è stato davvero illuminante. È  inutile negare che la serie di GOD EATER si ispiri a piene mani a quella di Monster Hunter; tuttavia prendere ispirazione da un titolo non è sempre un male: si pensi, ad esempio, a Toukiden o a Freedom Wars i quali hanno più di un punto di contatto con l’amatissimo titolo di CAPCOM. Indi per cui, dal nostro punto di vista, il fatto che ci siano parecchie somiglianze con il titolo che, ad oggi, è diventato un punto saldo di Nintendo, non è necessariamente un male.

Ciononostante, direi di non dilungarci oltre e di estrarre le armi per iniziare la nostra caccia agli Aragami!

L’umanità in catene: Aragami all’orizzonte

GOD EATER 2 RAGE BURST, nuovo capitolo delle serie già affermata tra i giocatori del Sol Levante che abbiamo avuto modo di ammirare a Milano, è ambientato in un mondo post-apocalittico e si ricollega, sia per ambientazioni che per trama, al primo titolo pubblicato. Chi avrà giocato di persona a questo brand già saprà quali sono i punti focali, a livello di ambientazioni e gameplay, su cui il titolo si concentra, ma, per tutti gli altri, verremo in vostro aiuto per darvi delucidazioni su qualsiasi questione lo riguardi.

L’umanità è prossima all’estinzione e la minaccia degli Aragami, i giganteschi mostri che dovremo affrontare nel gioco, diventa di giorno in giorno più importante, tanto da costringere gli ultimi componenti della nostra razza, ancora in vita, a vivere nascosti nella paura e nella disperazione. Nonostante la potenza ineguagliabile degli Aragami, gli esseri umani hanno tentato di combatterli (e lo fanno tutt’ora) tramite l’organizzazione “Fenrir“, i cui membri, chiamati God Eater, si occupano della sicurezza della popolazione e di contrastare questi immondi esseri sanguinari.

god-eater-2-rage-burst-anteprima-screenshot-07

In particolare, GOD EATER 2 RAGE BURST è ambientato tre anni dopo GOD EATER RESURRECTION (il remake del primo titolo), mantenendone però premesse e ambientazioni. Indi per cui, anche in questo nuovo titolo, l’umanità sarà sul punto di collassare e sarà necessario l’intervento del nostro eroe e dei suoi compagni per evitare che il destino crudele che attende gli esseri umani divenga realtà. Tuttavia, nonostante si parli di un titolo che funge da sequel diretto del primo, l’incipit al gameplay è totalmente diverso da quello che ha caratterizzato il primo GOD EATER. In RAGE BURST assisteremo alla nascita di una nuova fatale pandemia chiamata Black Plague, la quale ha iniziato a diffondersi a partire dalle lontane terre dell’est. I membri di una squadra speciale chiamata “Blood“, affiliata con Fenrir, verranno mandati in oriente per investigare su questa strana faccenda e sulle conseguenze che potrebbe causare.

Per quanto concerne la trama, in realtà, non sono state diffuse ulteriori informazioni durante l’RPG Tour ma, ciononostante, Tomizawa ha deciso, in maniera piuttosto importante, di concentrarsi sul gameplay che caratterizzerà il titolo.

God Eaters versus Gods

Come prevedibile, parliamo di un gameplay molto simile a quello dell’apprezzatissimo Monster Hunter ma, al contempo, anche totalmente diverso. Se da una parte abbiamo uno stile di caccia molto più crudo e grezzo, in questo GOD EATER la spettacolarità fa da padrona e il tutto viene condito da spettacolari effetti visivi e da una miriade di combo devastanti. Se dovessi provare ad esporvi in maniera più chiara ciò che intendo comunicarvi, vi direi che se da un lato abbiamo Monster Hunter, il cui sistema di caccia può oggi essere definito “classico”, dall’altra abbiamo GOD EATER, dove le missioni saranno condite più dall’azione e dalla meraviglia visiva che dalla tattica. Con ciò non intendo dire che elaborare strategie sarà inutile, anzi: senza un minimo di ragionamento e osservazione dei vostri nemici verrete completamente sovrastati, quindi vi converrà porre molta attenzione a ciò che vi si interporrà dinanzi se vorrete evitare di essere uno dei tanti uomini caduti in seguito alla comparsa degli Aragami.

