NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution – Recensione

naruto-shippuden-ultimate-ninja-storm-revolution-recensione-boxartNaruto Uzumaki è un giovane ninja del Villaggio della Foglia, il cui unico grande sogno è quello di diventare Hokage. Crescendo scoprirà che all’interno del suo corpo è sigillato il demone della Volpe a Nove Code, motivo per cui verrà spesso temuto ed emarginato dai suoi compaesani, e inizierà a frequentare l’Accademia Ninja dove conoscerà Sasuke Uchiha, Sakura Haruno e il maestro Kakashi Hatake. Dopo svariate missioni nel Team 7, il compagno Sasuke lascerà il villaggio per vendicare il suo clan, misteriosamente sterminato proprio da suo fratello Itachi, e di conseguenza, anche Naruto deciderà di partire per migliorare le sue abilità con il leggendario eremita Jiraiya, con il quale si allenerà per ben due anni, successivamente ai quali dovrà affrontare l’organizzazione Akatsuki, dedita a catturare tutti i nove cercoteri per sfruttarne la potenza. Fra durissimi allenamenti, scontri all’ultimo sangue e colpi di scena, il giovane ninja crescerà perseguendo la sua strada, imparando a padroneggiare il potere della Volpe a Nove Code e divenendo un guerriero temibile e un rispettato protettore del suo villaggio natale. Riuscirà l’intraprendente Naruto a divenire Hokage e a sventare le temibili minacce che incombono su Konoha?

NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution è l’ultima trasposizione in chiave videoludica dell’opera, ormai conclusa, di Masashi Kishimoto, edita da Shonen Jump, che vanta di ben 700 capitoli, oltre alle due celeberrime serie anime. CyberConnect2, da sempre sviluppatore dei titoli basati sul mondo di Naruto, decide di dare il tutto per tutto per realizzare il titolo definitivo, l’ultimo sulle console di ormai vecchia generazione. Sarà stata capace nel suo intento?

  • Titolo: NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution
  • Piattaforma: PlayStation 3, Xbox 360
  • Genere: Fighting Game
  • Giocatori: 1-2 (online e locale)
  • Software house: BANDAI NAMCO Games
  • Sviluppatore: CyberConnect2
  • Lingua: Italiano (testi), inglese o giapponese (doppiaggio)
  • Data di uscita: 11 settembre 2014
  • Disponibilità: retail, digital delivery
  • Reperibilità: comune
  • DLC: svariati pack di costumi alternativi
  • Note: lanciato anche in versione Samurai Edition con metal case, statua di Naruto e due costumi esclusivi

naruto-shippuden-ultimate-ninja-storm-revolution-recensione-schermata-02Vera protagonista di NARUTO SHIPPUDEN: UNSR è Torneo Ninja, una modalità che vedrà impegnati in combattimento una mole immane di personaggi tratti dall’opera, circa 69 shinobi giocabili, ai quali vanno aggiunte le versioni alternative degli stessi, come per esempio il Naruto di dodici anni e quello, più adulto, di Shippuden; in questa modalità potremo affrontare un massimo di tre avversari, e il nostro obiettivo non sarà quello di combattere fino a giungere al classico K.O., ma quello di ottenere gli orb, sfere di energia di diverse dimensioni e colori di cui, per ogni tipologia, è associato un punteggio.

Perché hanno i costu--  Oh. Dannate Yaoiste.

Perché hanno i costu–
Oh. Dannate yaoiste.

Per ottenerle basterà mandare a segno più colpi possibili e, ovviament,e nel caso venissimo colpiti da attacchi nemici, perderemo a nostra volta tali oggetti. La quantità di orb guadagnata o persa, a seconda dei casi, dipenderà esclusivamente dal tipo di attacco: l’attacco di base assegnato al tasto quadrato (X su Xbox 360) farà guadagnare un numero notevolmente inferiore di orb rispetto a quelli ottenuti con una tecnica speciale. Le fasi di combattimento si alterneranno ad alcune brevi di esplorazione, che tuttavia risultano quasi prive di ogni rilevanza, in quanto non influiranno particolarmente sul resto del torneo anzi, sarà anche abbastanza noioso esplorare l’isola in cerca di oggetti da usare durante i combattimenti, che finiranno col comparire sempre e solo nei medesimi punti, come già accadeva nel primo titolo della serie STORM.

