Disney Epic Mickey 2: Le Avventure di Topolino e Oswald – Recensione

epic mickey 2 recensione cover

epic-mickey-2-playstation-vita-recensione-boxartCosa succede a tutti quei cartoni che prima o poi finiscono per essere dimenticati dai bambini? Disney Epic Mickey già dal primo episodio risponde a questa domanda presentandoci la città di Rifiutolandia, borgo realizzato dall’antico mago Yen Sid dove i vecchi cartoni animati di Walt Disney hanno trovato rifugio.

Topolino ha già salvato una volta la città del suo amico Oswald, salvandola dalla minaccia del malvagio Macchia Nera e del suo alleato Scienziato Pazzo. Tuttavia, Gus e Ortensia chiedono ancora una volta aiuto a Mickey: la città sta subendo grossi danni a causa di misteriosi terremoti, e Scienziato Pazzo è sbucato fuori dalle tenebre con l’intenzione di ravvedersi aiutando i suoi concittadini. Ma sarà davvero così? Topolino prende in prestito ancora una volta il pennello magico di Yen Sid e accorre in aiuto degli indimenticati amici.

  • Titolo: Disney Epic Mickey 2: Le Avventure di Topolino e Oswald
  • Piattaforma: PlayStation Vita (disponibile anche su altre piattaforme)
  • Genere: Azione, platform
  • Giocatori: 1-2
  • Software house: Disney Interactive Studios
  • Sviluppatore: Junction Point Studios, Blitz Games Studios
  • Lingua: Italiano (testi e doppiaggio)
  • Data di uscita: 19 giugno 2013
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • Reperibilità: comune
  • DLC: nessuno

epic-mickey-2-playstation-vita-recensione-06Sequel del primo Epic Mickey: la leggendaria sfida di Topolino, questo nuovo capitolo della saga di Epic Mickey, plasmato dalla mente di Warren Spector, ci mette ancora una volta al centro delle surreali avventure di un Topolino che ricorda molto da vicino quello dei cartoni animati degli anni ’40, accompagnato da un insolito partner: Oswald, il coniglio fortunato che per un certo periodo di tempo è stato personaggio pilota di Walt Disney, scartato poi in favore del Mickey Mouse che tutti conosciamo.

Oltre a riproporre al pubblico la figura dell’eroico coniglio, lo scopo del primo Epic Mickey era quello di dare nuova linfa vitale alla figura della mascotte Disney, ormai nota meno del Mario di Nintendo alle nuove generazioni. Mentre il primo Epic Mickey fu un’esclusiva Wii, questo secondo capitolo è stato lanciato in multipiattaforma su tutte le console contemporaneamente. Fanno eccezione Nintendo 3DS, che ha goduto di un capitolo esclusivo a scorrimento orizzontale, e PlayStation Vita, la cui edizione è quella che andremo a valutare di seguito.

Il vecchio baffuto pennellone

Perché costruire opere architettoniche di questo tipo a Rifiutolandia?

Perché costruire opere architettoniche di questo tipo a Rifiutolandia?

Caratteristica principale dei due Epic Mickey è il pennello con cui il nostro topo potrà interagire con scenari e personaggi, che sfrutterà due diversi tipi di inchiostro: la pittura, di colore azzurro, e il solvente, che invece sarà verde. Con la pittura saremo in grado di costruire pezzi mancanti, animare personaggi e creare passaggi per avanzare nei livelli. Col solvente faremo tutto l’opposto: potremo distruggere ciò che abbiamo creato, liberare il passaggio facendo scomparire muri, o persino togliere la vita alle celeberrime scope semoventi del film Fantasia.

epic-mickey-2-playstation-vita-recensione-08Nella versione per PlayStation Vita potremo utilizzare il getto d’inchiostro del pennello sia con i tasti L e R sfruttando l’apposito mirino, che il nostro ditone sul touchscreen, scelta decisamente più accattivante, dato che sfrutta una delle peculiarità della portatile Sony.

Questa seconda opzione risulterà uno dei punti di forza di questo porting, che fra tutti gli altri si distinguerà proprio per la migliore precisione e intuitività con cui potremo usare il setoloso arnese trafugato a Yen Sid (ehm…).

Un impegno concreto: ricostruiamo Rifiutolandia!

Una volta scappati dal castello di Oswald, che cadrà a pezzi a causa del terremoto, ci ritroveremo a Male Street, la via principale di Rifiutolandia. Qui ci renderemo conto dei danni causati dal misterioso terremoto, e grazie al pennello magico di Mickey potremo dare una sistemata qua e la’ e aiutare gli abitanti e i Gremlin a ricostruire la città. In questo frangente potremo familiarizzare con le prime missioni secondarie proposte dagli abitanti del borgo o semplicemente risanare gli edifici trasparenti con la nostra pittura blu.

epic-mickey-2-playstation-vita-recensione-09

Queste varianti meccaniche dei beniamini Disney sono così... inquietanti.

Queste varianti meccaniche dei beniamini Disney sono così… inquietanti.