Per quanto riguarda il nostro arsenale, invece, durante la press conference è stato mostrato nel dettaglio lo spadone, il quale gode della possibilità di trasformarsi a comando in armi totalmente diverse, come uno scudo oppure un fucile. Ciò che abbiamo potuto notare è che i moveset delle tipologie di armi sono davvero eccezionali, rendendo il gameplay unico a seconda della trasformazione attiva, poiché in base alla forma dell’arma cambia anche il suo modo di essere utilizzata. La possibilità di mutare l’arma nel corso delle nostre missioni dona una profondità non indifferente al gameplay, il quale subisce una trasformazione abbastanza importante se utilizzeremo un armamento piuttosto che un altro. Tuttavia, ovviamente, lo spadone non sarà l’unica arma disponibile nel corso del gioco: avremo modo di utilizzare anche martelli, spade, scudi, pistole e molto altro e, ovviamente, la nostra scelta influirà anche sulla nostra modalità di azione, un po’ come avviene, per l’appunto, su Monster Hunter o su Toukiden.

Tuttavia, ciò che differenzia totalmente questo GOD EATER 2 RAGE BURST da questi ultimi due è la velocità, la quale è di gran lunga superiore rispetto a quella dei titoli già citati, il che ci farà sentire parecchio spaesati nel caso in cui non avessimo già provato il titolo uscito da noi su PSP. Ciononostante, BANDAI NAMCO Entertainment ha deciso di farci un altro importante dono oltre alla semplice uscita occidentale della serie pubblicata in Giappone ben cinque anni fa, ma di questo ne discuteremo nel prossimo paragrafo.

All in one!

Ciò che la software house nipponica ha tenuto a sottolineare riguarda le modalità di pagamento dei due titoli: GOD EATER 2 RAGE BURST e GOD EATER RESURRECTION. Infatti, acquistando il secondo capitolo della serie, il primo ci verrà offerto gratuitamente in digital download. Di conseguenza, chiunque fosse interessato all’acquisto e, magari, era frenato dal semplice fatto che i due titolo sono collegati, con questa notizia avrete piè libero nell’avanzare verso il vostro desiderio di giocarli. Vi ricordiamo che entrambi i titoli saranno disponibili su tre piattaforme: PlayStation 4, PlayStation Vita e PC (digital only), i cui prezzi saranno rispettivamente 69,99 €, 39,99 € e 49,99 €. Inoltre, vogliamo annunciarvi che la loro uscita ufficiale è fissata per il prossimo 30 agosto, quindi sarà il primo di tutti i titoli visti all’RPG Tour di cui potremo godere e discutere insieme.

In conclusione

Non possiamo che esser soddisfatti di questo nuovo GOD EATER 2 RAGE BURST. Possiamo assicurarvi che è davvero un bel titolo, condito da azioni mozzafiato e complesso al punto giusto. Sicuramente, in quanto a profondità, non raggiunge i livelli del papà Monster Hunter ma nonostante ciò questo aspetto non è necessariamente da considerarsi un male. Molte persone odiano lo “studio” che è necessario fare sul titolo di CAPCOM per riuscirlo a comprendere appieno, indi per cui, nel caso in cui foste tra quelle, vi assicuriamo che questa alternativa è davvero ottima. Con ciò non vogliamo dire che GOD EATER sia esclusivamente per coloro che non riescono o non vogliono dedicarsi troppo a Monster Hunter, anzi, siamo sicuri che anche tutti i cacciatori di mostri saranno più che soddisfatti nel provare questo titolo. Quindi, nel caso in cui non stiate cacciando da un po’, sarà meglio riprendere le proprie armi e rigettarsi nella mischia: il 30 agosto è più vicino di quanto pensiate.

god-eater-yusuke-tomizawa

Intervista a Yusuke Tomizawa, producer

Prima domanda: GOD EATER 2 ci ha messo davvero troppo tempo ad arrivare qui da noi. Per quale motivo ci avete messo così tanto?

Si tratta semplicemente di strategie di mercato. La prima volta GOD EATER ha visto luce su PSP e le vendite della console in Giappone non potevano essere equiparate a quelle del mercato occidentale. Con l’arrivo però di PlayStation 4 abbiamo deciso che fosse arrivato il momento giusto, sfruttando anche il successo della serie animata.

In una precedente intervista avete dichiarato che nella versione occidentale non sarà presente il doppiaggio originale in giapponese. Ci sarà comunque un modo per averlo, tramite DLC o aggiornamento?