Probabilmente tutti conosceremo un’altra grande opera di origini nipponiche, sempre edita da Shonen Jump, nella cui storia veniva spesso narrato di maestosi tornei di arti marziali. Si tratta ovviamente di Dragon Ball! Potremmo considerare l’intera modalità Torneo Ninja come una vera e propria citazione, compresi i personaggi defunti e resuscitati per l’occasione. Certo, non avranno l’aureola, ma anche loro verranno scomodati dal sonno eterno per essere gettati nella mischia, senza alcun apparente motivo.

Botte da Orb

"Scossa? Va beeeene!"

“Scossa? Va beeeene!”

Per poter analizzare al meglio le fasi di combattimento presenti nel titolo BANDAI NAMCO dobbiamo scinderle in due sottocategorie: quelle del Torneo Ninja e quelle in classico stile uno contro uno. Quelle del torneo, come abbiamo detto già precedentemente, vedranno quattro personaggi darsele di santa ragione in una sorta di battle royal, cosa che renderà gli scontri molto più confusionari e molto più difficile da seguire, complice un sistema di enemy-targeting non proprio preciso: non essendo automatico, dovremo cambiare spesso bersaglio per poter continuare ad accumulare orb, e ovviamente la telecamera si sposterà molto repentinamente da un parte dell’arena all’altra, confondendo ancora di più il giocatore che farà fatica a ritrovare il suo personaggio, anche a causa di una visuale molto lontana dall’area di gioco. Questo problema non si pone però quando si affronterà un solo nemico.

The AXE effect.

The AXE effect.

Nella classica modalità uno contro uno, infatti, potremo beatamente fare a meno di tutti i problemi della modalità Torneo: i combattimenti saranno di certo altrettanto frenetici, ma il sistema di puntamento funzionerà alla perfezione e la telecamera si posizionerà alle spalle del nostro personaggio, rendendo il combattimento più coinvolgente e decisamente più divertente. Uno dei difetti, che purtroppo ritroveremo in tutte le modalità presenti, è il bilanciamento dei personaggi: ho notato come i ninja principali siano molto più avvantaggiati come valori, mentre i comprimari siano molto sbilanciati oppure difficili da utilizzare. Per esempio Sasori della Sabbia, che brandisce una marionetta come arma, sarà estremamente difficile da usare, perché potremo muovere a nostro piacimento Sasori, ovviamente, ma non la marionetta, e capiterà spesso di ritrovarci faccia a faccia con il nemico e non poter attaccarlo per via della marionetta rimasta tragicomicamente indietro.

Che storie del mecha

naruto-shippuden-ultimate-ninja-storm-revolution-recensione-schermata-10In Ultimate Ninja STORM Revolution abbiamo fra le mani un modalità storia basata su storie originali create appositamente per il gioco, ma comunque basate sull’opera di Kishimoto; dal menu potremo già capire che saranno in totale tre le saghe che potremo giocare: la prima, l’unica sbloccata sin dal principio, si basa sulla fondazione dell’Akatsuki, da noi conosciuta come Organizzazione Alba, ove utilizzeremo i membri fondatori del gruppo per sconfiggere e successivamente reclutare quelli che poi nel manga verranno già presentati come membri effettivi del gruppo, come per esempio Kisame e Deidara.

Attenzione: questa modalità potrebbe essere considerata uno spoiler, in quanto non disponibile da subito.

"Fermi tutti, a me piace la patata."

“Fermi tutti, a me piace la patata.”