Il gioco è strutturato come un’avventura in terza persona, senza una suddivisione in livelli, ma costituita da una serie di ambienti molto ampi intervallati da schermate di caricamento e sequenze di dialoghi. Potremo controllare la telecamera con la leva analogica destra e persino ammirare l’ambiente circostante sfruttando la visuale in prima persona. Tuttavia entrando, per esempio, in negozi o all’interno di abitazioni in città, la visuale passerà di lato e potremo muoverci esclusivamente a destra o sinistra.

Entrando nelle zone in cui sono presenti nemici, potremo affrontarli con un attacco diretto (una sorta di spin effettuato da Topolino col pennello) oppure tentando un approccio più amichevole, ricoprendoli di inchiostro blu per farli diventare innocui esseri dalla nostra parte.

Le fasi esplorative sono inframezzate da dialoghi completamente doppiati in italiano (ma talvolta inutili o inopportuni), e di tanto in tanto anche da bellissime sequenze animate realizzate con uno stile moderno, che richiama tuttavia quello dei cartoni classici Disney.

Oswald, il coniglio fortunato… più o meno

epic-mickey-2-playstation-vita-recensione-10

Ed ecco Topolino che, armato di pennello, si prepara a un attacco a sorpresa ai danni dello sfortunato Oswald.

Il nostro amico coniglio, evidente prototipo di Topolino, è un coniglio che indossa solo un paio di braghette blu. È in grado di volare agitando le orecchie a mo’ di elicottero e possiede un telecomando in grado di generare impulsi elettrici. Lanciandolo in aria potremo planare attaccandoci ai suoi piedi, in modo da superare le aree inaccessibili persino col doppio salto.

Tuttavia, l’intelligenza artificiale del nostro amico è uno dei problemi più gravi che affliggono questo gioco. Spesso lo vedrete incastrarsi in qualche anfratto di ambiente anziché seguirvi, o lo vedrete scomparire nel momento del bisogno. O più semplicemente sarà difficile farvi aiutare da lui a superare un ostacolo saltandogli in testa o aggrappandovi ai suoi piedi per planare.

Oltre al fumetto da toccare ogni qual volta è disponibile un’interazione con lui, sarebbe stato utile anche avere un tasto che ci permettesse di farlo accorrere in nostro aiuto. L’unico modo per ovviare al problema è sfruttare il multiplayer possibile su PS Vita tramite connessione Wi-Fi in locale.

Fortuna che ci è permesso schiantarlo al suolo per sfogare le nostre frustrazioni.

Alla fiera dell’est, per due soldi, un Topolino mio padre comprò

Una delle lance da spezzare in favore dell’edizione PS Vita di Disney Epic Mickey 2: Le Avventure di Topolino e Oswald è sicuramente il prezzo.

Una cifra assai ridotta, quella di 19,90 euro, che fin dal giorno dell’uscita ha consentito a tutti i possessori di Vita di accaparrarsi un nuovo gioco per la propria collezione, o ai genitori di regalarlo assieme alla console ai propri bambini.

Taglio di prezzo da imputare anche al fatto che Le Avventure di Topolino e Oswald arrivano su Vita ben sette mesi dopo il lancio sulle altre console: una scelta da apprezzare, visto che solitamente i porting vengono venduti a prezzo pieno anche dopo uno o due anni dalla release originale.

A chi consigliamo Disney Epic Mickey 2: Le Avventure di Topolino e Oswald?

Epic Mickey 2 non è un titolo per tutti. Bisogna avere molta pazienza, molto tempo libero e tanta voglia di girare a vuoto per gli ambienti di gioco alla ricerca di oggetti o interazioni utili per avanzare nell’avventura. Questo secondo capitolo delle avventure di Topolino e Oswald può risultare epico e divertente agli occhi di un bambino, così come può far sorridere i fan dei cartoni classici Disney, ma nonostante il prezzo contenuto sconsiglierei l’acquisto a tutti gli altri.

Pro e Contro

  • Ottimo il doppiaggio italiano, canzoni incluse
  • Prezzo di lancio di 19,90 €
  • Buona longevità, ottimi ambienti
  • La Silly Symphony “The Skeleton Dance” nella sezione Extra
  • La grafica è buona, ma il framerate è piuttosto basso
  • Spesso la qualità audio non è delle migliori
  • Non si presta facilmente a brevi sessioni di gioco
  • Gameplay a tratti noioso e frustrante
  • Oswald… sveglia!
2.6
su 5

Non sempre a Topolino capitano avventure epiche

Se il primo Epic Mickey è entrato nel cuore di molti videogiocatori, altrettanto non può dirsi di questo secondo capitolo, che porta Topolino per la prima volta su PlayStation Vita. L’Avventura di Topolino e Oswald può risultare divertente se siete fan della Disney, se vi concedete sessioni di gioco non brevi e se vi piacciono i platform più lenti e ragionati. Un ottimo gioco per i più giovani, eccessivamente noioso per i più grandi.

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Alessandro Semeraro
Trent’anni passati a inseguire il sogno giapponese, fra un episodio di Gundam e un match a Street Fighter II. Adora giocare su console e nelle sale giochi di Ikebukuro che ormai, per quanto lontana, considera una seconda casa.
ilCirox Channel - Memes, offerte e games