Con il doppiaggio inglese è stato svolto un ottimo lavoro, ne siamo molto soddisfatti, e crediamo che anche i fan ne rimarranno sorpresi. Non escludiamo però la possibilità di rilasciare in futuro un qualche DLC che permetta di scegliere il doppiaggio che più ci aggrada.

In occasione dell’arrivo della serie qui da noi, saranno per caso rilasciati nuovi contenuti esclusivi per il mercato occidentale?

No, abbiamo voluto permettere a tutti i giocatori del mondo di poter usufruire dei medesimi contenuti, difatti, come già confermato, la versione occidentale di GOD EATER conterrà tutti i DLC e gli extra presenti nella versione giapponese.

Cosa dovrebbe spingere coloro che hanno già giocato GOD EATER BURST per PSP ad acquistare GOD EATER RESURRECTION oltre al comparto grafico di nuova generazione?

Saranno presenti diversi contenuti aggiuntivi, soprattutto riguardante la trama. Inoltre, abbiamo migliorato il gameplay rendendolo più action e divertente. Non si tratta quindi di un mero restyling grafico, ma di una nuova esperienza.

Avete annunciato le versioni per PC, PlayStation 4 e PS Vita, ci sarà una qualche possibilità di vedere il gioco anche su Xbox One?

Riuscire a portare il gioco su PC è stata per noi già un’enorme sfida da affrontare, avendo da sempre lavorato solo su console PlayStation, preferiamo quindi procedere step-by-step. In ogni caso, se ci dovesse essere una forte richiesta da parte degli utenti, penseremo in maniera più concreta ad un possibile porting anche su Xbox One.

Il gioco uscirà sia su PlayStation 4 che su PS Vita, sarà quindi possibile il cross-save e il cross-play?

Certamente, come per la versione giapponese del titolo, anche per il mercato occidentale vogliamo che siano riproposte le medesime modalità.

GOD EATER 3 vedrà mai la luce? Quali novità possiamo aspettarci?

Pensiamo ogni giorno a come espandere il franchise di GOD EATER in ogni maniera, non solo tramite l’uscita di nuovi capitoli. Non sappiamo di preciso se e quando uscirà un nuovo titolo della serie, ma sicuramente non staremo fermi con le mani in mano, siamo sempre al lavoro su nuovi progetti.

Abbiamo visto diversi porting per PC di giochi console fatti davvero male, con poche opzioni di personalizzazione, instabili e con un basso FPS. Come avete deciso di effettuare voi la trasposizione su PC? Sarà possibile avere 60 FPS?

Per quanto riguarda le versioni console, abbiamo deciso di far girare il gioco a 30 FPS, anche su PlayStation 4. Non possiamo però rispondere totalmente alla domanda, dato che la versione PC è attualmente in sviluppo, e non sappiamo ancora quanto potremo spingerci in fondo. Speriamo di potervi dare presto le informazioni richieste.

Per la prima volta GOD EATER approderà in occidente su PC e console da salotto. Come pensate che i fan accoglieranno questa novità? Quale sarà, secondo voi, la versione più venduta?

PlayStation 4, secondo me. È una console che possiede molte qualità, ed è molto apprezzata; inoltre, la versione PlayStation 4 del gioco è una delle più belle, nonostante tutte le piattaforme di rilascio potranno godere degli stessi contenuti. Siamo comunque ancora nel bel mezzo dello sviluppo della versione PC, non sappiamo quindi se ci aspetteranno delle sorprese sotto questo frangente; speriamo di ricevere un ottimo feedback anche da questi ultimi utenti.

Come precedentemente annunciato, acquistando GOD EATER 2 RAGE BURST si riceverà gratuitamente anche una copia di GOD EATER RESURRECTION: i due giochi saranno disponibili nello stesso momento?

Sì, i due titoli saranno scaricabili e giocabili contemporaneamente fin da subito, senza dover attendere ulteriori giorni.

Anteprima a cura di Shin. Intervista di rey36

Avatar
Dal 2013 la redazione di Akiba Gamers si prodiga nell'informare e intrattenere gli appassionati di videogiochi giapponesi. Dal 2018 il sito parla anche di Giappone, anime, cinema e tanto altro.
Playasia - Play-Asia.com: Online Shopping for Digital Codes, Video Games, Toys, Music, Electronics & more