Dopo aver superato il primo girone del Torneo Ninja, sbloccheremo un capitolo speciale basato sul personaggio originale di Mecha-Naruto, disegnato proprio dallo stesso Kishimoto appositamente per questo titolo. Durante i preparativi dell’imminente Torneo Ninja, Naruto e Hinata porteranno a compimento una missione di consegna, ma nel bel mezzo del rientro presso il Villaggio della Foglia avvertiranno uno strano rumore, qualcosa di metallico. I due ragazzi incapperanno poco dopo in un essere robotico che stranamente ricorderà il biondo protagonista: dopo che Mecha-Naruto si riaccenderà, verranno fatte le dovute presentazioni, e da lì partirà la nostra avventura. Il nostro team si deciderà quindi a partecipare al Torneo, superando senza alcun problema il primo girone: la modalità degli incontri sarà la stessa e medesima di quella Torneo Ninja, ma Mecha-Naruto, invidioso del rapporto tra Hinata e Naruto, deciderà di scambiare corpo con il vero Naruto, scatenando così alcuni spassosi malintesi… riuscirà il vero Naruto a reimpossessarsi del proprio corpo prima che Mecha-Naruto combini altri guai?

Tecnica della moltiplicazione dei video!

"Sono Itachi Uchiha e benvenuti nella mia cucina."

“Sono Itachi Uchiha e benvenuti nella mia cucina.”

Come ho già accennato qualche paragrafo più indietro, CyberConnect2 ha sfruttato al massimo tutta la sua esperienza in ambito videoludico presentando un gioco graficamente superbo, non castrato da frequenti cali di frame rate, come capita spesso nei picchiaduro di questo calibro, e arricchito da una buona colonna sonora, che tuttavia non colpisce particolarmente come invece fa la grafica. Una nota di plauso va fatta ai video che corredano la modalità storia, eccellenti sia nelle animazioni che nel doppiaggio, decisamente migliori della serie animata stessa. Purtroppo, l’unico demerito, se così vogliamo chiamarlo, sarà il lungo ripresentarsi di queste scene animate durante la nostra avventura, che lasceranno poco spazio ai combattimenti e quindi all’interazione da parte del giocatore.

A chi consigliamo NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution?

naruto-shippuden-ultimate-ninja-storm-revolution-recensione-schermata-05NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution va consigliato ovviamente ai fan della saga di Naruto, che potrebbero apprezzare molto la modalità storia esclusiva, con storie mai raccontate nel manga ma di cui ne completano la linearità, ma mi sento di consigliarlo anche a chi, come me, non è particolarmente fan della serie: onestamente mi sono divertito abbastanza e mi sono appassionato a queste side story ben congegnate e accompagnate da filmati, assolutamente creati apposta per il titolo. La modalità Torneo Ninja tuttavia, la principale novità di questo titolo, potrebbe interessare quasi esclusivamente i fan che intendono utilizzare il proprio personaggio preferito contro la vastissima scelta di ninja a disposizione.

Pro e Contro

  • Tantissimi personaggi da utilizzare
  • Una modalità storia complementare al manga
  • Graficamente superbo
  • Filmati qualitativamente migliori dell’anime….
  • Modalità Torneo Ninja troppo piatta
  • Combattimenti a quattro troppo caotici
  • Auto-target impreciso
  • ….ma a volte troppo frequenti
3.7
su 5

Naruto si congeda con dignità dalle console di settima generazione

Tirando le somme, NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM Revolution è un titolo molto valido, merito di CyberConnect2 e della sua esperienza nel campo dell’opera di Masashi Kishimoto, un fighting game su licenza capace di offrire dei miglioramenti notevoli in campo tecnico, ma che non colpisce particolarmente in termini di idee originali; la modalità Torneo Ninja su cui ruota troppo l’equilibrio del gioco va a ridurre la modalità Storie Ninja a una mera alternativa, pur sempre ben realizzata, per spezzare una monotonia che forse si sarebbe potuta evitare. C’è anche da dire che la storia di Mecha-Naruto, comunque, è utile a tale scopo, aggiungendo dialoghi o e intermezzi tra le varie fasi del torneo, ma non riesce tuttavia ad appassionare quanto dovrebbe. Peccato, perché la ormai collaudata accoppiata CyberConnect2 e Naruto ha un’ottima base non ancora sfruttata come dovrebbe. Ci auguriamo il meglio per il prossimo capitolo su console di nuova generazione.