DRAGON BALL FighterZ: nuovi dettagli per personaggi e modalità Arcade

DRAGON BALL FighterZ: nuovi dettagli per personaggi e modalità Arcade

BANDAI NAMCO Entertainment giunge oggi a introdurci in modo più dettagliato i tre nuovi personaggi di DRAGON BALL FighterZ, ovvero Gotenks, Gohan Adulto e Kid Buu, spendendo anche qualche parola sulla modalità Arcade offerta dal gioco.

I personaggi giocabili che compongono il roster del titolo avranno abilità e attacchi speciali che andranno a vivacizzare le battaglie. La potente fusione Gotenks disporrà di una portata limitata ma movimenti molto rapidi, come il Super Ghost Kamikaze Attack. Per cambiare l’esito del combattimento, Gohan può sfoderare la sua abilità suprema sbloccando il suo vero potere! Grazie alla sua notevole velocità e potenza, il malvagio Kid Buu è un esperto di attacchi insidiosi. Può anche estendere il proprio braccio, per cui la portata non dovrebbe più essere un problema per lui!

Per quanto riguarda la modalità Arcade, i giocatori potranno mettere alla prova le proprie capacità combattendo contro nemici sempre più potenti, per aumentare il proprio grado e diventare i migliori guerrieri di DRAGON BALL FighterZ! In questa modalità sono disponibili 3 percorsi, e una volta completato uno di questi sarà sbloccata la modalità Difficile.

DRAGON BALL FighterZ è atteso in Italia dal 25 gennaio 2018 su PlayStation 4, Xbox One, mentre solo dal 26 dello stesso mese su PC via Steam.

Di seguito potete ammirare una bellissima galleria di immagini, seguita dal trailer interamente dedicato a Gotenks.

DRAGON BALL FighterZ – Immagini

Gotenks Trailer

Fonte: BANDAI NAMCO Entertainment

Supporta Akiba Gamers

Ti piace Akiba Gamers e vorresti vederlo crescere? È possibile anche grazie al tuo supporto. Puoi condividere i nostri articoli sui social network tramite gli appositi link che trovi sul sito, fare del passaparola fra i tuoi amici, oppure effettuare una donazione tramite PayPal.

Effettua una donazione
Prestigiatore, ballerino di break dance, produttore cinematografico, fondatore di Akiba Gamers: un curriculum da fare invidia a Johnny Sins, ma che non regge il confronto con la sua smodata passione per i giochi d’importazione e per i tegolini.