Apre a Tokyo l’Eternal Shojo Cafe, un tuffo nei ricordi per i nostalgici degli shojo

Eternal Shojo Cafe

Gli accaniti fan e lettori di manga shojo di lunga data probabilmente ricorderanno i lontani anni in cui, anche nelle reti televisive nostrane, hanno prolificato una quantità di anime basati appunto su serie appartenenti a questo  target. In Giappone però, è stato da poco aperto un locale a tema che rende omaggio ad alcuni esponenti di shojo più datati ma molto amati, chiamato Eternal Shojo Cafe.

Si tratta di un locale pop-up, ovvero temporaneo, aperto all’interno del centro commerciale Parco di Shibuya, Tokyo. Le opere principali a cui questo cafe vuole rendere omaggio sono cinque, tutte pubblicate nella celebre rivista Ribbon, e sono Hime-chan no Ribbon (Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare in Italia), Akazukin Chacha, Nurse Angel Ririka SOS (Ririka, SOS! in Italia), Kodomo no Omocha (Il giocattolo dei bambini/Rossana in Italia), e Full Moon o Sagashite (Full Moon – Canto d’amore in Italia).

Durante il periodo di apertura verranno offerti piatti e bevande dedicati a queste celebri opere, e ogni ordine effettuato permetterà di ricevere una delle due tovagliette, una che vede raffigurate le protagoniste delle rispettive opere e l’altra che vede la presenza anche qualche personaggio comprimario, e dei sottobicchieri, tutto da poter portare a casa.

Parlando di portarsi qualche souvenir a casa, il locale offrirà anche l’immancabile gift shop che proporrà merchandising limitato.

Qui sotto potete ammirare una galleria di immagini dedicate alle pietanze, drink, e merchandising proposti dal Eternal Shojo Cafe!

Fonte: SoraNews24

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile grazie al tuo supporto! Puoi iscriverti ai nostri canali social, condividere i nostri articoli tramite gli appositi link e fare passaparola fra i tuoi amici.

Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico.I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.